COME MAI A ROMA CI SONO COSÌ TANTE SCHEDE SENZA NOMI NÉ PREFERENZE? - LO STRANO CASO DEI VERBALI VUOTI IN CENTINAIA DI SEZIONI: INCREDIBILE A CREDERSI, TANTO CHE STANNO GIÀ PARTENDO I RICORSI DA PARTE DEI CANDIDATI ESCLUSI PER UNA MANCIATA DI VOTI DALL’AULA CONSILIARE GIULIO CESARE - LE ANOMALIE SONO TANTE, IN QUASI UNA SEZIONE SU DIECI, CON I PROSPETTI DEI VOTI NON COMPILATI, NONOSTANTE LE OPERAZIONI DI SCRUTINIO SIANO STATE COMPIUTE REGOLARMENTE…

-

Condividi questo articolo


Lorena Loiacono per www.leggo.it

 

ELEZIONI COMUNALI ELEZIONI COMUNALI

Sono andati a votare e, una volta rimasti soli nell’urna, hanno deciso di non indicare né il nome del sindaco prescelto, né la lista e neppure la preferenza per uno o più dei candidati al consiglio comunale.

 

Può succedere, certo, ma questa volta sembra essere accaduto in intere sezioni elettorali (circa 1.000 votanti l’una) dove, in base ai verbali, tutte le schede sarebbero uscite senza alcuna indicazione di voto. Incredibile a credersi, tanto che stanno già partendo i ricorsi da parte dei candidati esclusi per una manciata di voti dall’aula consiliare Giulio Cesare.

 

LE SEZIONI CON ANOMALIE NEI VOTI LE SEZIONI CON ANOMALIE NEI VOTI

Negli allegati del documento dell’Ufficio centrale per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale, infatti, ci sono gli elenchi delle sezioni che hanno presentato i verbali con i voti andati a vuoto.

 

“Nel corso delle operazioni – si legge nell’allegato A – l’Ufficio ha riscontrato la presenza di un numero elevatissimo di verbali che presentavano anomalie. In decine di verbali di sezione non sono stati compilati i prospetti dei voti, pur emergendo che le operazioni di scrutinio erano state compiute”.

 

L’ufficio elettorale ha così ritenuto necessario completare i dati acquisendo quelli presenti in altri atti, come nelle tabelle di scrutinio. Lascia perplessi l’alto numero di verbali “sballati”: l’elenco riportato dall’ufficio elettorale segnala ben 204 sezioni, con verbali non completati, quasi una su 10 rispetto alle 2600 totali.

 

ELEZIONI COMUNALI DI ROMA ELEZIONI COMUNALI DI ROMA

Qualche esempio? Le 21 sezioni senza i voti di preferenza, 6 sezioni senza voti di lista e di preferenza e 27 sezioni addirittura senza i voti ai candidati sindaco, i voti di lista e le preferenze per i consiglieri.

 

VIRGINIA RAGGI E ROBERTO GUALTIERI VIRGINIA RAGGI E ROBERTO GUALTIERI

Nell’ultimo caso, considerando che ogni sezione ha 1000 elettori circa e che ha votato il 50%, praticamente secondo i verbali ci sarebbero stati 13.500 cittadini che sono andati a votare per lasciare tutti insieme la scheda del Comune tutta in bianco.

 

roberto gualtieri e virginia raggi sul balcone del campidoglio 8 roberto gualtieri e virginia raggi sul balcone del campidoglio 8

I verbali si riferiscono al primo turno, quando non solo si è deciso chi sarebbe andato al ballottaggio ma anche le liste dei consiglieri: alcuni sono rimasti fuori per pochi voti e ovviamente faranno ricorso.

 

Condividi questo articolo

politica

SEGNATEVI QUESTA DATA: 24 AGOSTO - DRAGHI PARTECIPERÀ AL MEETING DI RIMINI DI “COMUNIONE E LIBERAZIONE”: FARA’ UN INTERVENTO MOLTO POLITICIZZATO, FONDAMENTALE ANCHE IN VISTA DEL VOTO – IL MESSAGGIO SARA' UNO SCHIAFFO PER LA TRIADE SALVINI-MELONI-BERLUSCONI: SE SI CAMBIA, IL PNRR SI SFASCIA. E VA RICONTRATTATO CON UN’EUROPA OSTILE AL CENTRODESTRA PUTINIAN-ORBANIANO – IL DEEP STATE SOGNA PANETTA MINISTRO O PREMIER PER SEDARE I MERCATI E BRUXELLES – DRAGHI VOLA NEI SONDAGGI E INFATTI BERLUSCONI LO ALLISCIA: “SPERO CONTINUI A SVOLGERE UN RUOLO IMPORTANTE PER L’ITALIA” - IL CAVALIER POMPETTA SA BENE CHE NON SI GOVERNA “CONTRO” L’EUROPA MA “CON” ESSA, ALTRIMENTI VIENI TRITURATO, COME AVVENNE A LUI NEL 2011 (LO HA SPIEGATO ALLA DUCETTA E AL TRUCE?)

ALBINO, FACCE RIDE! – RUBERTI MEJO DI MARIO BREGA: DICE CHE LA LITE È SOLO UNA QUESTIONE CALCISTICA, LEGATA AL DERBY ROMA-LAZIO: “LA CORRUZIONE NON C’ENTRA. ERANO VOLATE PAROLE GROSSE, AVEVO FATTO UNA BATTUTA INFELICE A UNA PERSONA CHE ERA CON NOI A TAVOLA, LUI SI È OFFESO E MI HA AGGREDITO” - MA CHE C‘ENTRA QUEL “MI TI COMPRO”? E TUTTA QUELLA RABBIA SOLO PER UNA PARTITA? L’UNICA COSA CERTA AL MOMENTO È CHE GUALTIERI HA ACCETTATO LE SUE DIMISSIONI – APERTA ANCHE UN’INDAGINE DA PARTE DELLA PROCURA DI FROSINONE - VIDEO

“DOPO AVERLO CONOSCIUTO UN PO' MEGLIO, TEMEVO CHE FOSSE TALMENTE STRONZO DA INIZIARE A DIVENTARMI SIMPATICO” – MARCO TRAVAGLIO IN MEMORIA DEL “CARISSIMO NEMICO” NICCOLÒ GHEDINI, SCOMPARSO A 62 ANNI: “ERA UN BELLO STRONZO. L'HO SEMPRE PENSATO QUAND'ERA VIVO E IL FATTO CHE ORA SIA MORTO NON MI PARE UN BUON MOTIVO PER DIRE IL CONTRARIO. ANCHE PERCHÉ HO L'IMPRESSIONE CHE A QUELLA NOMEA TENESSE PARECCHIO, CON LA FATICA CHE AVEVA FATTO PER GUADAGNARSELA” – “UN GIORNO DI 10 ANNI FA PRESI L’AEREO VENEZIA-ROMA E ME LO RITROVAI ACCANTO E…”

"ATTACCAVANO LUI PER ATTACCARE BERLUSCONI, MA IMPARÒ IN POCO TEMPO A STARE DAVANTI ALLE TELECAMERE" – IL RICORDO DI VITTORIA NICOLETTA GHEDINI, SORELLA DI NICCOLO': "FU GAETANO PECORELLA A SEGNALARLO A BERLUSCONI. LA SUA SEGRETARIA MI DISSE CHE LO VOLEVA INCONTRARE A MILANO, GLI RISPOSI CHE SE LO VOLEVA VEDERE POTEVA BENISSIMO VENIRE LUI A PADOVA" - IL NIPOTE LUCA FAVINI: "MI DISSE SE LA PELLE E' BIANCA COME UNA PAGINA DI UN LIBRO IN AULA INCUTI PIU' TIMORE. HA PARTECIPATO A TANTE CENE CON SILVIO. MI RACCONTAVA DELLE..."