MICHELE SANTORO DICE QUALCOSA DI SINISTRA: INVOCA UN NUOVO PARTITO! - DOPO AVER GIRATO I TALK COME UNA MADONNA PELLEGRINA PER INTONARE IL SUO CONTROCANTO ALLA GUERRA IN UCRAINA, IL GIORNALISTA SI LAMENTA PERCHE’ I PACIFISTI NON VENGONO RAPPRESENTATI, NÉ IN RAI NÉ IN POLITICA: “NON È MIA INTENZIONE FONDARE UN PARTITO, MA C'È UN POPOLO CHE CHIEDE DI ESSERE RAPPRESENTATO, CHE VUOLE RISPOSTE. SE NON GLIELE DANNO PD E 5STELLE, DOVRÀ DARGLIELE QUALCUN ALTRO..."

-

Condividi questo articolo


Tommaso Rodano per il “Fatto quotidiano”

 

michele santoro non e' l'arena 6 michele santoro non e' l'arena 6

Michele Santoro raddoppia. Dopo il successo della sua "Pace proibita" - la serata-evento al Teatro Ghione ignorata dai media tradizionali ma capace di raggiungere "più di un milione di persone" - il giornalista parla quasi da leader politico del movimento pacifista.

 

Nella sede nazionale della stampa, a fianco di Sabina Guzzanti e del direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, Santoro lancia il suo appello ai partiti in Parlamento: "C'è un'opinione pubblica bloccata, non rappresentata. Chiediamo un riequilibrio delle rappresentanze di tutte le posizioni nel servizio pubblico". Per Tarquinio c'è "un conformismo bellico mai visto con questa intensità nella stampa italiana", con "liste di proscrizione per chi non si adegua alla narrativa dominante".

michele santoro michele santoro

 

Guzzanti denuncia il "linguaggio di guerra" a cui il giornalismo si è abituato dall'inizio della pandemia. Santoro cita i servizi del Tg1: "Dieci minuti per festeggiare la vittoria dell'Ucraina all'Eurovision, celebrandone lo spirito guerriero. Non una parola di pace. C'è una violazione dello spirito della carta dei servizi Rai".

 

Secondo i sondaggi - aggiunge - "il 50% degli italiani sono contrari all'invio di armi, eppure per i telegiornali del servizio pubblico non esistono e i giornalisti Rai con un'opinione critica non possono esprimersi. Si faccia un sondaggio per verificare se gli italiani sono soddisfatti della qualità dell'informazione pubblica e poi si proceda a riequilibrare il mondo in cui la Rai racconta la guerra".

michele santoro e corrado formigli 4 michele santoro e corrado formigli 4

 

Santoro si è poi rivolto ai partiti con parole di sfida: "Non è mia intenzione fondare un partito, ma c'è un popolo che chiede di essere rappresentato, che vuole risposte. Se non gliele danno Pd e 5Stelle, dovrà dargliele qualcun altro...".

michele santoro 4 michele santoro 4 michele santoro michele santoro michele santoro e corrado formigli 5 michele santoro e corrado formigli 5

 

Condividi questo articolo

politica

DAGO-RETROSCENA! – DURANTE LE SETTIMANALI TELEFONATE CON DRAGHI, IL TORMENTONE DI GRILLO E' DI PERCULARE "LA POCHETTE CHE CAMMINA", FINCHE' MARIOPIO UN BEL GIORNO SBOTTA: “MA SE LO RITIENI INADEGUATO, PERCHÉ NON LO MANDI VIA? BUTTALO FUORI!” - LA BATTUTA INOPPORTUNA DI DRAGHI E' STATO POI GIRATA DA GRILLO A SUO MERITO, DAVANTI A CONTE: "MA COME, TI HO PURE DIFESO DA DRAGHI CHE VOLEVA CHE TI CACCIASSI!" - E SCATTA LA VENDETTA DI TRAVAGLIO E DEI COLONNELLI DEI 5STELLE (TAVERNA, FICO, CRIMI) SU GRILLO CHE NON VUOLE L'ADDIO A DRAGHI NE' LA DEROGA AL SECONDO MANDATO - ALL’INSIPIENZA POLITICA DI DRAGHI E GRILLO, ALLA FINE CI METTE UNA PEZZA MATTARELLA.... 

“IL DIRITTO ALL’ABORTO NON ESISTE. SI CHIAMA OMICIDIO” – PRENDETEVI CINQUE MINUTI E GODETEVI IL CORPO A CORPO TRA TELESE E ADINOLFI: “CI VUOI PORTARE IN UN MODERNO MEDIOEVO IN CUI GLI INTEGRALISTI DECIDONO PER ALTRI”, “NOVE VOLTE SU DIECI, GIOVANI DONNE RINUNCIANO AI LORO FIGLI PER RAGIONI FUTILISSIME, DICIAMO PURE DEL CAZZO” – “VOI LAICISTI DIFENDETE LA CULTURA DELLA MORTE, MA SIETE BUONI CARINI E LEGITTIMATI. NOI, CHE DIFENDIAMO LA VITA, INVECE, SIANO BRUTTI SPORCHI E CATTIVI. E CON LE CORNA. L’ITALIA SENZA IL DIVORZIO ERA PIÙ BELLA E PIÙ SANA DI QUESTA” (PAROLA DI UN DIVORZIATO…)

“QUESTO SPIEGA PERCHÉ SONO TORNATO A ROMA IERI NOTTE” – MARIO DRAGHI IN CONFERENZA STAMPA HA RACCONTATO IL VERO MOTIVO PER CUI HA LASCIATO IN ANTICIPO IL VERTICE NATO DI MADRID: NON C’ENTRA CONTE, MA L’AUMENTO DEI PREZZI DELL’ENERGIA! – “SONO RIENTRATO A ROMA PER L'OK AL DL BOLLETTE ENTRO OGGI. QUESTI PROVVEDIMENTI DOVEVANO NECESSARIAMENTE ESSERE ATTUATI OGGI, SENZA QUESTO CI SAREBBE STATO UN DISASTRO. LE BOLLETTE SAREBBERO ARRIVATE SENZA AGEVOLAZIONI CON RINCARI FINO AL 35 PER CENTO...”