LA FREGATURA DELL’APP “IMMUNI”, PER TRACCIARE I CONTATTI DELLE PERSONE CONTAGIATE: SARÀ VOLONTARIA MA CHI NON LA SCARICA AVRÀ LIMITI ALLA MOBILITÀ - PER ESSERE UTILE DOVRÀ ESSERE SCARICATA ALMENO DAL 60% DELLA POPOLAZIONE - L'ALTERNATIVA, SOPRATTUTTO PER GLI ANZIANI, E’ UN BRACCIALETTO ELETTRONICO…

-

Condividi questo articolo


Lorenzo Salvia per il “Corriere della Sera”

 

coronavirus smartphone coronavirus smartphone

Il tema è delicato, perché incrocia la tutela della privacy e l' efficacia dei controlli decisivi per la fase 2, cioè per la riapertura del Paese. Immuni è la app scelta dal governo per tracciare i contatti delle persone contagiate, in modo da contenere gli effetti di un' eventuale seconda ondata. Per essere utile alla causa dovrà essere scaricata almeno dal 60% della popolazione. Altrimenti i contatti mappati, nel rispetto della privacy delle singole persone viste che tutte le informazioni sarebbero anonimizzate, non sarebbero sufficienti a tenere sotto controllo la situazione.

 

tracetogether app singapore 1 tracetogether app singapore 1

Per questo serve un incentivo che spinga il maggior numero possibile di italiani a scaricare la app sul proprio telefonino che potrebbe prendere la forma di un braccialetto per le persone anziane, poco abituate agli smartphone ma più esposte a rischi del Covid 19. Un' idea per l' incentivo potrebbe essere quella di lasciare che la possibilità di scaricare la app, o indossare il braccialetto, resti volontaria. Come del resto già chiarito dal governo.

 

Domenico Arcuri Domenico Arcuri

Ma prevedere che per chi sceglierà di non scaricarla, restino delle limitazioni nella mobilità. Cosa si intende di preciso con limitazioni alla libertà di movimento resta ancora da chiarire. Non l' obbligo di restare in casa, non sarebbe possibile. Ma ci potrebbe essere una stretta sugli spostamenti che invece per tutti gli altri, nella fase 2, saranno consentiti progressivamente.

 

La proposta, ancora in fase di elaborazione, potrebbe essere formalizzata nei prossimi giorni dalla commissione tecnico-scientifica, d' accordo con Domenico Arcuri, il commissario straordinario che ha firmato l' ordinanza proprio per l' app, e d' intesa anche con la task force guidata da Vittorio Colao. La decisione finale, naturalmente, spetta al governo.

 

Condividi questo articolo

media e tv

CIAK, MI GIRA - IN UNA SETTIMANA ANCORA DOMINATA DAI MONDIALI DI CALCIO E CON I MASCHI ANCORA ATTACCATI AL TELEVISORE, VINCE NEL WEEKEND, UN PO’ A SORPRESA, UNA COMMEDIA ITALIANA, “VICINI DI CASA”, 606 MILA EURO CON 460 SALE. SECONDO POSTO, SEMPRE NEL WEEKEND, PER IL POTENTE “IL GATTO CON GLI STIVALI 2” – “’BONES AND ALL’, CHE SEGUITA A PIACERE MOLTO SOPRATTUTTO AL PUBBLICO FEMMINILE DA CINEMA D’ARTE, È SESTO, 274 MILA EURO NEL WEEKEND E UN TOTALE DI 1 MILIONE DI EURO FINALMENTE RAGGIUNTO – VIDEO

politica

business

VA SEMPRE IN CULO AI DIPENDENTI – C’È ARRIVATA ANCHE BANKITALIA: LA MANOVRA ACCRESCE LA DISCREPANZA DI TRATTAMENTO TRA LAVORI DIPENDENTI E AUTONOMI. I PRIMI, CHE NON POSSONO EVADERE VISTO CHE LE IMPOSTE VENGONO LORO TRATTENUTE NELLO STIPENDIO, CONTINUERANNO A PAGARE LE TASSE PER TUTTI. E LE PARTITE IVA INVECE SARANNO ANCORA PIÙ  FAVORITE DALLA FLAT TAX: “IN UN PERIODO DI INFLAZIONE ELEVATA LA COESISTENZA DI UN REGIME A TASSA PIATTA E UNO SOGGETTO A PROGRESSIVITÀ COME L'IRPEF COMPORTA UN'ULTERIORE PENALIZZAZIONE PER CHI SOGGETTO A QUEST'ULTIMO"

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

COPRITEVI, STA ARRIVANDO UN'ONDATA DI INFLUENZA “AUSTRALIANA”: NELLA SETTIMANA DAL 20 AL 27 NOVEMBRE, E' STATO COLPITO IL 13% DEGLI ITALIANI COME CI PROTEGGE? CON I FARMACI ANTIPIRETICI, PER FAR ABBASSARE LA FEBBRE. NON SONO INDICATI GLI ANTIBIOTICI PERCHÉ L'INFLUENZA È UNA MALATTIA VIRALE, NON BATTERICA. POSSONO ESSERE UTILI SEDATIVI PER LA TOSSE E AEROSOL - I SINTOMI TIPICI DELL'INFLUENZA SONO TRE: FEBBRE ALTA, TOSSE E DOLORI MUSCOLARI - LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE GUARISCE IN 7-10 GIORNI…