CONTE, IL PICCOLO DITTATORE DELLA REPUBBLICA DELLE BANANE – IN QUESTO FRANGENTE DI MERDA, NESSUNO SI PUÒ PERMETTERE DI RISPEDIRLO A CASA - SE I 5STELLE LO CONSIDERANO AL PARI DI UN SOFFICINO FINDUS DA GETTARE NELL’OLIO BOLLENTE, ANCHE IL PD LO TIENE SULLA PUNTA DELLA FORCHETTA. “SE NE STA APPROFITTANDO”, DICONO. RIMANDANDO LA RESA DEI CONTI ALLA FINE DELL’EMERGENZA SANITARIA, QUANDO CI SARÀ UN INTERVENTO DEL QUIRINALE, DEL DEEP STATE E DEI PARTITI PER LA CREAZIONE DI UNA TASK-FORCE PER LA RICOSTRUZIONE - CDP, LO SCAZZO M5S-PD 

Condividi questo articolo

giuseppe conte e rocco casalino giuseppe conte e rocco casalino

DAGOREPORT

 

Il decreto liquidità da 400 miliardi doveva essere pronto almeno 10 giorni fa. Un ritardo imperdonabile, dovuti agli scazzi politici tra 5Stelle e PD, perché i primi vogliono tenere il controllo delle erogazioni alle imprese tramite CDP. All’inizio Italia Viva con la Boschi era in alleanza con i grillini, poi hanno preferito soprassedere. Alla fine, con la mediazione di Conte, è passata la linea del MEF.

giuseppe conte roberto gualtieri giuseppe conte roberto gualtieri

 

Il ministro Gualtieri per una volta ha ragione: il MEF dà le garanzie alle banche e quindi ha diritto di controllo sui prestiti. 

 

luigi di maio domenico arcuri fabrizio palermo luigi di maio domenico arcuri fabrizio palermo

Il ConteCasalino, nel suo ruolo di piccolo dittatore della Repubblica delle Banane, si sta barcamenando. Tanto, in questo frangente di merda, nessuno si può permettere di rispedirlo dal suo mentore Alpa.  Da parte sua, Mattarella lo sta martellando e nei prossimi giorni gli dirà cosa fare e cosa non può fare.

Bettini e Zingaretti Bettini e Zingaretti

 

La pochette ormai senza punte si tiene stretto Rocco Casalino: gli dà sicurezza, argine all’establishment dei 5stelle, che è più diviso che mai tra Fico, Di Maio e Di Battista. Anche il Pd non è da meno: quell’ectoplasma di Zinga, cartonato di un leader, ha messo in un angolo il collaboratore più intelligente, Goffredo Bettini, e l’ha sostituito con il suo fedelissimo ex assessore e attuale vice ministro del Mise, Giampaolo Manzella. 

 

conte e mattarella conte e mattarella

Se i 5stelle considerano Conte come un sofficino Findus da gettare nell’olio bollente, anche il PD lo tiene sulla punta della forchetta. “Se ne sta approfittando”, dicono. Rimandando la resa dei conti alla fine dell’emergenza sanitaria, quando ci sarà un intervento del Quirinale, del Deep State e dei partiti per la creazione di una task-force per la ricostruzione.

 

Condividi questo articolo

politica

IL RIPORTO BIONDO FA IMPAZZIRE IL MONDO (E PURE I ''RIPORTER'') - A LEGGERE LA STAMPA ITALIANA, NON SI TROVA DA NESSUNA PARTE IL FATTO CHE LA POLIZIA LOCALE IN AMERICA È IN GENERE IN MANO AI SINDACI, NON CERTO AL PRESIDENTE, E A MINNEAPOLIS DA 15 ANNI C'È UN SINDACO DEMOCRATICO. NÉ CHE CHIARA DE BLASIO, FIGLIA DEL NEWYORKESE BILL, È STATA ARRESTATA PER LANCIO DI OGGETTI (IL RESOCONTO È STATO PUBBLICATO SU TWITTER DAL SINDACATO DEI POLIZIOTTI E POI RIMOSSO PERCHÉ VIOLAVA LA PRIVACY) - E VOGLIAMO PARLARE DELLA BUFALA DI RULA JEBREAL?

IERI L'APERI-CONTE HA FATTO IL MIRACOLO: METTERE TUTTI D'ACCORDO NELLA DELUSIONE - PD E 5 STELLE, RENZI E MATTARELLA, UE E SINDACATI, DELUSI DA UN DISCORSO ANDREOTTIANO, IN MODALITA' "MEGLIO TIRARE A CAMPARE CHE TIRARE LE CUOIA", DEL TUTTO PRIVO DI PROGETTI CONCRETI E DI RIFORME DA METTERE IN CANTIERE - IL PROBLEMINO È CHE LA CASSA DEL GOVERNO È ALLA CANNA DEL GAS, E HA CHIESTO CON URGENZA A BRUXELLES OLTRE 20 MILIARDI PER LA CASSA INTEGRAZIONE. MA L'UE TENTENNA PERCHÉ… - LA TRAPPOLA DEL SUCCESSO DEI BTP: SE I RISPARMIATORI HANNO PAURA DEL FUTURO E PREFERISCONO METTERE I SOLDI SOTTO IL MATERASSO DELLO STATO ANZICHE' SPENDERE, L'ITALIA NON USCIRA' MAI DALLE CRISI