UNA BUONA NOTIZIA: IN OLANDA NON CI SONO SOLO STRONZI - L’EX DIRETTORE DELLA BANCA CENTRALE OLANDESE, NOUT WELLINK, APRE GLI OCCHI AGLI EUROFALCHI: “DOBBIAMO SMETTERLA DI OPPORCI AGLI AIUTI PER L'ITALIA E ALTRI PAESI DELL'EUROPA MERIDIONALE. SE LA CRISI DEL CORONAVIRUS NON VIENE AFFRONTATA CONGIUNTAMENTE, L'UNIONE EUROPEA CADRÀ A PEZZI…”

-

Condividi questo articolo

nout wellink nout wellink

(ANSA) - I Paesi Bassi devono smettere di opporsi agli aiuti per l'Italia e altri paesi dell'Europa meridionale. Se la crisi del coronavirus non viene affrontata congiuntamente, l'Unione europea cadrà a pezzi. Lo afferma al quotidiano olandese Nout Wellink, ex presidente della De Nederlandsche Bank (Dnb) la Banca centrale olandese, stando a quanto scrive De Telegraaf. "Non saremo più un nord ricco se tutto il sud cadrà", ha detto. Secondo Wellink è un'idea sbagliata pensare che i Paesi Bassi siano finanziariamente in salute: "Nelle circostanze attuali, questa è un'idea sbagliata. È come un uomo in buona salute travolto da una valanga. Quindi non ti aiuterà più a essere in buona salute", ha sottolineato.

 

Condividi questo articolo

politica