"LE NOZZE SONO ALLUCINANTI E QUINDI PERFETTE PER LA TELEVISIONE" - COSTANTINO DELLA GHERARDESCA E' IL NUOVO CONDUTTORE DEL PROGRAMMA SKY "QUATTRO MATRIMONI" - "QUANDO ORGANIZZANO LA CERIMONIA LE PERSONE NON SI RENDONO CONTO DELLA PUNIZIONE CHE INFLIGGONO AGLI INVITATI. ME NE RICORDO UNO. HO DOVUTO CAMBIARE 4 ABITI, FARE 3 CAMBI DI TRENI, INDOSSARE GIACCA E CRAVATTA CON 38 GRADI PER POI MANGIARE DEI FRITTI IN UN CLIMA DA TRIPOLI..."- "NON MI SPOSERO'. NESSUNO VUOLE..."

-

Condividi questo articolo


Chiara Maffioletti per il corriere.it

 

Quattro Matrimoni - Costantino della Gherardesca Quattro Matrimoni - Costantino della Gherardesca

«Diciamoci la verità, i matrimoni sono allucinanti e, come tutte le cose spaventose, sono perfetti per la televisione». Costantino Della Gherardesca è il nuovo conduttore di «Quattro matrimoni» (prodotto da Banijay), al via il 10 ottobre, ogni domenica alle 21.15 su Sky Uno.

 

Questo è anche il primo tassello del presentatore in Sky, dopo anni di Rai. «Non sono come Ronaldo che passa dalla Juventus al Manchester United: è come se giocassi per la stessa squadra ma con proprietari diversi. Spero che siano di larghe vedute e non si scandalizzino davanti alla mia perversa visione del mondo», commenta.

 

Quattro Matrimoni 2 Quattro Matrimoni 2

Al momento, i più perversi sembrano loro ad aver voluto una figura come la sua alla guida di un programma che è una sfida tra sposi. «Quando organizzano un matrimonio - riprende - le persone non si rendono conto della punizione che infliggono agli invitati. Me ne ricordo uno nella Death Valley piemontese dove ho dovuto cambiare 4 abiti, fare 3 cambi di treni e indossare giacca e cravatta con 38 gradi per poi mangiare dei fritti in un clima da Tripoli».

 

Se ha accettato di condurre questo show è perché «la versione originale è riuscita a trovare il comico e l’intrattenimento nella maniera più semplice: dando una lettura ironica a un evento pensato per essere tutt’altro».

 

costantino della gherardesca costantino della gherardesca

Durante le prime registrazioni, ha già imparato qualcosa: «Vedendo la ferocia e la determinazione delle spose ho avuto l’ennesima conferma che nel nostro Paese le donne sono decisamente più determinate, aperte di mente e pronte a combattere degli uomini». Ma se deve dire cosa spinge due persone a sposarsi, la risposta è «convenzione sociale: l’amore è una costruzione culturale. Detto questo la situazione è degenerata e sempre meno persone, persino i più allegri abitanti del paese reale, credono alla fiaba del compagno di vita».

 

Tra questi, c’è anche lui: «Ahimè non vedo un matrimonio nel mio futuro: è complicato che qualcuno entri in una relazione con un uomo privatamente prepotente come me, che si nutre solo di riso indiano e Redbull senza zucchero. Farei l’immane sforzo di sposarmi e condividere degli enormi spazi comuni solo con un uomo di una ricchezza offensiva».

 

costantino della gherardesca costantino della gherardesca

Se deve scegliere il matrimonio migliore a cui è stato, cita quello di Giorgio Gherarducci della Gialappa: «L’ha fatto in città, a Milano: è bastato prendere un taxi e in 5 minuti ero lì. Non c’erano cigni di ghiaccio, non c’erano uomini col gel nei capelli, ma soprattutto non c’erano bambini che correvano nei prati».

 

Nel 2022 debutterà il suo primo «Pechino Express» targato Sky: soddisfatto del cast? «Rita Rusic è una donna di carattere, sarebbe diventata una personalità in qualsiasi campo, anche al Pentagono. Una sorpresa saranno i divulgatori scientifici». È in gara anche la sua amica, Victoria Cabello: «La adoro, ma le darò indicazioni sbagliate facendola finire in un burrone».

 

costantino della gherardesca costantino della gherardesca

Lui dalla Rai è ora un volto Sky: il contrario di Alessandro Cattelan: «Ho fatto il percorso inverso. Siamo diametralmente opposti: lui è buono, bello, semplice, ha dei figli, una vita stabile. Io ho avuto una vita leggermente più complessa, sono fuori forma, non ho mai toccato un passeggino. Viviamo a Milano, solo che lui è una persona socievole con centinaia di amici, io sono un genere sempre più di minoranza... appartengo agli anni della Guerra Fredda, non alla Milano delle piste ciclabili».

costantino della gherardesca alla presentazione di pechino express 1 costantino della gherardesca alla presentazione di pechino express 1 COSTANTINO DELLA GHERARDESCA APRI E VINCI COSTANTINO DELLA GHERARDESCA APRI E VINCI COSTANTINO DELLA GHERARDESCA COSTANTINO DELLA GHERARDESCA costantino della gherardesca costantino della gherardesca costantino della gherardesca costantino della gherardesca

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute