I CINESI MANGIANO PANGOLINI E PIPISTRELLI E ORA FANNO GLI SCHIZZINOSI CON I NOSTRI INSACCATI - È ALLARME IN TUTTA ITALIA PER IL RITORNO DELLA PESTE SUINA. NON È TRASMISSIBILE AGLI ESSERI UMANI, MA È UN GROSSO GUAIO PER LE IMPRESE CHE PRODUCONO GLI INSACCATI. ALCUNI PAESI HANNO BLOCCATO LE IMPORTAZIONI DEI NOSTRI PRODOTTI. TRA QUESTI ANCHE LA CINA - L'EPIDEMIA HA COLPITO TUTTA EUROPA TRANNE LA FRANCIA, DOVE NON È STATO SEGNALATO NESSUN CASO. È UN MIRACOLO O DI LÀ DALLE ALPI HANNO FATTO I FURBETTI CON LE SEGNALAZIONI?

-

Condividi questo articolo


Carlo Ottaviano per "il Messaggero"

PESTE SUINA PESTE SUINA

 

Chiariamolo subito: per le persone non è un problema. A precisarlo in modo inequivocabile è il Ministero della Salute: «La Psa (peste suina africana) riguarda solo suini e cinghiali. Non è trasmissibile agli esseri umani».

 

In piena pandemia Covid e con le tante incertezze sull'origine del virus, all'indomani dell'ennesima micidiale influenza aviaria (13 milioni di polli e tacchini abbattuti negli ultimi due mesi in Italia) della peste suina avremmo fatto a meno.

 

carne cinese sequestrata carne cinese sequestrata

Ma proprio per frenarla i ministri Speranza e Patuanelli hanno firmato un'ordinanza che « consente alle attività produttive di continuare a lavorare in sicurezza, fornendo rassicurazioni in merito al nostro export». Ma ormai è allarme generalizzato in tutto il Paese, nonostante i casi accertati siano finora solo una decina, concentrati in Piemonte (zona di Ovada in provincia di Alessandria) e Liguria (a cavallo tra Genova e Savona).

 

Dall'analisi sul fegato prelevato dalle carcasse dei cinghiali morti è emerso che non ci sono collegamenti col ceppo della malattia da anni sotto controllo in Sardegna e sostanzialmente debellata.

roberto speranza roberto speranza

 

«Il virus riscontrato in Piemonte ha precisato il Ministero - è geneticamente diverso da quello circolante nell'isola, e corrisponde a quello presente in Europa da alcuni anni». Nel 2007 una prima epidemia di Psa era esplosa in alcuni paesi dell'Est (Georgia, Armenia, Azerbaigian), per diffondersi poi - nel 2014 - in Polonia, Lettonia, Estonia e nelle più vicine Germania e Belgio, prima dei casi della scorsa settimana in Italia.

 

E qui ci sarebbe già un primo punto misterioso da chiarire: dalla Francia in tutti questi anni nessuna segnalazione di focolai. «Permettetemi un sospetto, è come se i cinghiali volassero per arrivare in Italia senza toccare alcuni territori?», commenta Luigi Scordamaglia, presidente di Assocarni.

 

«DANNO IMMENSO»

wet market cina wet market cina

Le preoccupazioni maggiori - più che per la salute umana arrivano infatti proprio dagli operatori di uno dei settori di eccellenza del Made in Italy che vale circa 1,7 miliardi di esportazioni tra carne suina e insaccati. Già alcuni paesi Cina, Giappone, Taiwan, Kuwait, Svizzera hanno bloccato nei giorni scorsi le importazioni dall'Italia.

 

«Un danno di almeno 20 milioni di euro per ogni mese di sospensione del nostro export», stima Davide Calderone, direttore di Assica, l'associazione di settore. L'emergenza dal punto di vista epidemologico sembra sotto controllo. Al Ministero è stata attivata l'Unità di crisi centrale che ha definito la zona rossa tra Piemonte e Liguria, vietando qualsiasi attività agricola e l'accesso del pubblico nella zona infetta.

 

PESTE SUINA PESTE SUINA

Allerta alto in tutte le regioni perché si tratta di una malattia estremamente contagiosa per i maiali. Non esistendo vaccini e cure, l'unica difesa è il contenimento degli ungulati malati. Quasi sempre sono i cinghiali allo stato brado a trasmettere la malattia. Liberi di avvicinarsi alle zone abitate, sono il tramite più efficace di diffusione del virus quando entrano in contatto con allevamenti di suini.

 

LE SEGNALAZIONI

padova sequestrata carne cinese con peste suina padova sequestrata carne cinese con peste suina

Ma come bloccarli? I numeri denunciano Confagricoltura, Coldiretti e Cia - parlano chiaro: in circolazione ci sono due milioni di cinghiali. Le segnalazioni si ripetono in moltissime grandi città: l'ultima, ieri a Roma, quando una intera famiglia di 12 capi si aggirava nelle vicinanze del Policlinico Gemelli. Per cercare di contenere l'emergenza sono importanti anche i comportamenti dei singoli, tenendo conto che la malattia si trasmette anche quando i suini mangiano carni o prodotti a base di carne scaduta o di animali infetti e scarti di cucina.

maiali in cina 3 maiali in cina 3

 

Importante, quindi, non disperdere nell'ambiente i rifiuti. Inoltre, basta anche solo il contatto con qualsiasi oggetto contaminato dal virus, come abbigliamento, veicoli e altre attrezzature. E naturalmente sono letali i morsi di zecche infette. In genere la morte dei suini avviene nel giro di una decina di giorni da quando hanno contratto il virus.

padova sequestrata carne cinese con peste suina 1 padova sequestrata carne cinese con peste suina 1 mercato cinese mercato cinese

peste suina peste suina maiali in cina maiali in cina

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

"LA 'DIVERSITÀ' GRILLINA HA RETTO POCHI ANNI: LA PRESUNZIONE NON FA MENO DANNI ALLA POLITICA DELL’IMMORALITA’" – MICHELE SERRA: “BEPPE GRILLO È SOTTO INCHIESTA. È PURO CINISMO COMPIACERSI DEL FALLIMENTO DEI TENTATIVI DI MORALIZZAZIONE. MA È PURA STUPIDITÀ NON LEGGERE, NEL DISFACIMENTO STRUTTURALE DEL GRILLISMO, LA MERITATA SCONFITTA DELL'IMPROVVISAZIONE E DELLA PRESUNZIONE" – LA PARABOLA DI GRILLO: "DALLO SHOW BUSINESS ALLA FANGOSA ROUTINE GIUDIZIARIA, COME UN SOTTOSEGRETARIO O ASSESSORE, DI QUELLI CHE PIGLIAVA PER I FONDELLI AI TEMPI D'ORO"

business

SIAMO UOMINI O GENERALI?  - ORA CHE CALTAGIRONE E DEL VECCHIO (VIA BARDIN) SI SONO SFILATI DAL CDA, È TUTTO PRONTO PER LA BATTAGLIA FINALE SUL LEONE DI TRIESTE: MA CHI SARANNO I SOLDATI DEI DUE SCHIERAMENTI? DA UN LATO CI SARÀ LA LISTA DEL CDA, CHE RICANDIDERÀ DI CERTO DONNET (GALATERI È IN FORSE) - DALL’ALTRA PARTE CI SONO I “PATTISTI”: IN PISTA PER LA PRESIDENZA LA PRESIDENTE DI MPS PATRIZIA GRIECO E SERGIO BALBINOT. PER IL POSSIBILE AD SI FANNO I NOMI DI TERZIARIOL, DE GIORGI E DELL’AMMINISTRATORE DELEGATO DI POSTE DEL FANTE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute