‘GNAZIO LA RUSSA MEJO DEL RAGIONIER FILINI – IL PRESIDENTE DEL SENATO, INTERISTA DI FERRO, “HA LAVORATO INTENSAMENTE” PER PERMETTERE AI MEMBRI “DELL’INTER CLUB PARLAMENTO” (40 ELETTI E 150 IMPIEGATI) DI ASSISTERE ALLA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE A ISTANBUL – MA È NORMALE CHE LA SECONDA CARICA DELLO STATO ORGANIZZI LA TRASFERTA COME FOSSE UN CAPO ULTRAS? – IL “PACCHETTO” DA 1270 EURO PREVEDE POSTI IN TRIBUNA “DISCRETI” - LE PROTESTE DEI TIFOSI INTERISTI CHE NON TROVANO I BIGLIETTI DA MESI: "ECCO A CHI SONO ANDATI..."

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Franco Vanni per www.repubblica.it

 

PACCHETTO PER I MEMBRI INTER CLUB PARLAMENTO PER VOLARE A VEDERE LA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE PACCHETTO PER I MEMBRI INTER CLUB PARLAMENTO PER VOLARE A VEDERE LA FINALE DI CHAMPIONS LEAGUE

L'immagine gira da telefono a telefono, da chat a chat, con commenti variamente indignati. Si va da "ecco dove sono finiti i biglietti" a "intanto gli interisti normali restano a casa". La foto è quella di una lettera firmata dal vice presidente dell'Inter Club Parlamento, il deputato milanese di centrodestra Alessandro Colucci, segretario della Camera, eletto nel 2022 con la lista Noi Moderati.

 

Si rivolge agli iscritti al club, una quarantina fra deputati senatori più oltre 150 fra commessi, autisti, assistenti e impiegati: "Cari amici, in riferimento alla finale di Champions League di Istanbul in queste ultime ore il Presidente Ignazio La Russa ha lavorato per ottenere le migliori condizioni".

 

Seguono i dettagli del pacchetto: 1.090 euro fra volo, assicurazione e spese di agenzia (la stessa a cui si appoggia l'Inter), più 180 di biglietto che dovrà essere "scaricato direttamente dal portale della Uefa a ricezione del codice di conferma". Partenza da Milano il 9 giugno, alla vigilia della partitissima col Manchester City, e ritorno nella notte dopo la finale. […]

IGNAZIO LA RUSSA CON LA MAGLIETTA DELL INTER IGNAZIO LA RUSSA CON LA MAGLIETTA DELL INTER ignazio la russa maglia inter ignazio la russa maglia inter

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH – IL VERO GRANDE SCONFITTO DELLE AMMINISTRATIVE È…GENNARO SANGIULIANO! EIKE SCHMIDT, A FIRENZE, E FABIO ROMITO A BARI, SONO STATI CANDIDATI, SPONSORIZZATI E SOSTENUTI STRENUAMENTE DA “GENNY”. LA DISCESA IN CAMPO DEL CRUCCO È STATO UNA SUA IDEA, INSIEME A QUEL FENOMENO DI DONZELLI - NELLA CITTÀ PUGLIESE, AVEVA ADDIRITTURA PROMESSO CHE SAREBBE DIVENTATO ASSESSORE IN CASO DI VITTORIA DI ROMITO. ED È ANDATO PIÙ VOLTE SIA A BARI CHE A FIRENZE. RISULTATO? HANNO PERSO MALAMENTE ENTRAMBI…

DAGOREPORT – GRANDE È LA CONFUSIONE SOTTO IL CIELO DI BRUXELLES: O IL QUINTETTO AL COMANDO, FORMATO DA MACRON, SCHOLZ, TUSK, SANCHEZ E MITSOTAKIS, TROVA UN ACCORDO IL 28 GIUGNO O SALTA TUTTO - IL BALLO DI SAN VITO SI GIOCA SUL NOME DI URSULA VON DER LEYEN. INVISA A UNA PARTE DEL PPE, CORRE IL RISCHIO DI ESSERE AFFONDATA DAL VOTO SEGRETO DEL PARLAMENTO - URGE AGGIUNGERE UN POSTO A TAVOLA. E QUI IL PPE SI SPACCA: ALLA CORRENTE DI WEBER, CHE VORREBBE IMBARCARE IL GRUPPO ECR GUIDATO DALLA REGINA DI COATTONIA, SI CONTRAPPONE LA CORRENTE DI TUSK. IL LEADER POLACCO CONTA IL MAGGIOR NUMERO DI PARLAMENTARI NEL PPE E ACCETTEREBBE SOLO I FRATELLI D’ITALIA. E PER MAGGIOR TRANQUILLITÀ, ANCHE I VOTI DEI VERDI, MA GIORGIONA NON CI STA - IL GUAZZABUGLIO SI INGROSSERÀ DOMANI, LUNEDÌ, CON L’INCONTRO DI UN IMBUFALITO ORBAN CON LA DUCETTA, REA DI AVER ARRUOLATO I RUMENI ANTI UNGHERESI DI AUR, E PRONTO A SALIRE SUL CARRO DI MARINE LE PEN - ALLA EVITA PERON DELLA GARBATELLA, CHE RISCHIA L’IRRILEVANZA POLITICA NELL’UNIONE EUROPEA, NON RESTA ALTRO CHE FAR SALTARE IL BANCO DEL 28 GIUGNO…