BIZZARRI TROMBATO, BIZZARRI SCATENATO – BEPPE COSTA È STATO NOMINATO NUOVO PRESIDENTE DELLA FONDAZIONE DI PALAZZO DUCALE AL POSTO DI LUCA BIZZARRI (CONFERMATA LA DIRETTRICE SERENA BERTOLUCCI) – IL COMICO, CHE LASCIA L'INCARICO DOPO 5 ANNI, HA SCRITTO UN LUNGO E AVVELENATO POST SU FACEBOOK: “IL SINDACO BUCCI MI HA FATTO UN DISCORSO SULLA PRECARIETÀ, LO TERRÒ NEL CUORE QUANDO DOVRÒ INVENTARMI SCUSE POCO PLAUSIBILI”. POI ACCUSA: “UNA CITTÀ DOVE TROPPE VOLTE CON LA SCUSA DELLA CULTURA SI SODDISFANO AMBIZIONI PERSONALI O, PEGGIO, SI FANNO AFFARI”

-

Condividi questo articolo


Michele Bompani per www.repubblica.it

 

Luca Bizzarri Luca Bizzarri

Nel pomeriggio la Regione e il Comune daranno l'annuncio ufficiale: il nuovo presidente della Fondazione di Palazzo Ducale sarà Beppe Costa, presidente di Costa Edutainment Spa - che a Genova gestisce l'Acquario e il sistema integrato Acquario Village - e presidente di Opera Laboratori Fiorentini, con cui gestisce importanti musei (dagli Uffizi a Palazzo Pitti alle Cappelle Medicee, a Firenze, fino al duomo di Siena). Costa prenderà il posto dell'attore Luca Bizzarri, che ha guidato il Ducale dal 2017.

 

giovanni toti marco bucci giovanni toti marco bucci

La notizia è trapelata a poche ore dall'inaugurazione della mostra dedicata a Rubens a Palazzo Ducale, e trova conferma in ambienti regionali e comunali. Rimarrà al suo posto Serena Bertolucci, direttrice della Fondazione Palazzo Ducale. Insieme al nuovo presidente, la Regione e il Comune, con il presidente Giovanni Toti e il sindaco Marco Bucci, presenteranno anche il nuovo consiglio di amministrazione, nel quale entrerà anche, indicato dalla Regione, Francesco Berti Riboli.

 

BEPPE COSTA BEPPE COSTA

Il presidente uscente, Luca Bizzarri, ha scritto un lungo post su Facebook per annunciare la fine del suo incarico e facendo un bilancio, non senza polemica, ringraziando innanzitutto l'assessora regionale Cavo che volle la sua nomina. "Mi ha appena chiamato il Sindaco Bucci per comunicarmi che il Cda di Palazzo Ducale è stato riformato e che io non ne farò più parte. Il Sindaco ha tenuto a ringraziarmi per il lavoro svolto e io ricambio il ringraziamento per l’opportunità che mi è stata data da lui, da Giovanni Toti ma soprattutto da chi mi ha davvero voluto lì: Ilaria Cavo, senza di lei non sarebbe successo nulla. Grazie davvero, Ilaria, e in bocca al lupo" e Bizzarri accenna all'elezione in Parlamento della Cavo.

 

serena bertolucci serena bertolucci

E prosegue, con punta polemica, contro il sindaco Bucci: "In quanto al motivo del cambiamento, assodato il fatto che sono stati raggiunti ottimi e insperati risultati in questi complicatissimi anni, mi è stato fatto un discorso su quanto tutti siamo precari a questo mondo, discorso che terrò nel cuore quando dovrò inventarmi delle scuse poco plausibili".

 

Spende parole di ringraziamento per la direttrice Bertolucci, confermata: "Spero sia tenuta in grande considerazione la persona che ha contribuito più di tutti (e a volte contro molti) alla rinascita e al consolidamento strutturale e culturale del Palazzo: Serena Bertolucci".

 

luca bizzarri luca bizzarri

E non risparmia stoccate pesanti che fatte da un amministratore pubblico risultano alquanto preoccupanti: "Una città dove troppe volte con la scusa della cultura si soddisfano ambizioni personali o, peggio, si fanno affari". Ringraziando la "squadra del Ducale", di tutti i professionisti che lo fanno funzionare, conclude: "Finisco il mio lavoro con la certezza di aver dato il massimo, di aver avuto qualche notte insonne, di aver fatto qualche errore e di essermi tolto più di una soddisfazione. C’è una nuova sala teatrale che senza sto rompicoglioni sarebbe rimasta una discarica, c’è un progetto avviato perché la Torre Grimaldina un giorno sia aperta e visitabile. Grazie a tutti, a chi mi è stato vicino per davvero, chi per finta e agli indignati e i detrattori un tanto al chilo. Viva la nostra meravigliosa città, viva Palazzo Ducale e viva chi da domani farà di tutto per farlo crescere ancora di più".

marco bucci marco bucci PALAZZO DUCALE GENOVA PALAZZO DUCALE GENOVA

 

MARCO BUCCI GENOVA MARCO BUCCI GENOVA

 

LUCA BIZZARRI LUCA BIZZARRI vespa luca bizzarri vespa luca bizzarri GENOVA PALAZZO DUCALE 3 GENOVA PALAZZO DUCALE 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI AQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)    

DAGOREPORT – L’INTELLIGENCE DI USA E IRAN HANNO UN PROBLEMA: NETANYAHU - L'OPERAZIONE “TERRORISTICA” CON CUI IL MOSSAD HA ELIMINATO IL GENERALE DELLE GUARDIE RIVOLUZIONARIE IRANIANE NELL'AMBASCIATA IRANIANA A DAMASCO E LA SUCCESSIVA TENSIONE CON TEHERAN NON È SPUNTATA PER CASO: È SERVITA AL PREMIER ISRAELIANO A "OSCURARE" TEMPORANEAMENTE LA MATTANZA NELLA STRISCIA DI GAZA, CHE TANTO HA DANNEGGIATO L'IMMAGINE DI ISRAELE IN MEZZO MONDO - NETANYAHU HA UN FUTURO POLITICO (ED EVITA LA GALERA) SOLO FINCHÉ LA GUERRA E LO STATO D'ALLARME PROSEGUONO...