UNA PALLA DI FUOCO SU MOSCA – UN AEREO DELL’AEROFLOT SI INCENDIA DURANTE L’ATTERRAGGIO D'EMERGENZA NELLA CAPITALE RUSSA: 41 DELLE 78 PERSONE A BORDO SONO MORTE - LA VERSIONE PIÙ ACCREDITATA DELL'ACCADUTO È CHE UN FULMINE ABBIA COLPITO IL VELIVOLO, PROVOCANDO UN INCENDIO GIÀ IN VOLO - SECONDO UN'ALTRA VERSIONE, LE FIAMME SAREBBERO INIZIATE PER VIA DEL BRUSCO IMPATTO COL SUOLO – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

Da repubblica.it

 

AEREO IN FIAMME MOSCA 4 AEREO IN FIAMME MOSCA 4

Un aereo passeggeri Sukhoi della compagnia di bandiera russa Aeroflot ha preso fuoco e ha compiuto un atterraggio d'emergenza nell'aeroporto moscovita di Sheremetevo:  secondo le fonti ufficiali, 41 delle 78 persone a bordo sono morte, secondo fonti investigative citate dall'agenzia di informazione russa Interfax. Tra loro anche 2 bambini.

 

Una parte dei passeggeri è stata messa con gli scivoli d'emergenza mentre l'aereo continuava a bruciare sulla pista, sollevando in aria una grande colonna di fumo nero. Nelle immagini diffuse online si vede l'aereo in fiamme avvolto da una grande nube di fumo nero. Si intravedono anche delle persone che corrono allontanandosi dal velivolo e vari mezzi dei vigili del fuoco in arrivo.

 

 

AEREO IN FIAMME MOSCA 3 AEREO IN FIAMME MOSCA 3

 

L'aereo di linea, secondo quanto riferito da una fonte all'agenzia Interfax, ha tentato una prima volta l'atterraggio d'emergenza senza riuscire, poi al secondo tentativo ha colpito il suolo con il carrello e con la parte anteriore, quindi si è incendiato.

 

Il volo della compagnia di bandiera russa era decollato per Murmansk alle 17.50 ora locale (le 16.50 in Italia) e subito dopo ha chiesto un atterraggio di emergenza e ha iniziato a tornare indietro.

 

AEREO IN FIAMME MOSCA AEREO IN FIAMME MOSCA

La versione per ora più accredita dell'accaduto è che un fulmine abbia colpito il velivolo, provocando un incendio già in volo. Al momento del decollo c'erano nubi temporalesche uno a diecimila metri di altezza, hanno fatto sapere gli esperti del servizio metereologico. Altre fonti, citate dai media locali, riferiscono che un passeggero ha notato del fuoco su una delle ali e così l'equipaggio ha deciso di tornare a Sheremetevo.

 

 

Secondo un'altra versione, le fiamme sarebbero iniziate per via del brusco impatto col suolo. L'incendio è stato domato, ma ha completamente distrutto tutta la coda dell'aeromobile. Un comunicato diffuso da Aeroflot ha spiegato che il velivolo è stato costretto a tornare indietro per "motivi tecnici" e conferma le informazioni sull'incendio ai motori. "E' stata creata una commissione per indagare sulle cause delle circostanze dell'incedente", ha aggiunto la compagnia aerea.

 

Il Sukhoi Superjet-100 coinvolto nell'incedente era nuovo, il suo anno di produzione è il 2018, a quanto ha riferito la Tass. L'incidente mette a rischio il futuro del Sukhoi Superjet-100, primo aereo di linea passeggeri progettato in Russia dopo la caduta dell'Urss, ma che fin da subito ha fatto fatica ad affermarsi sul mercato.

AEREO IN FIAMME MOSCA 1 AEREO IN FIAMME MOSCA 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL REGNO UNITO STUDIA DA PARADISO FISCALE. IL PIANO DI BORIS JOHNSON – LA BREXIT CHIUDE AGLI STRANIERI, NON A MERCI E CAPITALI. “IL REGNO UNITO SARÀ IL SUPERMAN DEL LIBERO SCAMBIO" – E ALLORA PERCHE’ COME RIPORTA IL FINANCIAL TIMES IL GOVERNO INGLESE HA FATTO RICHIESTA PER UN FINANZIAMENTO DAL "SOLIDARITY FUND" DELL’UE PER FAR FRONTE AI DANNI DOVUTI ALLE ALLUVIONI DELLO SCORSO DICEMBRE (UNA SOLUZIONE “LAST MINUTE” PER BENEFICIARE FINO ALL’ULTIMO DELLA MEMBERSHIP EUROPEA TANTO OSTRACIZZATA)?

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

QUESTA È UNA BRUTTA NOTIZIA: SALGONO A 14 I CASI IN LOMBARDIA, 5 SONO GRAVI, 2 ANZIANI POSITIVI AL TEST IN VENETO (UNO E' IN CONDIZIONI CRITICHE) - 50MILA IN ISOLAMENTO NEL LODIGIANO - ECCO CHI SONO LE PERSONE CONTAGIATE - IL MEDICO DI BASE DEL CONTAGIATO DI CODOGNO HA LA POLMONITE. IL DOTTORE SAREBBE RICOVERATO A MILANO, DOPO AVERLO VISITATO NEI GIORNI SCORSI. E DOPO DI LUI, AVRÀ VISTO ALTRI PAZIENTI… - I GENITORI: ''NOSTRO FIGLIO È GRAVISSIMO, SIAMO DISTRUTTI. NOI NON ABBIAMO SINTOMI, MA NON POSSIAMO DIRE CHE STIAMO BENE'' - OMS: ''LA FINESTRA PER CONTENERE IL VIRUS SI RESTRINGE''