FERMI TUTTI! “NOI NON SIAMO D'ACCORDO CON CONTE”, PAROLA DI TRAVAGLIO – PERO': ‘’CONTE HA USATO LE PAROLE E I TONI GIUSTI PER LANCIARE L'ALLARME SENZA DIFFONDERE ALLARMISMO” – SULLE DEMENTE CHIUSURA DI CINEMA E TEATRI, ECCO IL COLPO DI GENIO DI MARCOLINO: VISTO CHE LA GENTE DURANTE IL GIORNO NON HA UN CAZZO DA FARE: “PERCHÈ NON TENERLI APERTI ALMENO FINO ALLE 18?” – ALLA FINE, GRIDA AL ''GOMPLODDO'': “CHI SONO GLI SCIENZIATI O I POLITICI FENOMENI CHE HANNO SUGGERITO MISURE TANTO IRRAZIONALI E FORSE CONTROPRODUCENTI, CHE FINO A TRE GIORNI FA CONTE NON VOLEVA NEPPURE SENTIR EVOCARE?” - PERCHÉ NON PROVA A DOMANDARGLIELO?

-

Condividi questo articolo

travaglio conte travaglio conte

DAGONOTA

 

L’inizio dell’editoriale è da coccolone: ‘’Noi non siamo d'accordo con lui sull'ultimo Dpcm’’.

Gesù, Travaglio che asfalta l’amato premier? Saranno gli effetti dell'astinenza dal karaoke? Tranquilli, l’embolo non è partito e riprende subito a cullare il suo cocco impochettato: ‘’Conte ha usato le parole e i toni giusti, come quasi sempre dall' inizio della pandemia, per lanciare l' allarme senza diffondere allarmismo’’. 

 

LA CHIUSURA DEI RISTORANTI BY GIUSEPPE CONTE LA CHIUSURA DEI RISTORANTI BY GIUSEPPE CONTE

Purtroppo il premier, poverino, è circondato da piddini dementi e grillini demenziali: “Non sappiamo se, dopo il cedimento dell' altra notte all' ala più isterica e meno riflessiva del governo e della maggioranza, ne abbia ripreso il pieno controllo politico”.  Ah, ecco: ora siamo tranquilli: tutta colpa dell'ala isterica!

 

conte casalino conte casalino

Sistemati i partiti al governo colpevoli di averlo piazzato sulla prima poltrona di Palazzo Chigi, pur non essendo stato votato da nessun cittadino, come democrazia parlamentare vuole, riparte il mandolino di Marcolino: “Ma almeno ne ha dato l'impressione con un discorso asciutto, fermo, equilibrato, abile nel mascherare la babele cacofonica delle mille istituzioni che hanno messo le mani nel Dpcm numero 22, il meno coerente e razionale della collezione: ministri, viceministri, sottosegretari, consulenti, Quirinale, leader di partito, Comitato tecnico-scientifico, sindaci metropolitani, presidenti di Regione, sindacati, associazioni di categoria. Ovviamente nessuno d' accordo con gli altri”.

le bimbe di giuseppe conte le bimbe di giuseppe conte

 

Quindi offre al lettore il martirio quotidiano di Conte. Prendete i fazzoletti: ”Le leggende metropolitane della cosiddetta informazione ci descrivono sempre un uomo solo al comando che decide tutto da sé con pieni poteri e poi si diverte ad arrivare in ritardo alle conferenze stampa per creare la suspence. Ma ogni Dpcm è un parto sfibrante: ore e ore passate a sentire e risentire "autorità" che chiedono tutto e il suo contrario, con l' unica preoccupazione di passare il cerino acceso al vicino senza bruciarsi le dita”. Giuseppe, santo subito!

 

Finalmente si arriva all’uovo sodo: “Non si comprende la chiusura 24 ore su 24 di cinema e teatri, cioè i luoghi più sicuri dopo il deserto del Sahara, dove non risultano focolai per il rigoroso distanziamento dei posti assegnati”. Ed ecco il colpo di genio, visto che la gente durante il giorno non ha un cazzo da fare: “perchè non tenerli aperti almeno fino alle 18, consentendo proiezioni e rappresentazioni mattutine e pomeridiane?”. Fantastico: ci vediamo al matinée.

di maio zingaretti conte di maio zingaretti conte

 

giuseppe conte feste dpcm decreto giuseppe conte feste dpcm decreto

Il tarlo che Conte abbia avallato ‘na strunzata comincia ad affiorare: “Altrettanto incomprensibile è la chiusura alle 18 di bar e ristoranti, che - come palestre e piscine - avevano investito molte risorse per mettersi in regola coi protocolli di sicurezza.

Il virus circola soprattutto di giorno e i nuovi divieti si concentrano dopo il tramonto (contro il famoso Covid da prima e seconda serata): ma che senso ha?”

FEDEZ CHIARA FERRAGNI E CONTE - BY EDOARDOBARALDI FEDEZ CHIARA FERRAGNI E CONTE - BY EDOARDOBARALDI

 

Bravo Marco! che cazzo di senso ha? E il povero Conte diventa il ‘’governo’’: “Il governo cosa pensa che faranno gli italiani dopo le 18? Che spariranno nel nulla? No: se ne andranno tutti a casa dopo una giornata passata a scuola o al lavoro a contatto con potenziali positivi e moltiplicheranno le possibilità di contagiare gli altri familiari, soprattutto gli anziani. E molti organizzeranno aperitivi, cene, serate e festicciole fra amici, infischiandosene delle "raccomandazioni" del Dpcm, e proprio nel luogo meno controllabile di tutti: le quattro mura domestiche”.

GIUSEPPE CONTE CHIAMA FEDEZ - BY OSHO GIUSEPPE CONTE CHIAMA FEDEZ - BY OSHO

 

Un briciolo di buonsenso prende il sopravvento: “Non era meglio lasciare qualche valvola di sfogo serale in locali aperti al pubblico (e ai controlli) che già rispettavano le regole di distanziamento e anti-assembramento, come bar, ristoranti, teatri e cinema, diradando o ritardando così i contatti familiari che (ancora Locatelli) sono "il contesto di trasmissione principale del virus"?”

 

conte e i ferragnez by carli conte e i ferragnez by carli

L’ultimo capoverso dell'editoriale travagliesco racchiude un classico del carattere italiano: il “Gomploddo”! “E chi sono gli scienziati o i politici fenomeni che hanno suggerito misure tanto irrazionali e forse controproducenti, che fino a tre giorni fa Conte non voleva neppure sentir evocare?”

conte travaglio conte travaglio LUIGI DI MAIO MARCO TRAVAGLIO GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MARCO TRAVAGLIO GIUSEPPE CONTE

 

Condividi questo articolo

politica

LA PACCHIA E' FINITA, CONTE INGOIA IL PRIMO MAXI-ROSPO: ADDIO ALLA GESTIONE IN SOLITUDINE DEL RECOVERY FUND - CON LA LAMA SUL COLLO, “GIUSEPPI” VIENE COSTRETTO A UNA GESTIONE COLLEGIALE DEI FINANZIAMENTI UE: LA GESTIONE SARA' NELLE MANI DI UNA CABINA DI REGIA FORMATA DAL MES DI GUALTIERI, DAL MISE DI PATUANELLI E DA AMENDOLA: 2 DEL PD E UNO DEL M5S, CHE SCEGLIERANNO SEI MANAGER, POI COADIUVATI DA UNA TASK FORCE DI 300 PERSONE - IN ATTESA DI UNA PANDEMIA PIATTA E VACCINATA CHE PERMETTA DI LIQUIDARLO, IL PREMIER PER CASO VIENE "COMMISSARIATO" DAI PARTITI DI GOVERNO

QUI C’È PUZZA DI PATRIMONIALE - SCATENA IL PUTIFERIO L’EMENDAMENTO ALLA MANOVRA DI BILANCIO DI FRATOIANNI E FIRMATA DALLA SINISTRA PD (TRA CUI ORFINI) CHE INTRODURREBBE UNA PATRIMONIALE OLTRE 500MILA EURO – SE PER FORZA ITALIA E' UNA “RAPINA DELLA SINISTRA'', NEL PD REGNA L’IMBARAZZO. POI  ARRIVA DI MAIO E BLOCCA TUTTO: "NIENTE PATRIMONIALE, VIA PICCOLE TASSE..." - DAGO: LA PATRIMONIALE SAREBBE UN COLPO PESANTE PER L'ECONOMIA, GIA' A PEZZI COL COVID, E UN SUICIDIO PER I PARTITI AL GOVERNO VISTO CHE FRA POCHI MESI SI ANDRA' A VOTALE PER I SINDACI DI MILANO, ROMA, NAPOLI, TORINO...

I POLIZIOTTI PESTANO UN ''NERONE'', MACRON PESTA UN MERDONE - VIDEO: IL PRODUTTORE RAP MICHEL ZECLER VIENE PICCHIATO SELVAGGIAMENTE DA 4 AGENTI. ''MI DICEVANO 'SPORCO NEGRO'''. POTEVA ESSERE LA SUA PAROLA CONTRO LA LORO, MA LE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA HANNO CONFERMATO LA SUA VERSIONE - MACRON HA PROPOSTO UNA LEGGE CHE LIMITI LA DIFFUSIONE DELLE IMMAGINI DI INTERVENTI DI POLIZIA, CHE SI COMPORTA A VOLTE IN MODO VIOLENTO CON GILET GIALLI E MANIFESTANTI. ORA IL PRESIDENTE È NEI GUAI