I SEGRETI DELLA MONNA LISA – LA MISTERIOSA OPERA DI LEONARDO DA VINCI NON SMETTE DI RISERVARCI SORPRESE: DALL’ANALISI MULTISPETTRALE DELLO SCIENZIATO PASCAL COTTE È EMERSO CHE L’ARTISTA HA USATO LA TECNICA DELLO SPOLVERO CHE GLI AVREBBE PERMESSO DI TRASFERIRE UNO SCHIZZO SULLA TELA DI LEGNO USANDO POLVERE DI CARBONE -  NON SOLO: C’È UN PICCOLO DETTAGLIO ACCANTO ALLA TESTA CHE…

-

Condividi questo articolo

DAGONEWS

 

monna lisa leonardo da vinci 2 monna lisa leonardo da vinci 2

È una delle opere più famose di Leonardo da Vinci, ma ancora oggi dopo secoli la Gioconda è in grado di riservare sorprese. Come quelle scoperte dall’analisi multispettrale effettuata dallo scienziato Pascal Cotte che ha scoperto una serie di dettagli sorprendenti che potrebbero mandare in frantumi una serie di convinzioni sul dipinto.

 

Usando il Layer Amplification Method (LAM) su immagini scattate da una fotocamera multispettrale in grado di rilevare la luce riflessa su 13 lunghezze d'onda, si è scoperto che Leonardo ha usato una tecnica chiamata spolvero che avrebbe permesso al pittore rinascimentale di trasferire uno schizzo sulla sua tela di legno usando polvere di carbone.

 

monna lisa leonardo da vinci 1 monna lisa leonardo da vinci 1

I segni, che suggeriscono che l’opera non fosse interamente realizzata a mano libera, sono già stati scoperti anche in altre opere di Leonardo da Vinci. Sotto la Gioconda, sono stati trovati segni di spolvero lungo l'attaccatura dei capelli e la mano.

 

Appena a destra della testa si nota quella che sembrava essere la parte superiore di una forcina. Il signor Cotte ha detto: «Questa forcina sospesa in cielo appena a destra della testa della Monna Lisa non può appartenere al ritratto perché nella città di Firenze non era di moda all'epoca».

la gioconda monna lisa la gioconda monna lisa

Il signor Cotte afferma che questo tipo di forcina era più tipicamente utilizzato per una "donna irreale come una dea", come allegoria della giustizia o della bontà, o in un dipinto della Vergine Maria.

leonardo da vinci autoritratto leonardo da vinci autoritratto la gioconda dettaglio del viso la gioconda dettaglio del viso il sorriso della gioconda il sorriso della gioconda monna lisa 1 monna lisa 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute