LA NATO MANDA UN PIZZINO A "MAD VLAD" - GRANDI MANOVRE IN NORVEGIA, CON L'INIZIO DELLA PIÙ GRANDE ESERCITAZIONE MILITARE DAI TEMPI DELLA GUERRA FREDDA: 30 MILA SOLDATI SCHIERATI, OLTRE A NAVI, AEREI E TRUPPE DA 27 PAESI - C'È L'ITALIA E SOPRATTUTTO CI SONO SVEZIA E FINLANDIA, ANCORA FUORI DAL PATTO MA SCALPITANTI - PER EVITARE DI PROVOCARE TROPPO PUTIN CI SI TERRÀ A DISTANZA DI SICUREZZA DAL CONFINE CON LA RUSSIA, ANCHE SE... - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Carlo Nicolato per “Libero Quotidiano

 

esercitazioni della nato in norvegia 9 esercitazioni della nato in norvegia 9

Non è una novità, da anni la Nato tiene ricorrenti esercitazioni militari in Norvegia, ma quella iniziata ieri, chiamata "Cold Response 2022" è la più importante dalla fine della Guerra Fredda.

 

esercitazioni della nato in norvegia 7 esercitazioni della nato in norvegia 7

Sia per numero, ci saranno infatti 30mila soldati occidentali, sia per i Paesi che vi partecipano, addirittura 27, Italia compresa. Alla "Cold Response" di due anni fa parteciparono 16mila unità di dieci Paesi differenti e fu poi sospesa in corso a causa dell'inizio della pandemia.

 

esercitazioni della nato in norvegia 8 esercitazioni della nato in norvegia 8

Ma la vera novità è che stavolta ci saranno anche la Svezia e la Finlandia che della Nato non fanno parte ma che dopo l'invasione russa in Ucraina hanno una propensione sempre più accentuata a entrarvi.

 

esercitazioni della nato in norvegia 4 esercitazioni della nato in norvegia 4

Due inviti già predisposti da tempo, da prima che Putin ordinasse l'invasione dell'Ucraina, e anzi il ministro degli Esteri norvegese Anniken Huitfeldt ha fatto sapere che a suo tempo era stata invitata come osservatore anche la Russia stessa.

 

esercitazioni della nato in norvegia 3 esercitazioni della nato in norvegia 3

Una cortesia rifiutata da Mosca ma che è procedura comune per tali importanti esercitazioni. Il ministro degli Esteri norvegese Anniken Huitfeldt ha sottolineato che la trasparenza per loro è vitale, «seguiamo il libro alla lettera, capitolo e versetto. È così che agisce un vicino prevedibile. Non è una novità per la Russia, sanno dove siamo».

 

esercitazioni della nato in norvegia 5 esercitazioni della nato in norvegia 5

Il Documento di Vienna del 2011 obbliga infatti una nazione ospitante di qualsiasi importante esercitazione militare a invitare tutti i 57 Paesi dell'Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) che vi hanno aderito a inviare osservatori.

 

esercitazioni della nato in norvegia 15 esercitazioni della nato in norvegia 15

Alle esercitazioni russe invece generalmente non viene invitato alcun osservatore esterno, tantomeno a quella che si terrà in Tagikistan dal 14 al 18 marzo, ben lontano in questo caso dal teatro di guerra ucraino ma molto vicino alla polveriera dell'Afghanistan con il quale il Paese ex sovietico condivide 1300 km di confine.

 

esercitazioni della nato in norvegia 14 esercitazioni della nato in norvegia 14

TAGIKI E AFGHANI

Il Tagikistan peraltro viene considerato la culla della resistenza afghana e non a caso lo stesso Massoud, il famoso "Leone del Panshir" ucciso da Al Qaeda nel 2001, era di quella stessa etnia.

 

esercitazioni della nato in norvegia 13 esercitazioni della nato in norvegia 13

L'esercitazione russa, alla quale parteciperanno oltre mille soldati con un arsenale di oltre 300 unità belliche, è solo una delle tante pianificate in questi mesi nella zona, proprio in vista di una possibile espansione dei terroristi dell'Isis che dopo l'avvento al potere dei talebani si sono rifugiati nella zona a nord del Paese, quella meno controllata.

 

esercitazioni della nato in norvegia 12 esercitazioni della nato in norvegia 12

Niente a che fare con l'Ucraina ovviamente, né con la Nato, anche se è una voluta dimostrazione di forza mentre il Paese è impegnato militarmente su un altro fronte. Ben altro impatto e significato hanno comunque le manovre in Norvegia. L'Alleanza è infatti preoccupata che la Russia possa cercare di destabilizzare altre aree d'Europa durante la sua invasione dell'Ucraina, nel tentativo di distrarre o dividere gli alleati. E i Paesi scandinavi, insieme agli Stati baltici, sono visti come un potenziale obiettivo.

 

esercitazioni della nato in norvegia 2 esercitazioni della nato in norvegia 2

Il generale responsabile dell'operazione Ingve Odlo ha affermato che l'esercitazione è stata progettata per testare quanto bene le forze della Nato potrebbero integrarsi con le truppe locali. «È per assicurarsi che le forze alleate siano in grado di operare nel profondo Nord, per mostrare la coesione e l'affidabilità della Nato», ha detto.

 

esercitazioni della nato in norvegia 6 esercitazioni della nato in norvegia 6

Un avvertimento a Putin ovviamente, ma onde evitare di dare al presidente russo qualsiasi appiglio per una ritorsione le manovre sono state deliberatamente tenute lontane dal confine della Norvegia con la Russia, con l'azione più vicina prevista nelle città artiche di Narvik e Harstad, a circa 470 km.

 

esercitazioni della nato in norvegia 11 esercitazioni della nato in norvegia 11

ZAPAD 2021

Anche senza l'invasione in Ucraina la "Cold Response 2022" avrebbe comunque significato un altro passo importante verso l'escalation di tensione con la Russia. La «più grande esercitazione della Nato dalla Guerra Fredda» ha fatto seguito infatti alla Zapad-2021, quella che viene considerata «la più grande esercitazione russa dai tempi di Breznev».

 

esercitazioni della nato in norvegia 10 esercitazioni della nato in norvegia 10

Ebbe luogo lo scorso anno in settembre in Bielorussia, vi parteciparono 200mila soldati. Fu una specie di assaggio di quello che sarebbe successo di lì a qualche mese, il provino di un film horror che Putin preparava da anni.

 

esercitazioni della nato in norvegia 1 esercitazioni della nato in norvegia 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - FERMI TUTTI! SECONDO UN SONDAGGIO RISERVATO, LA CANDIDATURA DEL GENERALE VANNACCI POTREBBE VALERE FINO ALL’1,8% DI CONSENSI IN PIÙ PER LA LEGA SALVINIANA. UN DATO CHE PERMETTEREBBE AL CARROCCIO DI RESTARE SOPRA A FORZA ITALIA - A CICCIO TAJANI È PARTITO L’EMBOLO. COSÌ QUEL MERLUZZONE DEL MINISTRO DEGLI ESTERI SI È TRASFORMATO IN PIRANHA: HA MESSO AL MURO LA MELONI, MINACCIANDO IL VOTO DI SFIDUCIA SE LA SEPARAZIONE DELLE CARRIERE DEI MAGISTRATI, LEGGE SIMBOLO DEL BERLUSCONISMO, NON VIENE APPROVATA PRIMA DELLE ELEZIONI EUROPEE...

INTER-ZHANG: GAME OVER? IL PRESIDENTE NON PUÒ LASCIARE LA CINA E STA COMBATTENDO IL WEEKEND PIÙ DURO DELLA SUA VITA PER NON PERDERE ANCHE L’INTER. BALLA IL PRESTITO DA 375 MILIONI CHE ZHANG DEVE RESTITUIRE A OAKTREE. IL FONDO PIMCO SI ALLONTANA - SE LA TRATTATIVA PER UN NUOVO FINANZIAMENTO NON SI SBLOCCA ENTRO LUNEDÌ, OAKTREE SI PRENDERA’ IL CLUB. UNA SOLUZIONE CHE SAREBBE MOLTO GRADITA AL DG MAROTTA. FORSE IL DIRIGENTE SPORTIVO PIÙ POTENTE D’ITALIA HA GIÀ UN ACQUIRENTE? O FORSE SA CHE...

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?