A CHE PUNTO È LA NOTTE – PERCHÉ, AL DI LÀ DEL RISULTATO DELLE EUROPEE, CHE SARÀ UN PO’ PIÙ INCERTO DEL PREVISTO, IL PATTO GENERAZIONALE TRA DI MAIO E SALVINI SI È ROTTO - SE CI SARANNO ELEZIONI ANTICIPATE DOVRANNO AVVENIRE NON OLTRE LA PRIMA SETTIMANA DEL PROSSIMO OTTOBRE: MATTARELLA VUOLE UN GOVERNO NELLA PIENEZZA DEI POTERI PER FARE LA DELICATA LEGGE DI STABILITÀ PER IL 2020

-

Condividi questo articolo

DAGONOTA

 

Allora, facciamo il punto sul confusissimo momento politico.

tria di maio salvini conte tria di maio salvini conte

Bisogna partire dal fatto che - come qui abbiamo detto più volte - Mattarella ha fatto sapere al colto e all’inclita che lui, qualunque cosa accada dopo le Europee, vuole un governo nella pienezza dei poteri per fare la delicata legge di Stabilità per il 2020. Ciò significa che se ci saranno elezioni anticipate dovranno avvenire non oltre la prima settimana del prossimo ottobre.

GIUSEPPE CONTE E MATTEO SALVINI A FIRENZE (DAL PROFILO INSTAGRAM DI MATTEO SALVINI) GIUSEPPE CONTE E MATTEO SALVINI A FIRENZE (DAL PROFILO INSTAGRAM DI MATTEO SALVINI)

 

Questo governo e questa Legislatura si sono retti finora non su un improbabile e abborracciato “contratto di governo“ ma su un patto generazionale tra Di Maio e Salvini che suonava più o meno così: ora facciamo per un po’ un governo insieme che ci permette al Truce di mangiarsi la destra (leggasi Berlusconi) e al Bibitaro di assorbire la diaspora dentro e fuori il PD. Il futuro sarà per i prossimi anni solo un duopolio tra i due “giovani” leader.  

 

LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI

Questo patto sottendeva che, al di là delle apparenze per far contente le rispettive claque, i nostri due eroi non si sarebbero mai attaccati sul serio. E per un po’ è stato così ma poi il crollo nei consensi dei 5stelle (dovuto in realtà non alla concorrenza della Lega ma alla loro totale incapacità e inadeguatezza) ha spinto Di Maio e compagni, pur di sopravvivere, ad alzare sempre più la posta contro il Capitone.

MOAVERO DI MAIO SALVINI CONTE MATTARELLA MOAVERO DI MAIO SALVINI CONTE MATTARELLA

 

Da qui il caso Siri, il caso Lombardia, e altri casi presunti o comunque velatamente minacciati. Più una serie crescenti di dispetti politici ora culminati con una serie di proposte di legge sul conflitto d’interesse (palesemente incostituzionali) fatte a posta per mettere in imbarazzo la Lega.

MATTEO SALVINI LUIGI DI MAIO COME BUD SPENCER E TERENCE HILL MATTEO SALVINI LUIGI DI MAIO COME BUD SPENCER E TERENCE HILL

 

Insomma il rapporto tra i due Vicepresidenti si è rotto forse in maniera definitiva e per la prima volta Il Truce pensa davvero di far tornare Di Maio al San Paolo e Conte a 60 anni a fare il giovane di studio con Alpa. E ciò, si badi bene, al di là del risultato delle Europee, che magari sarà un po’ più incerto del previsto ma non cambierà l’aria che tira.

 

 

Condividi questo articolo

politica