INTELLO’ IN COPIA CONFORME - BUTTAFUOCO: “NESSUNO TRA GLI ARTISTI, SCRITTORI, INTELLETTUALI, SI AZZARDA A SCONFINARE OLTRE IL RECINTO PERBENISTA. I PROTAGONISTI DELLO STARSYSTEM FANNO A GARA PER FARSI SOTTERRARE ALL'OMBRA DI LAPIDI RISPETTABILI MENTRE UN WOODY ALLEN - UN GENIO DELLA CINEMATOGRAFIA - È GIÀ UN CEFFO RATTUSO SU CUI SPUTACCHIARE. NON ESISTE PIÙ L'ISTINTO SOVVERTITORE E L'ANIMA DIONISIACA DELLA NOSTRA SCHIATTA È CONCULCATA DALLO GNAO-GNAO DELL'ETICA”

-

Condividi questo articolo

Pietrangelo Buttafuoco per il “Fatto quotidiano”

 

PIETRANGELO BUTTAFUOCO PIETRANGELO BUTTAFUOCO

A un certo punto, in Cyrano mon amour - il film di Alexis Michalik dove si racconta com' è nato il capolavoro di Edmond Rostand - c' è una battuta che parla al nostro tempo: "Gli artisti devono essere dei fuorilegge, ricordatevi che all'epoca di Moliere gli attori venivano seppelliti in terra sconsacrata". E il punto è proprio questo: l'arte - e dunque l'immaginazione, la fantasia e la creazione - soccombe sotto la cappa del moralismo.

 

Tutti i protagonisti dello starsystem fanno a gara per farsi sotterrare all'ombra di lapidi rispettabili mentre un Woody Allen - un genio della cinematografia - è già un ceffo rattuso su cui sputacchiare, con le sentenze definitive, scaracchi di oblio. E chissà cosa ne sarebbe stato, di questi tempi, di un Federico Fellini - orgiastico tra le dilaganti tette della tabaccaia - oppure di un Carmelo Bene pronto a sbottonarsi sul palcoscenico per marcare, nel tracciato animalesco, il territorio dell' eros tra scena e o-sceno.

carmelo bene carmelo bene

 

Nessuno tra gli artisti - e così gli scrittori, ma anche gli intellettuali - si azzarda a sconfinare oltre il recinto perbenista. Il ceto dei colti in Italia è un monolite di compassata ragionevolezza; a guardarli in faccia, infatti, a leggerne i libri e a vederne i film, tutti gli autori della scena a noi contemporanea non somigliano agli artisti fuorilegge evocati nel Cyrano, tutt'altro.

 

Le figurine nell'album degli alfabeta sembrano ambire a una caserma dove ognuno gareggia a essere uguale. E sono tutti dei carabinieri a cavallo i registi, i grandi musicisti, gli intrattenitori e perfino le porno star, premurosamente devote al dildo equo-solidale.

Dall'alto dei loro premi, dei loro giornali e dalle loro prebende - nelle casematte residue dell'egemonia culturale che fu - è certo che se si facesse l'esperimento di chiamarli a scegliere tra Pinocchio in catene e le guardie, i suddetti graduati dell'élite culturale se ne starebbero dalla parte dei mustacchi in uniforme e giammai con la trasgressione.

 

diane keaton woody allen diane keaton woody allen

Un mio amico iraniano spiega la difformità tra il loro mondo chiuso e il nostro - così libero, così emancipato - in questo modo: la differenza è che a Teheran c'è la censura mentre da voi ci sono i tabù; la censura si può aggirare ma i tabù, purtroppo per voi, no, non si possono evitare, sono inviolabili".

 

Non c'è posto peggiore, per chi ama i libri, delle librerie le cui vetrine traboccano delle porcherie più conformi al dettato ciripiripì monocratico; non esiste più l' istinto sovvertitore e l' anima dionisiaca della nostra schiatta è conculcata dallo gnao-gnao dell' etica, quell'etichetta di correttezza cui i parrucconi della cultura sono riusciti a relegare la parola, l'invenzione, lo stupore e l'attesa.

 

caravaggio caravaggio

Ebbene sì, quell' istante in cui la mano mette "mano" alla rivolta: Rissa in Galleria di Umberto Boccioni, La Rissa di Fortunato Depero, le tele di Francis Bacon poi, oppure - indietro nel tempo - l'opera pittorica del Caravaggio o, saltando di palo in frasca, di nota in note, quel repertorio degli Area oggi impossibile già immaginare se tra i rapper prevale il formaggino buono al più per i Giamburrasca dell' adolescenza e non certo per un Albert Camus (o per un Ernest Junger il cui monito è sempre quello: "Meglio delinquente che borghese"). La famosa libertà è vigilata, ed è consacrata. Al dildo equo-solidale. A un certo punto è finita così.

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL REGNO UNITO STUDIA DA PARADISO FISCALE. IL PIANO DI BORIS JOHNSON – LA BREXIT CHIUDE AGLI STRANIERI, NON A MERCI E CAPITALI. “IL REGNO UNITO SARÀ IL SUPERMAN DEL LIBERO SCAMBIO" – E ALLORA PERCHE’ COME RIPORTA IL FINANCIAL TIMES IL GOVERNO INGLESE HA FATTO RICHIESTA PER UN FINANZIAMENTO DAL "SOLIDARITY FUND" DELL’UE PER FAR FRONTE AI DANNI DOVUTI ALLE ALLUVIONI DELLO SCORSO DICEMBRE (UNA SOLUZIONE “LAST MINUTE” PER BENEFICIARE FINO ALL’ULTIMO DELLA MEMBERSHIP EUROPEA TANTO OSTRACIZZATA)?

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

QUESTA È UNA BRUTTA NOTIZIA: SALGONO A 14 I CASI IN LOMBARDIA, 5 SONO GRAVI, 2 ANZIANI POSITIVI AL TEST IN VENETO (UNO E' IN CONDIZIONI CRITICHE) - 50MILA IN ISOLAMENTO NEL LODIGIANO - ECCO CHI SONO LE PERSONE CONTAGIATE - IL MEDICO DI BASE DEL CONTAGIATO DI CODOGNO HA LA POLMONITE. IL DOTTORE SAREBBE RICOVERATO A MILANO, DOPO AVERLO VISITATO NEI GIORNI SCORSI. E DOPO DI LUI, AVRÀ VISTO ALTRI PAZIENTI… - I GENITORI: ''NOSTRO FIGLIO È GRAVISSIMO, SIAMO DISTRUTTI. NOI NON ABBIAMO SINTOMI, MA NON POSSIAMO DIRE CHE STIAMO BENE'' - OMS: ''LA FINESTRA PER CONTENERE IL VIRUS SI RESTRINGE''