UN'ALTRA VITTIMA DELLA MODERNITA': LA CASSETTA DELLA POSTA – "POSTE ITALIANE" NE STA PER RIMUOVERE 20MILA IN TUTTA ITALIA: ENTRO LA FINE DELL’ANNO SI PASSERÀ DA AVERNE 38.295 A 17.775 - VERRANNO SOSTITUITE DALLE "SMART LETTER BOX", UNA VERSIONE PIÙ TECNOLOGICA - NEL TEMPO DEI SOCIAL, DOVE SI PARLA ATTRAVERSO MAIL, SOCIAL E WHATSAPP, LE LETTERE SONO ORAMAI DEI REPERTI ARCHEOLOGICI...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Pierangelo Sapegno per “La Stampa”

 

cassetta della posta 1 cassetta della posta 1

Una buca delle lettere ci dev'essere ancora da qualche parte. Non ricordo dove, uno non ci fa più caso. Ma da qualche parte hanno pure messo un «avviso di rimozione», su carta gialla e scritta blu, i colori delle Poste, per dire che il suo utilizzo «sarà interdetto». Non è una parola buona, «interdetto». Ma il tempo che avanza come un carro armato non ha mai parole buone.

 

La vecchia cassetta verrà sostituita dalla Smart Letter Box, perché adesso bisogna chiamar le cose solo in inglese, che poi è una cassetta intelligente di nuova generazione con un sensore per consentire al portalettere di sapere se lì dentro c'è o no corrispondenza e altri sensori per rilevare temperatura, polveri sottili e biossido di azoto.

 

cassetta della posta 2 cassetta della posta 2

Tutta roba che non interessava quando si scrivevano le lettere. Adesso carta penna e francobollo sono inutili. Persino la mail sta per diventare desueta. Serve per le comunicazioni ufficiali, ma il resto è tutto via chat. Le cartoline fanno sorridere. Chi mai oggi si sognerebbe di mandarli così i suoi saluti a qualcuno. […]

 

Oggi tutto funziona con le app. Si chiama Platform company alle Poste, e integra i servizi digitali con la rete fisica: prenoti un appuntamento, gestisci il tuo conto al cellulare. Meglio sempre in inglese, come il centro di smistamento automatico che si chiama hub, e sposta 250mila pacchi in un giorno. È la velocità che stordisce. Quando nascono le Regie Poste, nel 1862, per essere assunto dovevi avere un titolo di studio e conoscere il francese.

 

cassetta della posta 5 cassetta della posta 5

Niente inglese allora. E invece già nel 1818 il re aveva emanato un regolamento che invitava espressamente i cittadini «a gettare le lettere nella buca». […]È così che sparisce anche la buca delle lettere, ormai un reperto archeologico del nostro passato. Entro la fine dell'anno ne toglieranno più di ventimila, e si passerà quindi da 38.295 a 17.775. Quelle che ci sono adesso, rosse, con due feritoie e lo sportello che fa clac, sono entrate in funzione solo nel 1961, la prima volta a Napoli, l'8 aprile, sostituite al posto delle vecchie nell'arco di una notte.  […]

cassetta della posta 4 cassetta della posta 4

 

Il portalettere che arrivava in bici con la bolgetta sulla spalla e il fregio delle Poste sul cappello, ora ha una divisa fluorescente, un giaccone giallo che luccica. Oggi ha il palmare che funziona come uno smartphone, capace di integrare in uno strumento le funzioni per la consegna e per il pagamento, con un dispositivo di Sos in situazioni di emergenza. Col palmare il postino aiutava gli anziani pure a prenotarsi i vaccini. Si chiamano ancora portalettere anche se le lettere non ci sono più. […]

cassetta della posta 3 cassetta della posta 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È UN MUSCOLOIDE “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GONFIAVA I MUSCOLI E GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, DI FATTO, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…

FLASH! – SABATO 24 FEBBRAIO I GIORNALI FILO-MELONIANI TUTTI IN SOLLUCCHERO PER LA NOTIZIA DELLA NUOVA VISITA DI GIORGIA MELONI ALLA CASA BIANCA, ENFATIZZANDO IL VIAGGIO DEL 1 MARZO DELLA DUCETTA NEGLI USA (“LIBERO”: “L’ITALIA PROTAGONISTA”; “IL MESSAGGERO”: “OGGI PATTO CON ZELENSKY. E POI VERTICE DA BIDEN”). MA ERANO I SOLITI SPECCHIETTI PER GLI ALLOCCONI, VISTO CHE SI TRATTA DI UNA PRASSI DEL G7: OGNI ANNO, IL PRIMO MINISTRO DEL PAESE CHE ASSUME LA PRESIDENZA, VA IN TOUR TRA LE CAPITALI DEI PAESI CHE FANNO PARTE DEL GRUPPO DEI 7. INFATTI, È GIÀ STATA IN GIAPPONE E IL 2 MARZO ANDRÀ IN CANADA...

MELONI MARCI - DOMENICA 18 FEBBRAIO DAGOSPIA MEJO DEL MAGO OTELMA: UNICO ORGANO DI INFORMAZIONE A PREVEDERE LA DISFATTA SARDA! "FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI: TODDE SORPASSA TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ -. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? 

1968, IL “MIRACOLO” DEL TEATRO VIVENTE – “ODIO E AMORE”, LA BELLISSIMA E ANCORA ATTUALISSIMA POESIA DEL LIVING THEATRE, BALBETTATA DA DAGO IN ‘’ROMA SANTA E DANNATA’’, ACCENDE LA CURIOSITÀ DEI LETTORI – PER LA RAPPRESENTAZIONE DI ‘’PARADISE NOW’’ ALL'UNIVERSITÀ LA SAPIENZA DI ROMA, DAVANTI ALLA FACOLTÀ DI LEGGE, COVO DEI FASCISTI, LO SCONTRO ERA DATO PER SCONTATO. INVECE ACCADDE IL “MIRACOLO DELL’AMORE”: MENTRE JUDITH MALINA COMINCIÒ A DECLAMARE LA POESIA, I RAGAZZI DEL LIVING COMINCIARONO A FARE A MENO DEI LORO VESTITI… - VIDEO E TESTO INTEGRALE