“VIOLANTE PRESIDENTE DEL COMITATO PER GLI ANNIVERSARI NAZIONALI? È UNA SCELTA CHE MI LASCIA SBIGOTTITO” – PAOLO CIRINO POMICINO SCRIVE A DAGOSPIA: "FECE UNA GUERRA A FALCONE FACENDO VOTARE IL PCI CONTRO LA ISTITUZIONE DELLA DIREZIONE NAZIONALE ANTIMAFIA E POI IMPEDÌ CHE A GUIDARLA FOSSE FALCONE. E FECE VOTARE IL PCI CONTRO LA ESTENSIONE DEL 41 BIS” – “QUALI SARANNO I LUOGHI DELLA MEMORIA E GLI EVENTI DA VALORIZZARE? LA PROCURA DI MILANO, GLI ARRESTI, I SUICIDI O FORSE LA DESTRUTTURAZIONE DEL SISTEMA POLITICO ITALIANO?"

-

Condividi questo articolo


Riceviamo e pubblichiamo:

 

Caro Dago,

paolo cirino pomicino foto di bacco paolo cirino pomicino foto di bacco

come tu avevi già notato la presidente Meloni ha recuperato Luciano Violante a Palazzo Chigi con un incarico gratuito come presidente del comitato per gli anniversari nazionali, la valorizzazione dei luoghi della memoria e gli eventi sportivi di interesse nazionale ed internazionali.

 

Una scelta giusta per il galateo istituzionale quella di nominare un rappresentante della opposizione(!?!) ma una scelta che mi ha lasciato sbigottito. Non solo perché in parlamento c’è un altro ex presidente della Camera membro della opposizione ma per la storia di Violante.

 

Io non ho alcuna antipatia o risentimento verso Violante (grazie a Dio non conosco quel sentimento come sa di Pietro) ma ragiono sempre di politica. Violante è quello che nel 1989 portò il vecchio PCI a votare contro il decreto Andreotti-Vassalli che raddoppiava la custodia cautelare per gli imputati di mafia, sostenendo l’uscita dei boss mafiosi arrestati da Falcone e Borsellino (bisognerebbe leggere gli stampati parlamentari dell’epoca).

 

GIORGIA MELONI LUCIANO VIOLANTE GIORGIA MELONI LUCIANO VIOLANTE

Ma Violante è lo stesso che fece una guerra a Falcone facendo votare il PCI contro la istituzione della direzione nazionale antimafia e poi, con la sinistra giudiziaria, impedì che a guidarla fosse proprio Falcone. E tanto per completare fece votare il PCI contro la estensione del 41 bis (il carcere duro), nato per i brigatisti, agli imputati di mafia.

 

Per brevità mi fermo qui (se questo atteggiamento l’avesse avuto la DC sarebbe stato definito il partito della mafia). Mi chiamo Paolo e apprezzo la strada di Damasco ma il pentimento, quello vero, presuppone una confessione che non ho mai letto. Ed allora resto basito e mi domando il perché di quella banale ma simbolica nomina. 

 

PAOLO CIRINO POMICINO GIULIO ANDREOTTI PAOLO CIRINO POMICINO GIULIO ANDREOTTI

Quali saranno i luoghi della memoria e gli eventi da valorizzare? La procura di Milano, gli arresti, i suicidi o forse la destrutturazione del sistema politico italiano con i guasti dell’ultimo trentennio? E se fosse proprio quest’ultimo avvenimento a spingere la presidente del consiglio a questa simbolica nomina perché la destra di oggi deve essere grata a Luciano Violante, uomo di grande intelligenza?  Come si sa, però, l’intelligenza può essere un’aggravante perché anche il male si può fare bene.

 

SERGIO MATTARELLA PAOLO CIRINO POMICINO SERGIO MATTARELLA PAOLO CIRINO POMICINO PAOLO CIRINO POMICINO GIULIO ANDREOTTI PAOLO CIRINO POMICINO GIULIO ANDREOTTI

Paolo Cirino Pomicino

luciano violante luciano violante luciano violante 3 luciano violante 3 luciano violante luciano violante luciano violante 1 luciano violante 1 luciano violante ugo zampetti luciano violante ugo zampetti giorgia meloni virma cusenza luciano violante foto di bacco giorgia meloni virma cusenza luciano violante foto di bacco luciano violante foto di bacco luciano violante foto di bacco luciano violante gennaro sangiuliano foto di bacco (1) luciano violante gennaro sangiuliano foto di bacco (1) luciano violante giorgia meloni foto di bacco luciano violante giorgia meloni foto di bacco IL CONSIGLIORI - VIGNETTA BY MACONDO IL CONSIGLIORI - VIGNETTA BY MACONDO PAOLO CIRINO POMICINO PAOLO CIRINO POMICINO PAOLO CIRINO POMICINO A PIAZZAPULITA PAOLO CIRINO POMICINO A PIAZZAPULITA PAOLO CIRINO POMICINO PAOLO CIRINO POMICINO cirino pomicino cirino pomicino cirino pomicino foto di bacco (2) cirino pomicino foto di bacco (2)

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! – LA RAI CHE VERRÀ? ECCOLA! IERI, IN PRIMA SERATA SU RAI3, “IL PROVINCIALE” CONDOTTO DA FEDERICO QUARANTA, HA COINVOLTO LA MISERIA DI 493.000 SPETTATORI E IL 2.8% DI SHARE (PEGGIO PURE DI NUNZIA DE GIROLAMO) - TRATTASI DEL PROGRAMMA-SIMBOLO DI ANGELO MELLONE, DIRETTORE DELL'INTRATTENIMENTO DAY TIME - UN TIPINO PERBENE, ANZI PERBENITO, CAPACE DI TUTTO: SCRITTORE, CANTANTE, POETA, REGISTA. NONCHÉ CANDIDATO A FARE IL DIRETTORE GENERALE O FICTION UNA VOLTA CHE LA DUCETTA INNALZERÀ IL SUO PRETORIANO GIAMPAOLO ROSSI AD AMMINISTRATORE DELEGATO…

FLASH! - RAI DELLE MIE BRAME: VISTA LA SITUAZIONE DI CAOS TOTALE, E' IN CORSO IL "LODO VESPA" PER TENTARE DI RICOMPORRE I COCCI. PRIMO INCONTRO CON IL DIRETTORE GENERALE GIAMPAOLO ROSSI, CANDIDATO UNICO DELLA DUCETTA DI COLLE OPPIO PER LA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO - AD APRILE SI APRONO I GIOCHI: C'E' IL RINNOVO DEL CDA E TERMINA IL BREVE MANDATO DI UN ANNO DI ROBERTO SERGIO. TUTTO PUO' ACCADERE... - LA SMENTITA DI VESPA: "NON MI SONO MAI OCCUPATO DI NOMINE RAI ED È TROPPO TARDI PER COMINCIARE"

DAGOREPORT! - LA GRANDE PAURA SARDA STA METTENDO IN SUBBUGLIO I FRAGILI OTOLITI DELLA MELONA -  L'ANSIA PER UNA POSSIBILE SCONFITTA ALLE REGIONALI IN SARDEGNA E IL TIMORE CHE I MEDIA LA RACCONTINO GIÀ IN DECLINO, FANNO SCOPA CON LA PREOCCUPAZIONE DI NON CONTARE UN CAZZO DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO IN EUROPA, QUANDO I VOTI DI FRATELLI D'ITALIA POTREBBERO NON ESSERE DETERMINANTI PER LA RIELEZIONE DI URSULA VON DER LEYEN - NON BASTA: SE IL VOTO EUROPEO SARA' CRUDELE CON SALVINI, FARA' SALTARE IL GOVERNO? - MICA E' FINITA PER LADY "FASCIO TUTTO IO": A SETTEMBRE VA SQUADERNATA LA LEGGE DI BILANCIO 2025 CHE SARA' UNA VIA CRUCIS DI LACRIME E SANGUE, VISTE LE DURE NORME DEL NUOVO PATTO DI STABILITÀ SUL RIENTRO DEL MOSTRUOSO DEBITO PUBBLICO ITALIANO - A GUARDIA DELLA FRAGILITA' DELLA TENUTA PSICOFISICA DELLA DUCETTA DEL COLLE OPPIO CI SONO I "BADANTI DI PALAZZO CHIGI", FAZZOLARI E SCURTI, CHE NON LA MOLLANO UN ATTIMO…

DAGOREPORT! - ULTIMI BOATOS DALL’ITALIA FERRAGNIZZATA  -  TRAMONTATO DA TEMPO IL TRASTULLO MATRIMONIALE, QUEL POCO CHE ERA RIMASTO IN PIEDI ERA “THE FERRAGNEZ – LA SERIE” - ANCORA COL PANDORO SULLO STOMACO, L’EX BARBIE DEL WEB NON AVEVA NESSUNA INTENZIONE DI DAR VITA ALLA TERZA STAGIONE. IL RAPPER (PER MANCANZA DI VOCE) NON L’AVREBBE PRESA TANTO BENE: DEPRESSO PER LA MALATTIA, INFEROCITO PER I VAFFA E I PERCULAMENTI, DEPRIVATO, AL PARI DELLA MOGLIETTINA, DI SPONSOR E DI CONTRATTI VARI, FATTI DUE CONTI, FEDEZ LE AVREBBE FATTO SCRIVERE DALL’AVVOCATO: BISOGNA FARLA, CI SONO IN BALLO TROPPI SOLDI E IL PIATTO PIANGE. NIENTE! E DOPO IL DANNO, PER FEDEZ ARRIVA LA BEFFA PIU' CRUDELE: SI INSTALLA IN CASA MARINA, LA SUOCERA PIU' SGOMITANTE D'ITALIA..