“SAI QUANDO RIPASSI AL VOLO CREDENDO CHE IL PROF NON TI VEDA?” - IL DEM FILIPPO SENSI IRONIZZA SU MICHETTI CHE NEL NOIOSISSIMO CONFRONTO TV CON GUALTIERI A PORTA A PORTA E’ STATO BECCATO PIU’ VOLTE A LEGGERE FOGLIETTI E CARTUCCELLE – SCINTILLE SU RIFIUTI, RECOVERY E FINANZIAMENTI ALLA CITTA’. IL RADIO-TRIBUNO ATTACCA: “QUANDO ERA MINISTRO GUALTIERI MISE ZERO EURO PER LA CITTÀ” – OGGI SI REPLICA A SKY - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

 

https://video.corriere.it/politica/amministrative-roma-michetti-attacca-gualtieri-quando-era-ministro-mise-zero-euro-la-citta/0d2f6360-2cb3-11ec-88e3-c56da7ff1543?vclk=video3CHP%7Camministrative-roma-michetti-attacca-gualtieri-quando-era-ministro-mise-zero-euro-la-citta

 

Da video.corriere.it

 

gualtieri michetti gualtieri michetti

Scintille a Porta a Porta tra Roberto Gualtieri ed Enrico Michetti, i due candidati sindaco di Roma al ballottaggio. Tema del confronto è il Pnrr: “Una grande occasione per la Capitale – dice Gualtieri -. Sono risorse straordinarie che possono migliorare la città, serve una struttura dedicata per non perderle”. “Quando Gualtieri era ministro mise zero per Roma e nel Pnrr la città è citata solo tre volte in 316 pagine. Forse allora non pensava di candidarsi a Roma”, ha replicato Michetti.

 

DUELLO IN TV TRA MICHETTI E GUALTIERI

Fabio Rossi per "il Messaggero"
 

gualtieri michetti by filippo sensi su twitter gualtieri michetti by filippo sensi su twitter

Rifiuti, sicurezza, fondi del Recovery. Tra il futuro della Capitale e i dossier ancora aperti, Roberto Gualtieri ed Enrico Michetti si sfidano partendo dai temi più sentiti dai romani. Con l'ombra di Virginia Raggi che aleggia sul primo confronto diretto tra i due contendenti per lo studio al primo piano di Palazzo Senatorio, ospitato ieri dalla trasmissione Porta a porta, condotta da Bruno Vespa.
 
Lo schema è chiaro: l'avvocato-tribuno punta il dito contro la Regione Lazio (a guida Pd), strizzando l'occhio all'amministrazione capitolina uscente: «La sindaca ha fatto un ottimo lavoro» sulla candidatura per Expo 2030, sostiene Michetti. Con l'obiettivo di catturare i voti grillini al ballottaggio, per i quali l'ex ministro dell'Economia ha invece dalla sua l'endorsement di Giuseppe Conte e di altri pezzi del mondo M5S. E il candidato dem risponde biasimando «gli attacchi scomposti» di Giorgia Meloni contro il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, e ricordando gli «esponenti di Casapound nelle liste di Michetti, che sarebbero eletti se lui vincesse».
 

michetti gualtieri michetti gualtieri

I NODI Il candidato del centrodestra, che cita più volte Guido Bertolaso come possibile pezzo da 90 della sua futura amministrazione, attacca a testa bassa sul tema dello smaltimento dell'immondizia della Città eterna, pungendo la giunta di Nicola Zingaretti: «La Regione Lazio doveva prevedere degli impianti, è rimasta inadempiente», dice l'avvocato. Poi sulle risorse del Pnrr: «Gualtieri mise zero per Roma e nel Pnrr Roma è citata solo tre volte». Infine sul Governo, che secondo Michetti dovrebbe «iniziare a pensare a Roma: Parigi ebbe 44 miliardi, noi zero».
 
Affondi contro i quali l'ex ministro replica punto su punto: sui rifiuti «è bizzarro scaricare sulla Regione le responsabilità del Comune - sottolinea Gualtieri - Dovrebbe sapere che la responsabilità di fare gli impianti è del Comune». Sul Pnrr offre ironicamente a Michetti «una copia sottolineata del piano: Roma è l'unica città che ha fondi dedicati e, inoltre, partecipa alle altre risorse». Quindi i rapporti con Palazzo Chigi, per i quali Gualtieri mette all'indice le dichiarazioni della leader di Fratelli d'Italia: «Come si fa ad avere un rapporto proficuo con il governo, che sta lavorando bene, con queste posizioni estreme?».

gualtieri michetti gualtieri michetti

 
I TEMI Michetti vira poi su un abituale cavallo di battaglia del centrodestra: «La sicurezza è fondamentale, farò un tavolo permanente con forze dell'ordine, Viminale e Prefettura, perché se c'è una legge va rispettata - propone l'avvocato - Se ci sono questioni sociali vanno risolte ma sempre nel rispetto della legge, su questo ci sarà tolleranza zero: paghiamo le tasse ed è giusto che Roma venga liberata da occupanti che non hanno alcun titolo per stare in Italia».
 
E Gualtieri offre la sua ricetta per risolvere uno storico problema della Capitale: «I romani passano troppe ore nel traffico - ricorda l'esponente dem - bisogna potenziare il trasporto pubblico, a partire dalle nuove infrastrutture: abbiamo già ottenuto il commissario per quattro linee tranviarie, ma serve anche il prolungamento della linea C della metropolitana e l'avvio della D. Con i fondi del Pnrr compreremo 500 bus di nuova generazione».
 
Michetti alla fine gioca il jolly calcistico: «Sono pronto ad avviare subito la conferenza servizi per ottenere il pubblico interesse per i nuovi stadi di Roma e Lazio». Ma Gualtieri si propone come l'uomo giusto per il rilancio della Città eterna: «La filiera Pnrr, Giubileo e Expo è irripetibile - sottolinea l'ex ministro - Chiederò al governo fondi aggiuntivi per la mobilità e le infrastrutture a Roma. Un grande lavoro anche sociale e di inclusione». Stasera il secondo atto, negli studi di Sky.

gualtieri michetti 9 gualtieri michetti 9

 

 

Condividi questo articolo

politica

FARSA ITALIA – NON SAREBBE GIUNTA L’ORA DI FINIRLA CON LA MEGACAZZATA DI BERLUSCONI-QUIRINALE? E’ RISAPUTO DA TUTTI CHE E’ STATO CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA SCONTANDO LA PENA AI SERVIZI SOCIALI E HA UN PROCESSO IN CORSO, RUBY-TER, CON OLGETTINE SCATENATE – QUALCHE ANIMA PIA SALVI IL BANANA SBUCCIATO, OSTAGGIO DI LICIA RONZULLI, DA FIGURE DI MERDA: QUANDO A BRUXELLES HA DETTO “GARANTISCO IO PER MELONI E SALVINI”, IL PRESIDENTE DEL PPE WEBER GLI HA RISO IN FACCIA: “GARANTISCI CHI? QUELLI CHE STANNO CON VOX E LE PEN E VOTANO PER IL MURO ANTI-MIGRANTI DEI POLACCHI?”

CHE BEL CLIMA CHE SI RESPIRA NEL CENTRODESTRA – DOPO L’AUDIO DI SALVINI, GIORGIA MELONI SI MORDE LA LINGUA E MINIMIZZA PER NON ROVINARE L'IMMAGINE DI FINTA ARMONIA CONSEGNATA DAL VERTICE DI COALIZIONE A VILLA ZEFFIRELLI: “NON SARÀ CERTO UN AUDIO, PER LO PIÙ RUBATO IN UNA RIUNIONE INTERNA, A FAR LITIGARE LEGA E FRATELLI D'ITALIA” – A PREOCCUPARE LA “DUCETTA” SONO FORZA ITALIA E LA POLEMICA DEI MINISTRI CONTRO LA “DERIVA SOVRANISTA”: LA PROSPETTIVA È DI RITROVARSI ETERNAMENTE ALL’OPPOSIZIONE…