"ARBORE E' UN PROFESSIONISTA CHE FINGE DI FARE IL DILETTANTE IN UN MONDO DI DILETTANTI CHE FINGONO DI FARE I PROFESSIONISTI" – ALDO GRASSO SU STRIMINZITIC SHOW (RAI2): "IL NEOLOGISMO ITALO-INGLESE MACCHERONICO RIGUARDA LA REALIZZAZIONE (DUE TELECAMERE E UN TINELLO DI NINNOLI DI PLASTICA 'RIGOROSAMENTE INUTILI'), NON CERTO LA MASSA ENORME DEI TAGLI E RITAGLI, DALLO SKETCH CON VERDONE A ENZO JANNACCI..." - LA PRIMA PUNTATA SFIORA IL 5,5% - VIDEO STRACULT

-

Condividi questo articolo


 

Aldo Grasso per il Corriere della Sera

 

arbore telesforo striminzitic show arbore telesforo striminzitic show

Renzo Arbore ha aperto casa sua (lo aveva già fatto ai gloriosi tempi della critica cinematografica di Roberto Benigni) per iniziare a sfogliare l'album personale dei ricordi. Striminzitic Show è il nome del suo nuovo programma, la cui prima puntata è andata in onda lunedì su Rai2 (le successive 20 saranno proposte in seconda serata).

 

Il neologismo italo-inglese maccheronico riguarda la realizzazione (due telecamere e un tinello di ninnoli di plastica «rigorosamente inutili»), non certo la massa enorme dei tagli e ritagli, dalle esibizioni musicali allo sketch con Carlo Verdone, dal numero di Riccardo Pazzaglia a Enzo Iannacci che canta «O mia bela Madunina» davanti al Duomo di Milano. Il ritmo con cui Arbore e Gegè Telesforo presentavano il repertorio era molto flemmatico, quasi bradipesco, «oliografico» (come aveva preannunciato Marisa Laurito in sede di presentazione),

lucio dalla arbore striminzitic show lucio dalla arbore striminzitic show

 

tanto da far pensare a una sorta di neo-poetica del fanciullino: la parte giovinetta di Arbore ha ancora la capacità adamica di dare un nome a tutto quello che lo circonda, di creare un linguaggio e con esso un mondo innocente immagazzinato senza tregua nel corso degli anni. Dai primordi, infatti, ha fatto tv sapendo che essa è anche radio, cinema, teatro, stampa.

 

I suoi programmi sono vissuti di frattaglie che ruotano intorno alla sua presenza calamitante: giochi, servizi, parodie, personaggi non si assommano per annullarsi, ma si scontrano per accendersi.

 

arbore verdone striminzitic show arbore verdone striminzitic show

Il modello delle sue trasmissioni è sempre stato la jam-session, dove preparazione e improvvisazione si intrecciano e si sublimano. L'essenza surreale della tv, serpeggiata per anni in tante opere e personaggi, è stata infine pienamente rivelata da Arbore con un compiacimento quasi goliardico. È possibile dire ancora qualcosa di nuovo su Arbore?

 

È un professionista che finge di fare il dilettante, in un mondo di dilettanti che fingono di fare i professionisti.

arbore jannacci striminzitic show arbore jannacci striminzitic show arbore telesforo striminzitic show arbore telesforo striminzitic show ARBORE ARBORE arbore gegè telesforo arbore gegè telesforo arbore arbore arbore arbore arbore e laurito arbore e laurito vittorio gassman arbore striminzitic show vittorio gassman arbore striminzitic show

 

aldo grasso aldo grasso PAZZAGLIA - DAGO - AMBASCIATORE USA MAXWELL RAAB - RENATO CAROSONE - NINO MANFREDI - RENZO ARBORE - DE CRESCENZO BY MARCELLINO RADOGNA PAZZAGLIA - DAGO - AMBASCIATORE USA MAXWELL RAAB - RENATO CAROSONE - NINO MANFREDI - RENZO ARBORE - DE CRESCENZO BY MARCELLINO RADOGNA arbore de crescenzo arbore de crescenzo RENZO ARBORE CON IL CARTONATO DI GIANNI BONCOMPAGNI RENZO ARBORE CON IL CARTONATO DI GIANNI BONCOMPAGNI Dago, Carosone, Arbore, premio Orso alla Cabala Dago, Carosone, Arbore, premio Orso alla Cabala renzo arbore foto di bacco renzo arbore foto di bacco

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL CINEMA DEI GIUSTI – MAGARI “NOPE”, DEL GENIALE JORDAN PEELE, NON È PERFETTO, MA È LO STESSO UN GRAN FILM. COMPLESSO, COMPLESSO, PUR SE INNOVATIVO E ORIGINALE, MAGARI NON ALL'ALTEZZA DEI SUOI DUE PICCOLI HORROR POLITICI PRECEDENTI, ANCHE PERCHÉ HA SPESO TROPPO, HA MONTATO UN FILM DA QUATTRO ORE CHE HA RIDOTTO A DUE, È COSTRUITO CON UN MERAVIGLIOSO SCONTRO CON L'ALIENO DI 50 MINUTI CHE DOMINA LA SECONDA PARTE, E UNA PRIMA PARTE DOVE METTE MOLTA CARNE AL FUOCO. SE LO TROVATE IN IMAX E NON DOPPIATO PENSO SIA UN’ALTRA COSA…

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute