VI FANNO MAGNARE E NON VI DOVETE SBATTERE. CHE VOLETE DI PIÙ? – UNA COPPIA INDIANA SI È INVENTATA IL MATRIMONIO ONLINE, LASCIANDO A CASA 350 DEI 450 INVIATI AL PARTY PER RISPETTARE LE RESTRIZIONI IMPOSTE DAL COVID: CHI NON VERRÀ AMMESSO IN PRESENZA POTRÀ SEGUIRE I FESTEGGIAMENTI SU "GOOGLE MEET" MENTRE IL BANCHETTO VERRÀ RECAPITATO DIRETTAMENTE A DOMICILIO…

-

Condividi questo articolo


Da ANSA

 

matrimonio online 6 matrimonio online 6

Sandipan Sarkar e Aditi Das, una coppia indiana che vive nello stato del Bengala Occidentale, hanno deciso di sposarsi il prossimo 24 gennaio, a dispetto della pandemia. Ma per seguire le restrizioni imposte dal Covid19, senza escludere nessuno dei loro 450 invitati, ne hanno convocati 350 a un party on line: solo in cento saranno ammessi alla festeggiamento in presenza. La cerimonia e la festa saranno in diretta su Google meet, mentre il banchetto, già ordinato, verrà recapitato nelle abitazioni dai riders della piattaforma Zomato.

 

matrimonio online 5 matrimonio online 5

"Siamo stanchi di aspettare", hanno detto ai media, "abbiamo già rinviato il matrimonio di un anno; con questo strattagemma salvaguardiamo la salute degli invitati, che hanno apprezzato la nostra iniziativa". L'industria dei matrimoni nel Paese, che vede la stagione di punta tra novembre e febbraio, anche quest'anno sta subendo un grave colpo per la terza ondata della pandemia.

 

matrimonio online 4 matrimonio online 4

Negli anni pre Covid, nella sola Delhi, durante i week-end si celebravano circa 20mila matrimoni, con i cortei nuziali che creavano seri problemi al traffico della città. L'amministrazione di Delhi a metà dicembre ha deciso che gli invitati ammessi a un matrimonio non possono essere più di venti. "È assurdo", ricordano Sandipan e Aditi: "i parenti stretti in una famiglia normale indiana sono in media almeno ottanta".

matrimonio online 2 matrimonio online 2 matrimonio online 1 matrimonio online 1 matrimonio online 3 matrimonio online 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

LA CANNES DEI GIUSTI – VINCE CANNES CONTRO OGNI PREVISIONE "TRIANGLE OF SADNESS" DELLO SVEDESE RUBEN OSTLUND, ALLA SUA SECONDA PALME D'OR DOPO "THE SQUARE", SORTA DI COMMEDIA SULLA LOTTA DI CLASSE NELL'EUROPA MALATA DI OGGI DOVE IL MONDO È DIVISO TRA RICCHISSIMI E POVERI, BELLE INFLUENCER E ADDETTE ALLE TOILETTE. DIVERTENTE, GROTTESCO, TRA FIUMI DI VOMITO E RIGURGITI DI MERDA, E' ANCHE UN BUON RIPASSO DEI TESTI DI MARX E DI LENIN MESSI IN BOCCA A UN OLIGARCA RUSSO E A UN CAPITANO DI NAVE AMERICANO ALCOLIZZATO INTERPRETATO DA WOODY HARRELSON...

politica

SILVIO BERLUSCONI, PERCHÉ CHIAMARLO ANCORA CAVALIERE? – FRANCESCO MERLO PROPONE L’ANTOLOGIA DI NOMIGNOLI CON CUI APPELLARE IL BANANA: “NANEFROTTOLO, PSICONANO, CAIMANO, CAINANO, SILVIOLO, AL TAPPONE, BELLICAPELLI, BERLOSCO, BERLUSCA, BERLUSCAZ, BURLESQUONI, BUNGAMAN, CAVALIER BANANA, CAVALIERE DEL CIALIS, CAVOLIERE, PAPINO, IL RIFATTO DI DORIAN GRAY, PAPINO IL BREVE, PIRLUSCONI, PSICOPAPI, REO SILVIO, SUA BREVITÀ, SUA EMITTENZA, SUA IMPUNITÀ, TESTA D'ASFALTO, VIAGRASCONI, BERLUSCKAISER, L'UNTO DEL SIGNORE, ER CATRAME, FROTTOLINO AMOROSO…”

business

IL SECONDO ADDIO IN QUATTRO MESI DI FRANCESCO GAETANO CALTAGIRONE DAL CDA GENERALI NON È NÉ ESTEMPORANEA NÉ IMPROVVISATA. ARRIVA DOPO UNA LUNGA SERIE DI SCAZZOTTATE, ESPLOSE NELLA PARTITA CHE HA PORTATO ALLA CONFERMA DELL'AD PHILIPPE DONNET - ENTRO UN MESE UN PAIO DI SCADENZE DIRANNO SE “CALTARICCONE” POTRÀ TORNARE A COLLABORARE CON IL SOCIO MEDIOBANCA, IL CDA E IL MANAGEMENT OPPURE RESTERÀ MINORANZA IN COMPAGNIA DI LEONARDO DEL VECCHIO (CHE HA COME LUI QUASI IL 10% DELLE QUOTE)

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute