TAYLOR SWIFT, LA VERA "KINGMAKER" DELLE ELEZIONI USA - SECONDO GLI ANALISTI POLITICI, UN ENDORSEMENT DELLA REGINETTA DEL POP PUÒ SPOSTARE IL 20% DEI VOTI: NEL 2020 AVEVA FATTO IL SUO ENDORSEMENT A JOE BIDEN, MENTRE QUEST'ANNO HA PREFERITO NON ANCORA SBILANCIARSI PUBBLICAMENTE - IL PARTITO DEMOCRATICO VORREBBE LA SWIFT, MICHELLE OBAMA E OPRAH WINFREY ALLA CONDUZIONE DI UN FORUM PER VAGLIARE I CANDIDATI ALTERNATIVI A "SLEEPY JOE". LEI NON HA ANCORA RISPOSTO SE PARTECIPERÀ O MENO ANCHE PERCHÉ È IMPEGNATA NEL SUO "ERAS TOUR", CHE NEI PROSSIMI GIORNI ARRIVERÀ A MILANO…

-

Condividi questo articolo


taylor swift taylor swift

Estratto dell'articolo di Stefano Mannucci per il "Fatto Quotidiano"

 

Scendesse in campo lei, non ci sarebbe partita. La “Presidente” Swift ha però da fare, almeno fino all’8 dicembre, quando dirà addio – ma crescono voci su una proroga live nel 2025 – all’Eras Tour. L’impresa pop più lucrativa di sempre: ricavi per un miliardo di dollari già alla fine dello scorso anno, e prima che si spenga il microfono non è insensato valutare un raddoppio. Dunque Taylor non ha tempo per pensare a una residency alla Casa Bianca, ma di certo è una kingmaker coi fiocchi. Lo sanno bene gli analisti politici. Un suo endorsement può spostare il 20% dei voti. […]

 

Ora il problema è invece tutto interno allo schieramento progressista: se nel 2020 la cantante non aveva fatto mancare aperto sostegno a Biden, oggi attende il responso clinico su nonno Joe per capire se valga la pena di aderire alla proposta del think-tank guidato dalla giurista di Georgetown Rosa Brooks e dal miliardario Ted Dintersmith che vorrebbe la Swift, Michelle Obama e Oprah Winfrey alla conduzione di forum per vagliare i candidati alternativi a Biden. […]

il concerto di taylor swift a londra 5 il concerto di taylor swift a londra 5

 

Trovata formidabile: dovesse aderire, Taylor porterebbe con sé la bacchetta magica. La stessa che, ovunque faccia tappa l’Eras Tour, sposta il Pil locale verso una temporanea prosperità. Lo chiamano “Swiftonomics”: la Banca d’Inghilterra ha rinviato all’autunno il taglio dei tassi in vista del boom di spese dei fan per i concerti d’agosto; Trudeau ha rivolto un appello all’artista perché raddoppi le date in Canada; la città tedesca di Gelsenkirchen ha deciso di ribattezzarsi “Swiftkirchen” per il passaggio del tour subito dopo le due serate milanesi di questo weekend.

 

concerto di taylor swift a parigi 6 concerto di taylor swift a parigi 6

[…]Indotto da quasi 180 milioni di euro, stima Confcommercio. E ormai da giorni i fan hanno organizzato una “fila virtuale” con tre appelli quotidiani alla fermata San Siro della M5: chi non risponde si scordi la transenna. Durante il soggiorno in città, Taylor sarà blindatissima: “Previste misure di sicurezza da capo di Stato”, rivela l’organizzatore Mimmo D’Alessandro. “Non possiamo dire dove alloggi”, sottolinea.

 

[…] Selfie o meno, quel che conta è esserci: a Milano D’Alessandro & Galli hanno ricevuto “richieste per quasi 2 milioni e 300 mila biglietti, mai visto un fenomeno simile”, a fronte di 128 mila posti totali sabato e domenica. Tagliandi andati via già l’anno scorso in mezz’ora (“Il 30% degli spettatori arriverà dall’estero, tra questi il 12% dagli Stati Uniti”, precisa D’Alessandro). Ai disperati non resta che la chance a prezzo nominale di Fansale: chi rinuncerà in extremis può rivendere lì il prezioso ingresso.

 

taylor swift taylor swift

Perché – a parte i malviventi che hanno rubato (non per gli show italiani) migliaia di biglietti, l’altra opzione è il dissanguamento sui siti di bagarinaggio. Le associazioni di consumatori hanno denunciato offerte per un posto da 13 mila euro, noi ne abbiamo trovato uno da “appena” 11 mila per un terzo anello al Meazza (14 luglio); gli “onesti” scalper di ViaGogo segnalano, bontà loro, che lassù “la visibilità è limitata”.

 

[…]  Che Taylor, “la fidanzata d’America 2.0”, la Doris Day del 21° secolo”, la 34enne “ragazza della porta accanto” meriti questo successo è questionabile, dal punto di vista artistico. Però è indubbio che il suo repertorio, nel quale elabora sin dagli esordi adolescenziali le proprie pene d’amore e le delusioni professionali […] sia uno specchio nel quale amino riflettersi milioni di “Swifties”. […] Prima o poi dovrà fermarsi: l’America ha avuto un Re rock, Elvis. È il tempo di una Presidente Pop. Magari a Washington.

ARTICOLI CORRELATI

concerto di taylor swift a parigi 12 concerto di taylor swift a parigi 12 concerto di taylor swift a parigi 11 concerto di taylor swift a parigi 11 taylor swift 45 taylor swift 45 taylor swift 3 taylor swift 3 taylor swift the eras tour taylor swift the eras tour taylor swift influenzata e con la tosse 2 taylor swift influenzata e con la tosse 2 taylor swift 4 taylor swift 4 TAYLOR SWIFT APPOGGIA JOE BIDEN - 2020 TAYLOR SWIFT APPOGGIA JOE BIDEN - 2020 Taylor Swift – The Eras Tour 3 Taylor Swift – The Eras Tour 3 Taylor Swift – The Eras Tour 1 Taylor Swift – The Eras Tour 1 concerto di taylor swift a parigi 2 concerto di taylor swift a parigi 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - A MEDIASET NULLA SARÀ COME PRIMA: CON PIER SILVIO E MARINA AL COMANDO, TRAMONTA LA STELLA DEL GRAN CAPO DELL'INFORMAZIONE, MAURO CRIPPA (DA OLTRE 25 ANNI SOTTO L'ALA PROTETTIVA DI CONFALONIERI) - NELLA PROSSIMA STAGIONE TV, I CONDUTTORI-ULTRA’ CHE HANNO POMPATO I VOTI DI SALVINI E ORA TIRANO LA VOLATA ALLA MELONI (DEL DEBBIO, PORRO E GIORDANO) DOVRANNO DARSI UNA REGOLATA: PIER SILVIO VUOLE UN BISCIONE PLURALISTA - LO SCAZZO DI “PIERDUDI” CON PAOLO DEL DEBBIO - NICOLA PORRO, SE NON SI TOGLIE IL FEZ, RISCHIA DI PERDERE IL PROGRAMMA: LO STIPENDIO GLIELO PAGA MEDIASET, NON FRATELLI D’ITALIA - SILVIO NON C'E' PIU', CONFALONIERI HA 87 ANNI E CRIPPA INIZIA A PRENDERE CEFFONI: LA CACCIATA DELLA D’URSO E IL LICENZIAMENTO IN TRONCO DI DEL CORNO…

DAGOREPORT - I FRATELLINI D’ITALIA VARANO TELE-MELONI CON GIAMPAOLO ROSSI SEDUTO SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO E SIMONA AGNES (IN QUOTA FORZA ITALIA) ALLA PRESIDENZA - ALLA LEGA, CHE VUOLE LA DIREZIONE GENERALE, NIENTE. SALVINI S'INCAZZA DI BRUTTO E SFANCULA I MELONI DI VIALE MAZZINI: LE NOMINE RAI RISCHIANO DI SALTARE A SETTEMBRE - LA DAGO-INDISCREZIONE DI UNA TRATTATIVA IN CORSO PER UN TRASLOCO DI FIORELLO A DISCOVERY NON HA FATTO PER NIENTE PIACERE (EUFEMISMO) ALLA MELONA. C’È UN ANTICO AFFETTO E SIMPATIA TRA FIORELLO E L’EX BABY SITTER DELLA FIGLIA OLIVIA DIVENTATA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ED È SUBITO PARTITA UNA TELEFONATA DELLA MELONA AI “SUOI” DIRIGENTI RAI: IL SUO “FIORE ALL’OCCHIELLO” DEVE RESTARE IN AZIENDA A QUALSIASI COSTO…

DAGOREPORT - GIORGIA MELONI È AL SUO PIÙ IMPORTANTE BANCO DI PROVA: IL VOTO PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE DEFINIRÀ IL SUO PROFILO INTERNAZIONALE. FARÀ UNO SCATTO DA STATISTA, METTENDO GLI INTERESSI ITALIANI AL CENTRO E VOTANDO PER LA RICONFERMA DI URSULA VON DER LEYEN O DIRÀ “NO, GRAZIE”, IN VERSIONE RAMBA DELLA GARBATELLA, SPINGENDO L’ITALIA IN UN MARE DI GUAI? - DAL MES AL PATTO DI STABILITA’, DALLA FINANZIARIA AL POSTO DA COMMISSARIO, CON BRUXELLES BISOGNERA’ TRATTARE: MEGLIO FARLO DA AMICO CHE DA NEMICO - LA SPINTA DI CONFINDUSTRIA, TAJANI E CROSETTO: GIORGIA, VOTA URSULA…

DAGOREPORT - DOPO LA CONFERENZA STAMPA AL VERTICE NATO, BIDEN HA PARTECIPATO A UNA CONFERENCE CALL CON BARACK OBAMA, IL LEADER DEI DEMOCRATICI AL SENATO, CHUCK SCHUMER, E LA GOVERNATRICE DEL MICHIGAN, GRETCHEN WHITMER. I TRE SONO STATI PIUTTOSTO ASSERTIVI NEL FAR CAPIRE A BIDEN CHE LA SITUAZIONE È PRECIPITATA: SE NON FARÀ UN PASSO INDIETRO, I GOVERNATORI DEMOCRATICI NON MANDERANNO I LORO DELEGATI ALLA CONVENTION DEMOCRATICA, PREVISTA DAL 19 AL 22 AGOSTO A CHICAGO: UN CHIARO ATTO OSTILE PER SABOTARE LA CANDIDATURA - DIETRO LA LETTERA DI CLOONEY C'E' LA MANO DI OBAMA CHE DOMANI PARLERA' AGLI AMERICANI...

L’ESTATE SI CONFERMA LA STAGIONE PIÙ CRUDELE PER LE CELEBRITÀ! - DOPO TOTTI-BLASI, AMENDOLA-NERI, MARCUZZI-CALABRESI, BONOLIS-BRUGANELLI, FEDEZ-FERRAGNI, DAGOSPIA È COSTRETTA AD ANNUNCIARE LA SEPARAZIONE DI CHECCO ZALONE DALLA COMPAGNA MARIANGELA EBOLI - I DUE STAVANO INSIEME DAL 2005, ANNO IN CUI IL COMICO PUGLIESE ESORDI' SUL PALCO DI ZELIG OFF - IN BARBA ALLA LORO IDIOSINCRASIA PER IL BARNUM DEL FLASH, SULLA COPPIA CIRCOLAVANO DA TEMPO VOCI DI CRISI. IL SIPARIO SI È DEFINITIVAMENTE ABBASSATO ALCUNI GIORNI FA QUANDO CHECCO, ALL’ANAGRAFE LUCA PASQUALE MEDICI, SI È PRESENTATO NELLO STUDIO DI UN AVVOCATO DI ROMA PER ATTIVARE LE PRATICHE DI FINE RAPPORTO (MALGRADO LA NASCITA DI DUE BAMBINE, NON HANNO MAI TROVATO LA STRADA VERSO L’ALTARE PER IL FATIDICO “SÌ”)