“NON È DRAGHI A DECIDERE” – IL CREMLINO RISPONDE PICCATO A “MARIOPIO”, CHE HA DETTO CHE PUTIN NON SARÀ OSPITE DEL G20 IN INDONESIA: “L’INVITO È STATO RICEVUTO E ACCETTATO. PROBABILMENTE DRAGHI SI È DIMENTICATO DI NON ESSERE PIÙ IL PRESIDENTE DEL G20” – INTANTO IL MINISTRO DEGLI ESTERI RUSSO, LAVROV, TANTO PER CAMBIARE, MINACCIA L’OCCIDENTE: “PIÙ ARMI INVIANO IN UCRAINA, PIÙ DURERÀ IL CONFLITTO E CONTINUERÀ L’AGONIA DEL REGIME NAZISTA. È UNA LINEA CONTROPRODUCENTE”

-

Condividi questo articolo


DRAGHI PUTIN GAS DRAGHI PUTIN GAS

Cremlino, non è Draghi a decidere se Putin andrà al G20

(ANSA) - La Russia conferma che l'invito a Putin a partecipare al G20 in Indonesia è stato ricevuto. Lo rende noto il Cremlino, aggiungendo che non è Draghi a decidere se Putin parteciperà o meno. Lo riporta la Tass.

 

"La Russia procede dal presupposto che l'invito è stato ricevuto e accettato", ha detto ai giornalisti l'assistente presidenziale Yury Ushakov commentando le parole di Draghi dal G7. "Non è Draghi che determina" la partecipazione di Putin al vertice, ha detto ancora Ushakov, aggiungendo che il premier italiano "probabilmente si è dimenticato di non essere più il presidente del G20" (che l'Italia ha presieduto nel 2021, cedendo il testimone quest'anno all'Indonesia).

 

Lavrov, più armi Occidente dà a Kiev più durerà sua agonia

draghi putin draghi putin

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - "Più armi gli occidentali inviano in Ucraina, più durerà il conflitto e continuerà l'agonia del regime nazista". Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov in una conferenza stampa ad Ashgabad. "La linea seguita dall'Occidente è assolutamente controproducente", ha aggiunto Lavrov, citato dall'agenzia Interfax.

sergei lavrov. sergei lavrov.

 

Nato:Usa,altri Paesi aumentano impegno militare fianco est

(ANSA) - Oltre agli Stati Uniti "un certo numero" di Paesi della Nato si è impegnato ad "aumentare il proprio contributo alla difesa del fianco orientale". Lo ha detto il Consigliere per la sicurezza nazionale, Jake Sullivan, in un briefing con la stampa a bordo dell'Air Force One alla vigilia del vertice di Madrid.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

Condividi questo articolo

politica

“SE LETTA VA ALLA SEGRETERIA GENERALE DELLA NATO TEMPO SEI MESI I RUSSI ARRIVANO IN PORTOGALLO” – RENZI, CHE TALENTO SPRECATO: POTEVA FARE IL COMICO, CE LO DOBBIAMO SORBIRE IN POLITICA! MATTEUCCIO SPERNACCHIA ENRICHETTO: “NON HO NESSUN PROBLEMA PERSONALE CON LUI. HA DETTO ‘NON VOGLIO RENZI PERCHÉ MI STA ANTIPATICO. BERLUSCONI INECE HA DETTO 'DEVI VENIRE CON NOI'’” – POI APRE A UN EVENTUALE APPOGGIO A UN GOVERNO DI CENTRODESTRA: “SE CI SARÀ UN PROBLEMA CERCHEREMO DI DARE UNA MANO COME ABBIAMO FATTO CON DRAGHI” – IL DAGO-SCENARIO: COME, INSIEME A UN GRUPPO DI FORZISTI, VUOLE IMPEDIRE A GIORGIA MELONI DI ANDARE A PALAZZO CHIGI…

SCENARI DI FANTA-POLITICA - LA STRATEGIA SOGNATA DA ITALIA VIVA, CON L’APPOGGIO DI UN GRUPPO DI FUTURI EX PARLAMENTARI DI FORZA ITALIA (CAPITANATI DAL SENATORE LUIGI CESARO, AI PIÙ NOTO COME GIGGINO 'A PURPETTA) È QUELLA DI INFILARE “CAVALLI DI TROIA” NELLE LISTE DI FORZA ITALIA, GRAZIE ALLE COPERTURE OFFERTE DAI CONGIURATI AZZURRI - APPENA ELETTI, I NEO-PARLAMENTARI DOVREBBERO PASSARE IN UN NEO GRUPPO DI CENTRO, DA COSTITUIRE APPOSITAMENTE - L’OBIETTIVO E’ AZZOPPARE IL CENTRODESTRA E IMPEDIRE A GIORGIA MELONI DI ANDARE A PALAZZO CHIGI (BERLUSCONI SA DI QUESTO FANTA-PROGETTO?)