IL MIO GROSSO GRASSO MATRIMONIO INDIANO – È PREVISTO ANCHE UN CONCERTO DI ANDREA BOCELLI A PORTOFINO PER L’ENNESIMA FESTAZZA PRE-NOZZE DI ANAT AMBANI E RASHIKA MECHANT – IL RAM-POLLO È FIGLIO DELL’UOMO PIÙ RICCO DELL’INDIA E STA ORGANIZZANDO UNA CROCIERA NEL MEDITERRANEO PER I SUOI 800 INVITATI CHE PARTIRÀ DA PALERMO, ATTRACCHERÀ A CIVITAVECCHIA PER POI CONTINUARE IN DIREZIONE PORTOFINO E SUD DELLA FRANCIA – LE NOZZE SONO PREVISTE IL 12 LUGLIO A LONDRA, MA PRIMA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Bettina Bush per www.repubblica.it

 

anant ambani e radhika merchant 1 anant ambani e radhika merchant 1

Per gli indiani il matrimonio è una faccenda molto seria. La famiglia Ambani prima del grande giorno, che si dice si terrà a Londra il 12 luglio, è ancora una volta al centro dei media internazionali per le sue sontuose feste di preparazione alle nozze, che avranno come scenografia anche Portofino. I protagonisti sono Anant, il più giovane dei figli Ambani, di 28 anni e Radhika, di 29.

 

Dopo la festa in India dello scorso marzo, si sta organizzando a bordo della lussuosa nave crociera Celebrity Ascent, la seconda, che come tradizione durerà più giorni, con un intenso viaggio che inizierà in Italia, a Palermo a fine maggio, toccherà Civitavecchia, e Portofino, per finire probabilmente nel sud della Francia. Circa 800 gli invitati, molte star del mondo di Bollywood, coccolati da da uno staff di 600 persone.

 

bocelli bocelli

Proprio sabato 1 giugno ci sarà la grande serata a Portofino con Il concerto di Bocelli in piazzetta, il borgo non sarà chiuso, ma ci saranno accessi controllati dal pomeriggio. In India invece aveva cantato Rihanna, pagata oltre 6 milioni di dollari per una festa che si dice sia costata sui 120 milioni di sterline, e non sono mancate le critiche.

[…] Reliance Industries, fondata dalla famiglia che oggi si occupa prevalentemente di telecomunicazioni, fattura 111 miliardi di dollari e per Bloomberg Mukesh Ambani è l’indiano più ricco e l’undicesimo al mondo.

 

anant ambani e radhika merchan anant ambani e radhika merchan

Una fortuna cominciata con il padre Dhirubhai che lavorava in una stazione di benzina; sicuramente uomo dal grande intuito per gli affari: in pochi anni ha fondato una delle principali aziende di prodotti petrolchimici. Ma nelle famiglie non mancano mai gli imprevisti. Morto improvvisamente Dhirubhai, lasciò il suo impero ai due figli Mukesh e Anil che non sono mai riusciti ad andare d’accordo nella vita, e nel lavoro, dando vita a una vera saga famigliare con numerosi colpi di scena, dove il vincitore oggi è sicuramente Mukesh […]

andrea bocelli andrea bocelli BOCELLI INTER BOCELLI INTER andrea bocelli andrea bocelli

anant ambani radhika merchant 3 anant ambani radhika merchant 3 anant ambani 1 anant ambani 1 anant ambani radhika merchant 4 anant ambani radhika merchant 4 anant ambani 3 anant ambani 3 MUKESH AMBANI MUKESH AMBANI MUKESH AMBANI MUKESH AMBANI anant ambani radhika merchant 1 anant ambani radhika merchant 1 anant ambani radhika merchant 2 anant ambani radhika merchant 2 John Elkann e Lavinia Borromeo ai festeggiamenti pre-matrimonio di Anant Ambani e Radhika John Elkann e Lavinia Borromeo ai festeggiamenti pre-matrimonio di Anant Ambani e Radhika John Elkann e Lavinia Borromeo ai festeggiamenti pre-matrimonio di Anant Ambani e Radhika John Elkann e Lavinia Borromeo ai festeggiamenti pre-matrimonio di Anant Ambani e Radhika anant ambani radhika merchant 5 anant ambani radhika merchant 5 FAMIGLIA AMBANI - CERIMONIA DI FIDANZAMENTO FAMIGLIA AMBANI - CERIMONIA DI FIDANZAMENTO

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ

LA MELONI È PRONTA A SOSTENERE URSULA AL CONSIGLIO EUROPEO E PROVA A CONVINCERE ORBAN A FARE LO STESSO: È LA SUA MIGLIORE CHANCE PER CONTARE QUALCOSA – DOPO LE EUROPEE, AL G7 LA SORA GIORGIA SARÀ MESSA ALL’ANGOLO DAGLI AVVELENATI MACRON E SCHOLZ, CHE FORZERANNO SULL’USO DEGLI ASSET RUSSI PER L’UCRAINA – SOCIALISTI MALE MA NON MALISSIMO – IL CROLLO DI SCHOLZ CAUSATO DALL’ECONOMIA TEDESCA E LA STRATEGIA KAMIKAZE DI MACRON CHE HA DECISO DI PORTARE LA FRANCIA AL VOTO ANTICIPATO PER...

FLASH – COME HA PRESO GIAMPAOLO ROSSI LE DICHIARAZIONI PUBBLICHE DI ROBERTO SERGIO, CHE HA RIVELATO L’ESISTENZA DI UN “PATTO” PER DIVENTARE DIRETTORE GENERALE? MALISSIMO! L’AD IN PECTORE, IN QUOTA COLLE OPPIO, È INFURIATO PER LO STRAPPO POCO ISTITUZIONALE. MA IN RAI SONO TUTTI STRANITI PER LA SPARATA, DIRIGENTI, DIRETTORI E MEMBRI DEL CDA, A PARTIRE DALLA PRESIDENTE MARINELLA SOLDI. E AL MEF NON HANNO PRESO AFFATTO BENE IL FATTO CHE SERGIO SI SIA SOSTITUITO A LORO NEL CAMPO DELLE NOMINE – SECONDO PUNTO: QUANDO SERGIO DICE CHE SERENA BORTONE ANDAVA LICENZIATA, PERCHÉ NON L’HA FATTO? EPPURE DA AD, AVEVA L’AUTORITÀ E IL POTERE SUFFICIENTE PER MANDARE A CASA LA CONDUTTRICE “ANTIFASCISTA”