ALL'OLTRETOMBA E RITORNO - UNA DONNA INDIANA DI 76 ANNI, CHE I FAMILIARI CREDEVANO MORTA DI COVID, SI SVEGLIA NELLA BARA POCO PRIMA DI ESSERE CREMATA - PRESA DAL PANICO, SI E' MESSA A PIANGERE E A URLARE - A QUEL PUNTO I PARENTI HANNO DECISO DI...

-

Condividi questo articolo


Dagotraduzione dal DailyMail

 

La famiglia di Shakuntala Gaikwad La famiglia di Shakuntala Gaikwad

Shakuntala Gaikwad, un'anziana signora, si è risvegliata improvvisamente nella sua bara poco minuti prima che la sua famiglia la cremasse. La donna, 76 anni, malata di Covid e respinta da numerosi ospedali, aveva perso conoscenza nell'attesa di un'ambulanza. La famiglia, convinta fosse morta, l'ha quindi preparata per la cremazione.

 

Ma pochi istanti prima che il forno si accendesse, Shakuntala si è svegliata in preda al panico e ha iniziato a piangere. A quel punto è stata portata in ospedale per essere assistita.

 

India India

L'anno scorso il ministero della Salute indiano ha pubblicato le linee guida per la cremazione delle persone morte di Covid, con misure speciali ordinate per evitare qualsiasi potenziale reinfezione.

Mappa Mappa Casi Covid indiani Casi Covid indiani

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA CANNES DEI GIUSTI - MARION COTILLARD PIANGE CALDE LACRIME DALL'INIZIO ALLA FINE, NEL NUOVO FILM DI ARNAUD DESPLECHIN  "FRERE ET SOEUR", DOVE DIVIDE LA SCENA PER DUE ORE COL FRATELLO MELVIL POUPAUD, UN BEL PO' PIACIONE – OTTIMO SPETTACOLO, PER CARITÀ, MA ABBIAMO GIÀ DATO, E MOLTO, AL CINEMA DI DESPLECHIN. CERTO I DUE PROTAGONISTI SONO PERFETTI A FARE I DUE FRATELLI STRONZI. OTTIMO PER LE SERATE INVERNALI. INSOPPORTABILE, OVVIO, MA VA GIÙ MEGLIO DI QUALSIASI FILM ITALIANO D'AUTORE…

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute