QUALCUNO FACCIA FARE UN BAGNO DI REALISMO A ZELENSKY - IL GENERALE LEONARDO TRICARICO, EX CAPO DI STATO MAGGIORE DELL'AERONAUTICA MILITARE, SMONTA LE AMBIZIONI DEL PRESIDENTE UCRAINO A "TAGADÀ", SU LA7: "C'È UNA PORZIONE DI TERRITORIO CHE SICURAMENTE DOVRÀ AVERE UNO STATUS DIVERSO DALL'ESSERE MEMBRO DELLA NATO E FORSE ANCHE DELL'EUROPA, NEL SUO COMPLESSO. ZELENSKY NON ABBIA AMBIZIONI DI SOVRANITÀ INCONDIZIONATA…" - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Da www.iltempo.it

 

volodymyr zelensky volodymyr zelensky

La Russia avanza in Donbass ma l'offensiva procede "con molta fatica che molta lentezza", e questo ci fa capire che le forze armate di Mosca non possono "avere un livello di ambizione territoriale così alto", commenta il generale Leonardo Tricarico ospite martedì 24 maggio di Tagadà, su La7.

 

Per l'ex capo di Stato maggiore dell'Aeronautica militare il tavolo negoziale è ancora lontano e "si sta spargendo molto sangue, non dico inutilmente ma quasi" commenta l'alto ufficiale che auspica una maggiore efficacia degli sforzi diplomatici per raggiungere un cessate il fuoco.

 

il generale tricarico il generale tricarico

Difficile pensare, allo stato attuale del conflitto, che l'Ucraina possa in un tavolo ipotetico ottenere il Donbass e la Crimea. "C'è una porzione di territorio, quello che oggi viene chiamato Ucraina, che sicuramente dovrà avere uno status diverso dall'essere membro della Nato e forse anche dell'Europa, nel suo complesso", afferma il generale che invita tutti a un bagno di realismo: "All'interno dell'Ucraina ci sono delle porzioni di territorio sulle quali" il presidente ucraino Volodymyr Zelensky "non abbia ambizioni di sovranità incondizionata. Qualcuno dovrà dire a Zelensky di essere più realista e stare con i piedi per terra perché è l'unica via.

vladimir putin volodymyr zelensky vladimir putin volodymyr zelensky

 

Bisognerà studiare uno status particolare e rispettoso delle etnie che vivono, alcune sono a maggioranza russa. E quindi bisogna studiare una serie di condizioni che facciano rispettare queste minoranze o maggioranze che siano. E da qui non se ne esce e non credo che ci siano altre strade", commenta Tricarico.

 

Condividi questo articolo

politica

DAGONEWS! – COSA BOLLE NELLA TESTA TRICOLOGICAMENTE SVANTAGGIATA DI ENRICO LETTA? IN VISTA DELLE ELEZIONI DEL 2023, OLTRE A UNA LEGGE ELETTORALE PROPORZIONALE CON SBARRAMENTO AL 4%, IL CAMPO LARGO COL M5S SARÀ SOSTITUITO DAL “CAMPETTO CIVICO” CON LE LISTE DEI SINDACI PD (GORI, GUALTIERI, TOMMASI, DE CARO, SALA, MANFREDI, ETC) - SE L'EGO DI CALENDA GIOCA IN PROPRIO, RENZI È IL PARIA DI TURNO: ITALIA MORTA NESSUNO LA VUOLE, AL PUNTO CHE È COSTRETTO A ELEMOSINARE ATTENZIONI ALL’EX NEMICO, LUIGI DI MAIO…

DAGONEWS! - VUOI VEDERE CHE LA GUERRIGLIA DEL M5S CONTRO IL GOVERNO, DI QUESTI GIORNI, PIU’ CHE ESSERE UNA MOSSA ANTI-DRAGHI, PUNTAVA A TOGLIERSI DAL CAZZO BEPPE GRILLO? - GLI OLTRANZISTI CINQUESTELLE (DA CONTE A PATUANELLI, DA RICCIARDI A PAOLA TAVERNA) SONO FURIOSI CON BEPPEMAO PER IL NO ALLA DEROGA AL LIMITE DEI DUE MANDATI E HANNO CAPITO CHE, FINCHE’ C’E’ IL COMICO A FARLA DA PADRONE, OGNI DECISIONE PASSERA’ SEMPRE DA LUI - DE MASI AVVERTE I GRILLONZI: “BISOGNA UCCIDERE IL PADRE PER CRESCERE...”