LA QUARANTENA DEI GIUSTI: GUIDA TV PER RECLUSI – STASERA ARRANGIATEVI, VISTO CHE NON C’È NEMMENO UNA COMMEDIA SEXY – LA SCELTA DOPO LE 21 È FRA IL DIVERTENTISSIMO “IL 7 E L’8” DI FICARRA E PICONE E IL PIÙ NOIOSETTO “L’UOMO DELLA PIOGGIA” – ALLE 19 E QUALCOSA SU ‘CINE34’ IL TARDO FILM DI SALCE “VEDIAMOCI CHIARO”, CHE NON HA GRANDE CULTO, MA C’È UNA MILLY D’ABBRACCIO SPOGLIATISSIMA… – VIDEO

-

Condividi questo articolo



 

 

 

Marco Giusti per Dagospia

 

ultimo tango a zagarol ultimo tango a zagarol

Che vediamo oggi? Stasera arrangiatevi, visto che non c’è nemmeno una commedia sexy. Oggi cercherò di puntare sulla nuova puntata di “Westworld”. Ieri sera, mentre in molti ripassavano “Ultimo tango a Zagarol”, mi sono visto prima un film che avevo già visto senza rendermene conto, ma non trenta-quarant’anni fa, ma tipo 15-20 venti giorni fa…, e poi il fenomenale “Tiger King”, serie di Sky su un vero pazzo, tal Joe Exotic, che alleva 187 big cat, fra tigri e leoni. Ve lo consiglio.

 

 

l’uomo della pioggia l’uomo della pioggia il 7 e l’8 il 7 e l’8

Stasera dopo le 21 la scelta è fra il divertentissimo, giuro!, “Il 7 e l’8” di e con Ficarra e Picone, Canale 5, ma ci sono anche un bel po’ di siciliani come Tony Sperandeo, Andrea Tidona, oltre a Arnoldo Foà e Remo Girone, “Harry Potter e i doni della morte – parte I” di David Yates, Italia 1, il più autorevole ma più noiosetto “L’uomo della pioggia” di Francis Coppola con Matt Damon, Danny De Vito e Clare Danes, La7, l’ancor più noioso “Sfera” di Barry Levinson con Sharon Stone e Dustin Hoffman, Iris, il vecchio western con John Wayne e Rock Hudson “I due invincibili” di Andrew McLaglen, Rai Movie e il poliziottesco “Napoli spara” di Mario Caiano con Henry Silva, Leonard Mann, Jeff Blynn, Evelyn Stewart su Cine 34.

harry potter e i doni della morte – parte i harry potter e i doni della morte – parte i

 

 

sharon stone in sfera sharon stone in sfera

Ricordo “I due invincibili” come un film polveroso anche quando uscì nel 1969, malgrado la presenza di attori come Ben Johnson e Harry Carey Jr e la grande scena finale con 3000 cavalli, mentre “Napoli spara” con Leonard Mann come commissario contro il cattivissimo Henry Silva promette parecchio di più. A seguire, sullo stesso canale, trovate anche “Milano violenta”, sempre diretto da Mario Caiano con Claudio Cassinelli e Silvio Dionisio. Cosa volete di più?

 

i due invincibili i due invincibili

Il pomeriggio si apre con la riproposta, su Cine 34 alle 14,05, di “Ultimo tango a Zagarol” di Nando Cicero con Franco Franchi. Beh… Potete sempre optare, Rai Movie 14, 10, sul raro spaghetti western italo-spagnolo “I tre del Colorado” diretto da Amando De Ossorio con George Martin e Pamela Tudor. “É un film”, spiegava il regista più noto per i suoi horror, “sulla ribellione dei canadesi di lingua francese contro gli inglesi. Le guardie a cavallo, le montagne... Era un film d’azione, di molta azione. Si diceva in quel periodo che era il film più spettacolare in giro. Sparatorie, acrobazie, cavalli”.

carogne si nasce carogne si nasce

 

carogne si nasce 1 carogne si nasce 1

Ricordo come divertente anche lo spaghetti “Carogne si nasce” del nostro Alfonso Brescia con Glenn Saxson e un ghignante Gordon Mitchell, Rai Movie alle 15, 40. C’è pure il grosso Nello Pazzafini che con Brescia aiuto regista aveva girato molte scene in Ben Hur. Brescia ricordava spesso che doveva girare con Charlton Heston, ma a lui toccava girare solo con Pazzafini, stunt di Heston, le scene di raccordo… Per i fan di musicarelli c’è “I ragazzi dell’Hully Gully” di Marcello Giannini (che non è il telecronista Rai di Firenze), prodotto da Carlo Infascelli con Umberto D’Orsi, Alicia Brandet, Angela Luce, Carlo Pisacane alias Capannelle oltre a Gianni Morandi, Ornella Vanoni, Los Marcellos Ferial, Françoise Hardy, Cine 34 alle 15, 55. Alle 16, 30 su rete 4 c’è il macaroni war movie “La battaglia d’Inghilterra” di Enzo G. Castellari con Frederick Stafford, Van Johnson, Francisco Rabal. I bellici italiani piacciono solo a Quentin Tarantino e ai registi che li hanno fatti. Lo sappiamo. Ma questo non mi sembrava male nel ricordo di allora, molto spy.

 

 

il grande cielo il grande cielo

Certo, poi vedo che passa un capolavoro western di Howard Hawks come “Il grande cielo” con Kirk Douglas e Arthur Hunnicutt, sceneggiatura di Dudley Nichols dal romanzo di A.B. Guthrie Jr, Rai Movie alle 17, 15, e mi viene subito voglia di vederlo. Lo so.

 

i tre del colorado 1 i tre del colorado 1

Non solo perché è un western meraviglioso, ma perché è un film che ti apre alla scoperta di nuovi mondi. Hawks mette in scena un viaggio sul fiume Missouri coi primi trapper francesi e inglesi nelle terre indiane, quelle dei Blackfoot. Russel Harlan filma per Hawks proprio il grande cielo che si spazia sopra di loro per farci capire il senso dell’avventura e della scoperta.  E’ anche il solo film che abbia mai girato la bellissima Elizabeth Threat, figlia di un professore inglese e di una mamma Cherokee. Uno dei miei film preferiti di sempre.

 

 

luna di miele in 3 luna di miele in 3

Alle 19 e qualcosa possiamo scegliere tra un tardo film di Luciano Salce, “Vediamoci chiaro”, Cine 34 alle 19, 15, con Johnny Dorelli, Eleonora Giorgi, Janet Agren e Angelo Infanti, e la commedia di Carlo Vanzina “Luna di miele in 3” con Renato Pozzetto, Stefania Casini, Vincent Gardenia, Kirsten Gille e Massimo Boldi si Rai Movie alle 19, 25.

tiger king tiger king

 

Il primo non ha grande culto, anche se la storia con Dorelli direttore di una tv privata che, da cieco, inizia a capire davvero il mondo che lo circonda non è male, inoltre c’è una Milly D’Abbraccio spogliatissima, mentre il secondo, film di esordio di Carlo Vanzina, prodotto da Achille Manzotti e dallo stesso Pozzetto, vanta un bel cast d’epoca, con tanto della star del porno Usa Harry Reems come cameriere gay e la stellina Kirsten Gille come coniglietta di Palyboy che Pozzetto vince con un concorso.

i ragazzi dell’hully gully 1 i ragazzi dell’hully gully 1

 

Infatti deve passare la crociera con lei, ma siccome ha una moglie, Stefania Casini, cerca di passarla in tre. Intervistata nel 1976, la Gille rivela che lavora come modella a Milano da due anni e che l’ha scoperta Pozzetto. Quanto al nudo, “ Non c’è differenza se una recita vestita o nuda, l’importante è che il viso sia espressivo”. Ecco.

napoli spara 1 napoli spara 1

 

Alle 21 e giù di lì, come vi ho detto, potete scegliere tra “IL 7 e l’8” di Ficarra e Picone su Canale 5, “Harry Potter e i doni della morte – parte I” di David Yates su Italia 1, il legal movie di Francis Coppola “L’uomo della pioggia” con Matt Damon su La7. Per i fan del cinema di genere c’è il polveroso ma dignitoso western di Andrew McLaglen “I due invincibili” con John Wayne, Rai Movie alle 21, 10.

 

i ragazzi dell’hully gully i ragazzi dell’hully gully

John Wayne volle Rock Hudson come co-protagonista perché era alto quanto lui e giocava bene a bridge. I produttori però vietarono al fidanzato di Rock Hudson di farsi vivo sul set durante le riprese. Wayne si ruppe tre costole e per questo è un bel po’ più legnoso del solito. Ma c’è anche il poliziottesco pre-gomorra “Napoli spara” di Mario Caiano con Leonard Mann. Cine 34 alle 21, 10, sorta di sequel di “Napoli violenta” di Umberto Lenzi. Non è molto amato dai fan del genere, violentissimo, con una decapitazione e un’avirazione piuttosto pesanti, ma è ben girato da Caiano, che era un grande professionista, nei vicoli di Napoli.

milano violenta milano violenta

 

A seguire, inoltre, parte, sulla stessa rete, “Milano violenta”, sempre diretto da Mario Caiano, con Claudio Cassinelli, Silvia Dionisio e Vittorio Mezzogiorno. Non troppo poliziottesco né troppo milanese, è piuttosto un noir su una banda, capitanata da Cassinelli che ha non pochi problemi. Buon cast di cattivi, da Biagio Pelligra a John Steiner e una bella Silvia Dionisio. Culto poco, devo dire.

 

vediamoci chiaro vediamoci chiaro

Solo per i fan di spaghetti western alle 23, 20 su Rai Movie parte “Cavalca e spara” di José Luis Borau con il vero americano Alex Nicol e il siciliano Robert Hundar alias Claudio Undari. Tra i primissimi spaghetti italo-spagnoli, prodotto dalla PEA di Alberto Grimaldi con la Fenix Film. José Luis Borau, il regista, era un critico e professore di storia del cinema (farà anche un voluminoso dizionario del cinema spagnolo). E infatti, visto che era un critico, il film venne seguito con un occhio di riguardo dalle riviste di cinema spagnole. Oggi però non piace nemmeno ai fan del genere che lo hanno rivisto quarant’anni dopo.

invasion invasion

 

Borau, ricordava Robert Hundar, non era adatto per fare il regista. Infatti il film andò male e non funzionava, e Borau non fece più western. Alle 23, 45 su Iris possiamo recuperare un fantascientifico con epidemia aliena, yum yum, che fu un megaflop qualche anno fa, “Invasion” del tedesco Oliver Hirschbiegel, già regista di “La caduta”, con Nicole Kidman e Daniel Craig. Il film non uscì mai come lo aveva girato Hirschbiegel, venne in gran parte riscritto dai fratelli Wachoski e rigirato da James McTeigue. Potete sempre puntare su “Puerto Escondido” di Gabriele Salvatores con Diego Abatantuono, Claudio Bisio e Valeria Golino su Canale 5, alle 23, 55.

 

 

il grande cielo 2 il grande cielo 2

I film più interessanti della giornata arrivano a tarda notte. Il macaroni war movie “Eroi all’inferno” di Aristide Massaccessi, che si firma Michael Wotruba, ad esempio, con Klaus Kinski, Rosemarie Lindt e Ettore Manni, Cine 34 alle 00, 45. Ha culto zero, devo dire, però… O il bellissimo “L’inglese” di Steven Soberbergh con Terence Stamp e Peter Fonda su Rete 4 alle 00, 50. C’è anche il moscissimo spaghetti western “Per un dollaro di gloria” di Fernando Cerchio con Broderick Crawford e Mario Valdemarin, Rai Movie alle 00, 55.

eroi all’inferno eroi all’inferno

 

 

la citta' canora la citta' canora

 

milano violenta1 milano violenta1

E grande fu il dispiacere, allora, di vedere non uno spaghetti western con il grande Broderick Crawford, ma una specie di western militare con indiani un po’ ridicoli dove la star americana era grasso e bolso, quasi incapace di muoversi. Si agita per il Fort Sharp con un’uniforme non proprio perfetta e neanche del tutto blu (sembra quasi sudista) e finirà per suicidarsi dopo il disastro che ha combinato. Accanto a lui un baldanzoso Mario Valdemarin, il giovane cinefilo triestino che si presentò a “Lascia o raddoppia” sapendo tutti i film di John Ford a memoria. Purtroppo non farà mai più un western.

napoli spara napoli spara

 

vediamoci chiaro vediamoci chiaro l’inglese 2 l’inglese 2 l’inglese 1 l’inglese 1 sharon stone in sfera 1 sharon stone in sfera 1 invasion 1 invasion 1 luna di miele in 3 3 luna di miele in 3 3 l’uomo della pioggia 1 l’uomo della pioggia 1 luna di miele in 3 2 luna di miele in 3 2 sfera 2 sfera 2 il 7 e l’8 1 il 7 e l’8 1 ultimo tango a zagarol ultimo tango a zagarol i due invincibili 2 i due invincibili 2 puerto escondido 2 puerto escondido 2 la battaglia d’inghilterra la battaglia d’inghilterra la citta' canora 1 la citta' canora 1 i due invincibili 1 i due invincibili 1 puerto escondido 1 puerto escondido 1 sfera sfera ultimo tango a zagarol 4 ultimo tango a zagarol 4 il grande cielo1 il grande cielo1 ultimo tango a zagarol 3 ultimo tango a zagarol 3 vediamoci chiaro 1 vediamoci chiaro 1 i tre del colorado i tre del colorado ultimo tango a zagarol 2 ultimo tango a zagarol 2 tiger king 1 tiger king 1 cavalca e spara cavalca e spara italian fast food italian fast food

Magari vi andrà meglio con “Italian Fast Food” di Lodovico Gasperini con Sergio Vastano e Ezio Braschi su Cine 34 alle 2, 15. O con “Città canora” di Mario Costa con Giacomo Rondinella, Maria Fiore e Tina Poica su Rete 4 alle 3,10. Ecco “Città canora” lo vorrei proprio vedere. Ma chi rimane sveglio fino alle 3?

harry potter e i doni della morte – parte i. harry potter e i doni della morte – parte i. eroi all’inferno1 eroi all’inferno1

 

Condividi questo articolo



media e tv

DIETROFRONT! DOPO LO SFOGO ROSICONE VERSO I GIORNALISTI E “LEGGO” CHE HANNO SOTTOLINEATO IL FLOP DELLA SUA TRASMISSIONE SU RAIDUE, MAURIZIO BATTISTA ABBOZZA DELLE SCUSE MA SOLO A MARCO CASTORO (“DEGLI ALTRI NUN ME NE PO’ FREGA’ DE MENO”) - CON VOCE TREMANTE, IL COMICO SPIEGA DI AVER AGITO DI IMPULSO: “NON AVENDO 22 ANNI RIMANI MALE PERCHE’ SO’ CHANCE NELLA VITA CHE VANNO VIA…I VIDEO CON LE OFFESE? ME LI HANNO FATTI CANCELLÀ, IO LI AVREI LASCIATI BENISSIMO” - VIDEO

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute