ANCHE I "COMPAGNI" CINESI HANNO SCOPERTO CHE SI PUÒ  SCIOPERARE - GROSSO GUAIO PER XI JINPING: CON L'ECONOMIA CHE ARRANCA, I LAVORATORI INIZIANO A ROMPERSI LE PALLE E INCROCIANO LE BRACCIA - A OTTOBRE CI SONO STATI 220 SCIOPERI, MOLTI DEI QUALI INDETTI PER CHIEDERE IL PAGAMENTO DEI SALARI ARRETRATI - IL 60% DELLE ASTENSIONI DAL LAVORO SI È REGISTRATO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI, QUELLO PIÙ COLPITO DALLA CRISI...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Danilo Taino per il “Corriere della Sera”

 

xi jinping al vertice brics di johannesburg xi jinping al vertice brics di johannesburg

Non c’è affatto pace sociale, in Cina, al contrario di quanto in genere si pensa. Nonostante il controllo politico sempre crescente del Partito Comunista, il rallentamento dell’economia e la crisi immobiliare stanno provocando un aumento degli scioperi spontanei che non si registrava da anni.

 

Secondo il China Labour Bulletin — un’organizzazione non governativa con base a Hong Kong che monitora l’intero Paese — lo scorso ottobre ci sono stati 220 scioperi: è il numero più alto dal dicembre 2016, quando furono 246. L’insoddisfazione dei lavoratori non pare essere episodica: tra agosto e ottobre 2023, le agitazioni sono state 599 , il numero più alto in un trimestre dall’ottobre-dicembre 2016, quando furono 609.

 

xi jinping rieletto per il terzo mandato xi jinping rieletto per il terzo mandato

Il 92% delle astensioni dal lavoro ha riguardato la richiesta di pagamento di salari arretrati e il 60% si è registrato nel settore delle costruzioni, in piena crisi a causa dello scoppio della bolla immobiliare. Entrambe sono percentuali più alte della media degli scorsi anni (dati aggregati dalla società di intelligence Stratfor).

 

[…] La questione dei salari arretrati è un problema da anni in Cina: anche nel 2016 , era stato all’origine di ondate di proteste. Il fatto è che le protezioni del lavoro sono estremamente tenui, quando ci sono. Sindacati indipendenti sono illegali, l’unica organizzazione ammessa è la Federazione Nazionale dei Sindacati della Cina, che si autodefinisce «un ponte e un collegamento tra il Partito Comunista Cinese e le masse dei lavoratori» e afferma di «essere guidata» dal Partito stesso. […]

CINA - CRISI DEL MODELLO ECONOMICO CINA - CRISI DEL MODELLO ECONOMICO xi jinping xi jinping

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! – COME MAI L’INTERVISTA DI CHIARA FERRAGNI DA FABIO FAZIO ANDRÀ IN ONDA IL 3 MARZO E NON DOMANI? PER L’INFLUENCER È STATA DURISSIMA RIUSCIRE AD APPOGGIARE IL SUO SEDERINO DAVANTI ALL’ACQUARIO DI FAZIO: FABIOLO L’HA TRATTATA COME UNA SGUATTERA DEL GUATEMALA! – IL CONDUTTORE VOLEVA ADDIRITTURA RIMANDARE TUTTO AL 10 MARZO, SENZA CAVALCARE L’ONDA DEL DAGO-SCOOP SULLA FINE DEL MATRIMONIO CON FEDEZ. DAVANTI ALLE PRESSIONI DELLO STAFF DI CHIARA, FAZIO NON HA FATTO UN PLISSÉ: LUI INTERVISTA IL PAPA, I GRANDI ATTORI E PERSONAGGI INTERNAZIONALI E DOMANI HA NAOMI CAMPBELL IN STUDIO. MICA SI PUÒ SBATTERE PER UNA FERRAGNI QUALUNQUE…

DAGOREPORT! - LA GRANDE PAURA SARDA STA METTENDO IN SUBBUGLIO I FRAGILI OTOLITI DELLA MELONA -  L'ANSIA PER UNA POSSIBILE SCONFITTA ALLE REGIONALI IN SARDEGNA E IL TIMORE CHE I MEDIA LA RACCONTINO GIÀ IN DECLINO, FANNO SCOPA CON LA PREOCCUPAZIONE DI NON CONTARE UN CAZZO DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO IN EUROPA, QUANDO I VOTI DI FRATELLI D'ITALIA POTREBBERO NON ESSERE DETERMINANTI PER LA RIELEZIONE DI URSULA VON DER LEYEN - NON BASTA: SE IL VOTO EUROPEO SARA' CRUDELE CON SALVINI, FARA' SALTARE IL GOVERNO? - MICA E' FINITA PER LADY "FASCIO TUTTO IO": A SETTEMBRE VA SQUADERNATA LA LEGGE DI BILANCIO 2025 CHE SARA' UNA VIA CRUCIS DI LACRIME E SANGUE, VISTE LE DURE NORME DEL NUOVO PATTO DI STABILITÀ SUL RIENTRO DEL MOSTRUOSO DEBITO PUBBLICO ITALIANO - A GUARDIA DELLA FRAGILITA' DELLA TENUTA PSICOFISICA DELLA DUCETTA DEL COLLE OPPIO CI SONO I "BADANTI DI PALAZZO CHIGI", FAZZOLARI E SCURTI, CHE NON LA MOLLANO UN ATTIMO…

DAGOREPORT! - ULTIMI BOATOS DALL’ITALIA FERRAGNIZZATA  -  TRAMONTATO DA TEMPO IL TRASTULLO MATRIMONIALE, QUEL POCO CHE ERA RIMASTO IN PIEDI ERA “THE FERRAGNEZ – LA SERIE” - ANCORA COL PANDORO SULLO STOMACO, L’EX BARBIE DEL WEB NON AVEVA NESSUNA INTENZIONE DI DAR VITA ALLA TERZA STAGIONE. IL RAPPER (PER MANCANZA DI VOCE) NON L’AVREBBE PRESA TANTO BENE: DEPRESSO PER LA MALATTIA, INFEROCITO PER I VAFFA E I PERCULAMENTI, DEPRIVATO, AL PARI DELLA MOGLIETTINA, DI SPONSOR E DI CONTRATTI VARI, FATTI DUE CONTI, FEDEZ LE AVREBBE FATTO SCRIVERE DALL’AVVOCATO: BISOGNA FARLA, CI SONO IN BALLO TROPPI SOLDI E IL PIATTO PIANGE. NIENTE! E DOPO IL DANNO, PER FEDEZ ARRIVA LA BEFFA PIU' CRUDELE: SI INSTALLA IN CASA MARINA, LA SUOCERA PIU' SGOMITANTE D'ITALIA..

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…