CHE BARBA, CHE “NAJA” -  TRA LE PROPOSTE DEL CENTRODESTRA, OLTRE ALLE DENTIERE GRATIS E AL MILIONE DI ALBERI DI BERLUSCONI, RICICCIA ANCHE IL SERVIZIO MILITARE PER I GIOVANI, GRANDE CAVALLO DI BATTAGLIA DI SALVINI – POTEVA MANCARE IL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA NEL PROGRAMMA? MACCHÉ, E INFATTI, OLTRE A UN GENERICO IMPEGNO SUL PNRR, SI AUSPICA UN UTILIZZO EFFICIENTE DELLE RISORSE EUROPEE PER IL POTENZIAMENTO DELLA RETE DELL'ALTA VELOCITÀ E PER RIPROPORRE L’ETERNA INCOMPIUTA…

-

Condividi questo articolo


1 - SALVINI SBARCA A LAMPEDUSA «IL VIMINALE VADA ALLA LEGA» E RILANCIA IL SERVIZIO MILITARE

Estratto dell’articolo di Barbara Acquaviti per “il Messaggero”

 

SILVIO BERLUSCONI - GIORGIA MELONI - MATTEO SALVINI SILVIO BERLUSCONI - GIORGIA MELONI - MATTEO SALVINI

È l'inizio di una campagna elettorale che Matteo Salvini è convinto di poter incentrare sull'usato sicuro: paura dei migranti ed emergenza sbarchi. Ma è anche l'elenco delle promesse di chi nonostante i dubbi di Giorgia Meloni sembra aver già prenotato il biglietto per il Viminale.

 

[…] Il repertorio c'è tutto, compresa una antica fissazione. «Proporrò il servizio militare per i nostri giovani». Ma è il tema migranti quello su cui insiste maggiormente. Un po' rivendica quello che ha fatto a suo tempo: «Vado con orgoglio ricordando che con i decreti sicurezza in vigore i morti erano dimezzati».

 

PROGETTO DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA PROGETTO DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA

Un po' critica l'attuale direzione: «In questo mese di luglio sono arrivati più immigrati che nel 2019, questo vuole dire che qualcosa nella gestione dell'ordine pubblico e della protezione dei confini non funziona». Un po' fa capire quale programma ha in testa. «Qualora gli italiani dovessero darmi fiducia io chiederò al mio governo di reintrodurre i decreti sicurezza».

 

2 - LE PROMESSE DEL CENTRODESTRA E NEL PROGRAMMA RISPUNTA L'ETERNO PONTE SULLO STRETTO

Estratto dell'articolo di Stefano Baldolini per “la Repubblica”

 

leva militare obbligatoria 9 leva militare obbligatoria 9

Il Cavaliere lo aveva promesso, Matteo Salvini lo ha invocato "contro il signor No", Giorgia Meloni ne ha parlato a proposito "delle cose che in Italia si pensano e non si sanno fare". Oggetto dei desideri del centrodestra, il Ponte sullo Stretto di Messina torna al centro del programma di coalizione che sta prendendo forma in vista delle elezioni del 25 settembre.

 

Dal rispetto delle alleanze internazionali e degli impegni assunti nella Nato; dal presidenzialismo al riconoscimento delle Autonomie; dal no alla patrimoniale alla pace fiscale.

 

meloni sirena tricolore meloni sirena tricolore

Una bozza di 15 punti, sette cartelle in tutto, è già in circolazione. Si chiamerà "Italia domani", lo stesso scelto dal premier Mario Draghi per il portale sul Pnrr, ma i contenuti saranno necessariamente differenti.

 

[…] Si conferma dunque grande attenzione alle questioni dell'immigrazione (con lo stop agli sbarchi degli immigrati irregolari e alla creazione degli hotspot nei territori extra-europei, gestiti dall'Ue), e della sicurezza (lotta al degrado, alle mafie e alle baby gang, riqualificazione dei quartieri più disagiati, rafforzamento delle forze di polizia).

BERLUSCONI SALVINI MELONI BERLUSCONI SALVINI MELONI

 

[…] Sul fronte economico, nel programma viene ribadito un generico impegno sul Pnrr, si auspica un utilizzo efficiente delle risorse europee per il potenziamento della rete dell'alta velocità e, come detto, per riproporre il ponte sullo Stretto di Messina.

 

La riduzione della pressione fiscale dovrebbe passare, tra l'altro, per un'estensione della Flat Tax per le partite Iva fino ai 100 mila euro di fatturato. Mentre si lavora a una revisione dell'attuale reddito di cittadinanza, ma qui le posizioni della Lega e degli altri partiti di coalizione sono un minimo dissonanti. Il Carroccio infatti vorrebbe trasformare la misura in un percorso di formazione lavoro per 18 mesi mentre gli alleati insistono sulla necessità di rivedere in toto la parte del provvedimento relativa alle politiche attive.

ponte sullo stretto ponte sullo stretto

 

Confermato invece il via libera unanime annunciato nei giorni scorsi alle riforme istituzionali, e la riforma della giustizia. Ora la bozza passerà all'esame dei leader per le necessarie limature e l'approvazione definitiva che si auspica in settimana. […]

salvini in spiaggia salvini in spiaggia ponte sullo stretto ponte sullo stretto il ponte sullo stretto di kerch fatto da putin il ponte sullo stretto di kerch fatto da putin leva militare obbligatoria 5 leva militare obbligatoria 5 leva militare obbligatoria 8 leva militare obbligatoria 8 VERTICE CENTRODESTRA A MONTECITORIO 2 VERTICE CENTRODESTRA A MONTECITORIO 2

 

Condividi questo articolo

politica

DAGOREPORT! CRONACHE DALL’ASILO MARIUCCIA A 5 STELLE - IL PROSSIMO MATCH TRA GRILLO E CONTE È IN AGENDA DOPO IL 25 SETTEMBRE: SE IL MOVIMENTO VA SOTTO IL 10% E PERSISTERANNO GLI ATTUALI SCAZZI TRA IL FONDATORE E L’AVVOCATO, CON IL COMPLEMENTO IN CHIAVE ESTREMISTICA DELLA RAGGI E DI BATTISTA, CONTE POTREBBE RIPETERE L’ITER DI DI MAIO: SCISSIONE, PORTANDOSI APPRESSO UNA PATTUGLIA DI PARLAMENTARI FEDELISSIMI - UNA VOLTA FUORI, GIUSEPPI SARÀ LIBERO, IN TESTA AL SUO NUOVO PARTITO, DI CORRERE TRA LE BRACCIA DI BETTINI E ZINGARETTI, ORLANDO E BOCCIA, CHE LO ATTENDONO IMPAZIENTI…

“BERLUSCONI HA DETTO UNA COSA OVVIA MA È STATA USATA PER LA SOLITA GAZZARRA POLITICA” – BELPIETRO CONTRO IL "MONARCA" MATTARELLA: “IN NESSUNA DEMOCRAZIA OCCIDENTALE UN UOMO CHE NON SIA STATO ELETTO POTREBBE RIMANERE PER UN COSÌ LUNGO PERIODO AI VERTICI DELLE ISTITUZIONI” – “SE GLI ITALIANI VOGLIONO DECIDERE DA CHI FARSI RAPPRESENTARE, È EVIDENTE CHE CHI LI RAPPRESENTA OGGI NON È PIÙ LEGITTIMATO A FARLO” – “LA SINISTRA È TERRORIZZATA ALLA SOLA IDEA CHE A DECIDERE IL CAPO DELLO STATO NON SIA LA PARROCCHIETTA LORO, MA GLI ITALIANI. LA COSA PARADOSSALE È CHE..."

GIORGIA, L’OSSESSIONE DI SALVINI – LA MELONI È LA BESTIA NERA DEL “CAPITONE”: PRIMA CHE SI METTESSE DI TRAVERSO ANDAVA TUTTO BENE, POI DAL PAPEETE IN POI, È ANDATO TUTTO STORTO – IL “CORRIERE”: “MATTEO SI VEDE COSTRETTO A SCOMODARE GIULIO CESARE E UNO DI SUOI MOTTI: SE NON PUOI BATTERLI, UNISCITI A LORO. CHE NELLA TRADUZIONE LETTERALE SUONA COSÌ: SE NON PUOI SCONFIGGERE IL TUO NEMICO, FATTELO AMICO. SEMPRE CHE GIORGIA CI CASCHI” - L'ESORDIO TV CON CORRADO TEDESCHI, IL GOVERNO CON DI MAIO, IL 34% E LE MAGLIETTE CON PUTIN: IL RITRATTONE