LA QUARANTENA DEI GIUSTI – CARI RECLUSI, OGGI NON CI VA AFFATTO MALE. SI PUÒ SCEGLIERE ALLE 19.30 TRA “VAI AVANTI TU CHE MI VIEN DA RIDERE” CON LINO BANFI COME COMMISSARIO BELLACHIOMA ACCOMPAGNATO DA UNA AGOSTINA BELLI TRANS, E “PAULO ROBERTO COTECHINO”, CON ALVARO VITALI E CARMEN RUSSO, CANTO DEL CIGNO DELLA COMMEDIA SCORREGGIONA – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Marco Giusti per Dagospia

 

vai avanti tu che mi vien da ridere vai avanti tu che mi vien da ridere babylon berlin terza stagione1 babylon berlin terza stagione1

Che vediamo oggi? Devo dire che oggi non ci va affatto male, cari reclusi. C’è anche parecchia scelta. A parte l’inizio della nuova stagione di “Babylon Berlin” stasera su Sky, vedo che si può scegliere alle 19, 30 tra “Vai avanti tu che mi vien da ridere” di Giorgio Capitani con Lino Banfi come commissario Bellachioma accompagnato dal fido Nando Paone e da una Agostina Belli trans, Rai Movie, e “Paulo Roberto Cotechino” di Nando Cicero con Alvaro Vitali, Carmen Russo e Mario Carotenuto, Cine 34, canto del cigno della commedia scorreggiona.

 

 

mozzarella stories 1 mozzarella stories 1

E alle 21 e qualcosa c’è una bella guerra tra “Melissa P”, primo (troppo) discusso film di Luca Guadagnino con Maria Valverde, Claudio Santamaria, Elio Germano e Alba Rohrwacher su La7D (è l’occasione buona per rivederlo), il cult gaio comico di Ferzan Ozpetek “Mine vaganti” con Riccardo Scamarcio e Alessandro Preziosi, Rai Movie, il capolavoro comico “Totò, Peppino e la dolce vita” di Sergio Corbucci, Cine 34, e addirittura “John Wick – Capitolo Secondo” di Chad Stahelski con Keanu Reeves killer in quel di Roma che se la vede con Claudia Gerini reginetta della camorra che fa il bagno nuda di fronte a lui come una matrona…

john wick – capitolo secondo 5 john wick – capitolo secondo 5

 

toto', peppino e la dolce vita toto', peppino e la dolce vita

 

E in secondo serata passa su Italia 1 il primo film di Edoardo De Angelis adorato da Ficarra e Picone, “Mozzarella Stories”, prodotto da Emir Kusturica con megacast napoletano, Luisa Ranieri, Massimiliano Gallo, Marina Suma oltre Luca Zingaretti.  L’occasione buona per vederlo, anche se si scontra col supercult “Letto a tre piazze” di Steno, Cine 34, con Totò che torna dalla guerra col colbacco e il ritratto di Stalin e trova il suo letto matrimoniale occupato da Peppino, che nel frattempo si è sposato con sua moglie Nadia Gray. Ma andiamo per ordine.

 

 

strogoff eriprando visconti strogoff eriprando visconti

Alle 15, 30 c’è un buon avventuroso tratto da Jules Verne, “Strogoff”, diretto da Eriprando Visconti, Cine 34, con un bel cast internazionale che va da John Philip Law come Michele Strogoff, Mimsy Farmer, Delia Boccardo e Hiram Keller come cattivo. Prandino Visconti amava ricordare che si era permesso il lusso di chiamare una diva proprio di altri tempi, Elizabeth Bergner, ebrea-viennese che aveva avuto il ruolo di Ofelia con Alexander Moissi nel 1916, aveva recitato con Max Reinhardt e che aveva distrutto il cuore dello scultore Wilhelm Lehbruck, che si era ucciso per lei. Da una sua vera storia di vita era perfino nato lo spunto di “Eva contro Eva”… Ma c’è anche Hiram Keller, bellissimo americano fresco di “Satyricon” felliniano che avrà poca fortuna al cinema e nella vita.

 

 

treno di panna 3 treno di panna 3

Alle 16 i fan di Sartana non possono perdersi certo “Una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva Sartana”, Rai Movie, quarto della serie con Gianni Garko e terzo del regista Giuliano Carnimeo, che lo considerava tra i suoi migliori film. Lo è anche per Luciano Martino, che lo produsse assieme a Eduardo Manzanos (“squattrinato ma geniale”).

 

letto a tre piazze 1 letto a tre piazze 1

Ricorda Gianni Garko: “Contrariamente a quanto pensa Gianfranco Parolini, il primo regista, devo dire che nei successivi film di Sartana ho raggiunto una maggiore destrezza ed abilità di attore perfezionando il personaggio. L’ho gestito bene naturalmente seguendo quelle che erano state le indicazioni di Parolini, che per me erano regole ferree”. Alle 16, 45, però, arriva il film mélo del pomeriggio, “Secondo amore”, capolavoro di Douglas Sirk con Jane Wyman e Rock Hudson, Rete 4. Lei è una fresca vedova con due figli ancora piacente, lui è molto più giovane e il sogno di ogni ragazza americana del tempo. Si amano. Ma la società non accetta questo tipo di rapporto. Rainer W. Fassbinder e Todd Haynes, in “Far From Heaven”, lo hanno amato e copiato parecchio. Il tutto è girato nella stessa casa costruita dalla Paramount per “Ore disperate”…

la taglia e' tua… l'uomo l'ammazzo io 1 la taglia e' tua… l'uomo l'ammazzo io 1

 

Imperdibile alle 17, 35 su Cine 34 “Treno di panna”, primo e unico film diretto dallo scrittore Andrea De Carlo, prodotto da Claudia Mori dopo il disastro di “Joan Lui”, e interpretato da Sergio Rubini come giovane cantautore a New York in cerca di fortuna doppiato da Ludovico Einaudi, Carol Alt come star di Hollywood, e Cristina Marsillach come fidanzatina. Presentato e fischiatissimo, magari a torto, a Venezia nel 1989, sezione “Orizzonti”, ci colpì per essere un film goffo, maldestro, senza grazia, con una America terribile ricostruita in studio con Rubini.  I momenti canterini risultavano allora i più comici, ma rivendendolo magari avrà oggi il culto che non ha mai avuto.

babylon berlin terza stagione 2 babylon berlin terza stagione 2

 

Segnalo anche su Rai Movie alle 17, 45 lo stracultissimo “La taglia è tua… l’uomo lo ammazzo io”, più noto come “El Puro”, diretto da Edoardo Mulargia con Robert Woods, che assieme al co-protagonista Mark Fiorini, è anche responsabile della storia del film. “L’idea mia e di Mark”, diceva Robert Woods, “era di farne un western buddista. Col pistolero che rinasce. Mulargia fu molto collaborativo”. Ma non è solo un film pazzo girato tra viaggi di ogni tipo, ma anche il film spaghetti western col primo bacio gay che si sia mai visto tra Mark Fiorini, il capo dei cattivi, e Aldo Berti, il suo sadico braccio destro.

 

letto a tre piazze 2 letto a tre piazze 2

“Era la prima volta che due cowboy si baciavano”, spiegava Mark Fiorino. “Con Robert Woods dicemmo a Mulargia che volevamo fare un film un po’ di peso. Il mio braccio destro, Aldo Berti, sta ammazzando la donna, Rosalba Neri, e più che l’ammazza più che la mia passione aumenta. Quando le dà l’ultima botta, io salto dalla sedia a dondolo e gli dò il più grande bacio mai visto al cinema fra due cowboy. Nella prima versione non c’era, ma nella seconda l’hanno rimesso”. Un altro dei killer, Brega, sembra troppo legato al fratello più giovane, Maurizio Bonuglia. Certo, Brega gay è una totale novità per lo spaghetto western.

 

paulo roberto cotechino paulo roberto cotechino

Alle 19, 30, come vi avevo detto, guerra tra due film comici di peso, “Vai avanti tu che mi vien da ridere” di Giorgio Capitani con Lino Banfi e Agostina Belli, Rai Movie, e lo stracult scorreggione “Paulo Roberto Cotechino” di Nando Cicero, Cine 34, con Alvaro Vitali in doppio ruolo, il celebre campione e un modesto idraulico.

 

Banfi vedeva il film di Capitani come una svolta seria: “Senza voler rinnegare il passato posso dire che in questo film non ho avuto bisogno di ricorrere alla macchietta e soprattutto ho cercato di smussare il linguaggio perché era inutile ricorrere alla ‘cravattola’ o alla ‘camiciola’. Nel film di Capitani parlo italiano, con accento pugliese come d’altra parte parlano parecchi… politici che ogni sera vediamo intervistati dal telgiornale. Per la qualità si deve sacrificare qualcosa”.

vai avanti tu che mi vien da ridere 3 vai avanti tu che mi vien da ridere 3

 

Non sacrifica proprio nulla, invece, Nando Cicero nel suo tardo capolavoro trash “Paulo Roberto Cotechino”, dalle Brigate Pecorine capitanate da Tiberio Murgia e Nino Terzo, che rapiscono prima Alvaro e poi il vero campione, alla perfida Contessa Dinasty di Franca Valeri, legata al mondo delle scommesse, con fedele servitore nero Mandingo, che cerca di avvelenare Alvaro con un potente lassativo. Così Alvaro, proprio mentre balla con la fidanzata di Cotechino, Euseubia, cioè Carmen Russo, ha un terribile mal di pancia con relative scorregge che vengono coperte dal batterista. Ma non sempre…

 

vai avanti tu che mi vien da ridere 1 vai avanti tu che mi vien da ridere 1

Alle 21 e qualcosa, come già detto, bell’ingorgo di filmoni più o meno caldi. Da “Mine vaganti”, forse il più divertente o almeno quello più amato dal pubblico di Ferzan Ozpetek, Rai Movie, con Riccardo Scamarcio e Alessandro Preziosi fratelli gay in quel di Puglia, a “Totò, Peppino e la dolce vita” di Sergio Corbucci, Cine 34, da “John Wick Capitolo secondo” di Chad Stahelski con Keanu Reeves, Riccardo Scamarcio e Claudia Gerini nudissima, Italia 1, a “Melissa P” di Luca Guadagnino su La7D. “John Wick Capitolo Secondo”, che ricordo come fumetto fracassone e trasharello, venne molto amato dai critici americani del tempo, e fece incassi da paura, 153 milioni di dollari in tutto il mondo.

 

Scrivevo: “Magari hanno funzionato da piccola grande bellezza i meravigliosi set romani. Ma, senza fare i moralisti, può non risultare simpatico tutto questo sparare con schizzi di sangue tra le meravigliose statue dello GNAM o le colonne di Zorio e il pavimento di vetro di Pirri. Poi non ci dica Franceschini che davvero pensa alla cultura. Portare i soldi ai musei affittandoli come set di qualsiasi evento di moda cazzaro o film d'azione cazzaro fa l’impressione di un paese non in vendita, ma già irrimediabilmente venduto. Stiamo parlando di spazi culturali illustri”. Adesso faccio ridere un po’ anche io…

babylon berlin terza stagione babylon berlin terza stagione

 

valeria golino in storia d'amore di citto maselli 1 valeria golino in storia d'amore di citto maselli 1

“Totò, Peppino e la dolce vita”, invece, si segnala come primo film con Totò diretto da Sergio Corbucci, che prese il posto di Camillo Mastrocinque alla regia. Corbucci ricorda il suo primo incontro col Principe, alle 3 di notte, a casa sua. “Arrivo lì un po’ stanco, assonato. Totò mi disse: “Allora giriamo?”. “Si ma cosa? Non c’è niente, nemmeno la sceneggiatura”. “E che vuoi pure la sceneggiatura? “. Per i fan ricordo che c’è anche Giò Stajano, quello vero, non quello finto de “La dolce vita” di Fellini.

 

una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva sartana una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva sartana

In seconda serata guerra tra un altro Totò, “Letto a tre piazze” di Steno con Peppino, Nadia Grey e Angela Luce, Cine 34, “The Truman Show” di Peter Weir con jim Carrey, Ed Harris e Laura Linney, La7, il non così coatto “Ninja Assassin” di James McTeigue con Naomie Harris e il credo inedito “Mozzarella Stories”, opera prima di Edoardo De Angelis su Italia 1. Con Totò andate sul sicuro, con “The Truman Show” pure, anche se è proprio il film più simile alla nostra esistenza da reclusi ora, quanto a “Mozzarella Stories” mi sembra la scelta più stravagante, una comedy napoletana nel regno delle bufale e delle mozzarelle.

 

paulo roberto cotechino 2 paulo roberto cotechino 2

Con Luisa Ranieri, Massimliano Gallo, Luca Zingaretti.  Nella tarda notte, diciamo alle 00, 45, trovate il tardo mondo movie “Nudo e crudele” di Bitto Albertini, Cine 34, che incassò qualcosa come due miliardi di lre nel 1984. C’è pure  la processione dei falli in Giappone. Ma ci sono pure l’ottimo “Lock&Stock – Pazzi scatenati” di Guy Ritchie con Jason Statham, Dexter Fletcher e Sting, Rete 4, magari un po’ visto, e il più raro “Storia d’amore” di Citto Maselli con una giovanissima Valeria Golino, Rai Movie. Piacque molto a Venezia quell’anno, era il 1986, la Golino vinse il premio come migliore attrice e il film un Grand Prix importante, ma io ricordo che mi misi a ridere per la presenza, in un ruolo importante, di una generica molto attiva nel cinema italiano di allora, Franca Scagnetti, che rovinava le scene più realistiche dove si doveva piangere. Avviso che alle 2, 25, se non avete sonno passa il lontanissimo operistico “La favorita” di Cesare Barlacchi su Cine 34. C’è pure come protagonista tale Sofia Lazzaro, prima di diventare Sofia Loren. Tutto vostro.

lock&stock – pazzi scatenati lock&stock – pazzi scatenati melissa p. 1 melissa p. 1 mozzarella stories 2 mozzarella stories 2 paulo roberto cotechino 5 paulo roberto cotechino 5 letto a tre piazze letto a tre piazze melissa p. melissa p. una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva sartana 1 una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva sartana 1 strogoff eriprando visconti 1 strogoff eriprando visconti 1 paulo roberto cotechino 4 paulo roberto cotechino 4 treno di panna1 treno di panna1 john wick – capitolo secondo 1 john wick – capitolo secondo 1 toto', peppino e la dolce vita toto', peppino e la dolce vita mine vaganti mine vaganti vai avanti tu che mi vien da ridere 3 5 vai avanti tu che mi vien da ridere 3 5 melissa p. 2 melissa p. 2 claudia gerini nuda in john wick – capitolo secondo 2 claudia gerini nuda in john wick – capitolo secondo 2 vai avanti tu che mi vien da ridere 4 vai avanti tu che mi vien da ridere 4 claudia gerini john wick – capitolo secondo claudia gerini john wick – capitolo secondo valeria golino in storia d'amore di citto maselli 2 valeria golino in storia d'amore di citto maselli 2 la taglia e' tua… l'uomo l'ammazzo io la taglia e' tua… l'uomo l'ammazzo io valeria golino in storia d'amore di citto maselli valeria golino in storia d'amore di citto maselli treno di panna 2 treno di panna 2 john wick – capitolo secondo john wick – capitolo secondo mozzarella stories mozzarella stories una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva sartana una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva sartana vai avanti tu che mi vien da ridere vai avanti tu che mi vien da ridere paulo roberto cotechino 1 paulo roberto cotechino 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute