ROMARIO VA ANCORA IN GOL: ALLE ELEZIONI BRASILIANE IL CAMPIONE DEL MONDO È STATO ELETTO IN SENATO, CON IL 29% DELLE PREFERENZE - L'EX ATTACCANTE HA APPOGGIATO IL PRESIDENTE JAIR BOLSONARO: "DIFENDE MOLTO LA FAMIGLIA, È CONTRARIO ALL'ABORTO E ALLA LEGALIZZAZIONE DELLE DROGHE. INOLTRE È UN POLITICO SINCERO, CHE VUOLE IL PROGRESSO DELLA NAZIONE. MA NON SONO UN 'BOLSOMINION'..."

-

Condividi questo articolo


Da www.ilposticipo.it

romario 9 romario 9

 

Elezioni legislative e governative in Brasile. Il duello fra l'ex presidente Lula e l'uscente Bolsonaro si è risolto con un rinvio al ballottaggio. La figura del Capo di Stato è dunque ancora in bilico dopo che il Tribunale Supremo Elettorale ha reso pubblici i risultati. Lula ha ricevuto 57milioni di voti, pari al 48%. Bolsonaro si è fermato a 51 milioni, pari al 43,20%. Appuntamento al 30 ottobre per conoscere il nuovo Presidente. Già noti però alcuni eletti. Fra cui un senatore ben noto al grande pubblico brasiliano e non solo. Romario.

romario 4 romario 4

 

Il calciatore campione del mondo con la Seleçao nei mondiali del 1994 si è candidato a Rio De Janeiro ed ha ottenuto uno scranno rastrellando il 29% di preferenze. L'ex attaccante del Barcellona e del Valencia ha appoggiato il presidente Bolsonaro. Romario, come riportato in una intervista a Veja un magazine brasiliano, ha spiegato cosa lo aveva spinto ad appoggiare il Partito Liberale.

 

romario 5 romario 5

"Bolsonaro difende molto la famiglia, è contrario all'aborto e alla legalizzazione delle droghe. Inoltre è un politico sincero, che vuole il progresso della nazione. Mi sono dato alla politica perché la spinta è arrivata da mia figlia che ha 17 anni ed ha la sindrome di Down. Credo che ci sia ancora molto da fare prima che le persone affette da disabilità siano davvero incluse nel paese e mi sono impegnato facendomi accompagnare da due assistenti. Uno è down, l'altro è autistico e svolgono entrambi un lavoro eccellente ma non faccio demagogia, assumo i miei dipendenti per la loro competenza. E non sono un bolsominion. Semplicemente, credo nelle sue proposte".

romario 3 romario 3

 

Alla chiusura delle urne l'ex calciatore ha affidato i suoi ringraziamenti a chi lo ha eletto in un video sul proprio profilo twitter. "Non ho parole per descrivere l'emozione di essere rieletto in senato. Lavorerò affinché la qualità della vita della popolazione di Rio de Janeiro e più in generale brasiliana possa migliorare". Il percorso politico di Romario, esattamente come quello di calciatore, è stato sin da subito costellato di successi. Dopo un primo mandato da deputato nel Partito Socialista Brasileño, è stato eletto senatore nelle elezioni del  2014 e dal febbraio 2021 è stato anche vicepresidente del Senato.

 

romario 2 romario 2 romario 10 romario 10 romario 6 romario 6 romario 1 romario 1 ronaldo romario ronaldo romario romario romario ROMARIO ROMARIO

 

romario 7 romario 7 romario 8 romario 8

 

Condividi questo articolo

politica

FLASH! SCAZZO SOCIAL TRA CARLO CALENDA ED EZIO MAURO. IL “CHURCHILL DEI PARIOLI” TWITTA: “NELLE PAGINATE CHE TUTTI I GIORNALI DI SINISTRA STANNO DEDICANDO ALLA CRISI DEL PD, MANCA UN TEMA: LA CRISI DELLA STAMPA DI SINISTRA. DUE OTTIMI ESEMPI DI OGGI: MANFELLOTTO E GIANNINI. SETTARISMO, TEORIA DEL COMPLOTTO, ELUCUBRAZIONI, DILEGGIO (SORELLA D’ITALIA LA PDC)” – E L’EX DIRETTORE DI “REPUBBLICA” LO FULMINA: “INSOPPORTABILE E RIDICOLO” – LA CONTRORISPOSTA DEL LEADER DI AZIONE

NORDIO-RENZI COLTI SU “IL FATTO” – MARCO LILLO: "IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA ANNUNCIA IN SENATO L’INVIO DEGLI ISPETTORI PER VERIFICARE QUELLO CHE HANNO COMBINATO I PM DI FIRENZE AFFERMANDO CHE “LA CONOSCENZA UFFICIALE DI QUESTI ATTI È PARZIALE”. MA LA PROCURA MANDÒ TUTTI GLI ATTI IL GIORNO PRIMA VIA PEC - ''NORDIO AVREBBE PIÙ CORRETTAMENTE DOVUTO DARE CONTO AI SENATORI E AI CITTADINI DEL CARTEGGIO TRA PROCURA DI FIRENZE E COPASIR CHE SPIEGA IL COMPORTAMENTO DEL PM TURCO, DEFINITO IN AULA DA RENZI "O EVERSIVO, O ANARCHICO" O ADDIRITTURA "CIALTRONE"..."

LA BATTAGLIA DEL VORREI MA NON POS – GIORGIA MELONI VA ALL’ATTACCO SULL’OBBLIGO DEL POS SOPRA I 60 EURO: “LA SOGLIA? POTREBBE ESSERE ANCHE PIÙ BASSA. C'È UN'INTERLOCUZIONE IN CORSO CON L'UE E VEDIAMO COME ANDRÀ A FINIRE” - BUTTAFUOCO: "STA NASCENDO UNA STUPIDA GUERRA DI RELIGIONE CHE PRESUPPONE LA CRIMINALIZZAZIONE DI CHI ADOPERA IL CONTANTE. DOVREBBE ESSERE UNA SCELTA LIBERA" - IL POLITOLOGO MARCO REVELLI: "BISOGNEREBBE IMPORRE ALLE BANCHE DI AZZERARE O QUASI LE COMMISSIONI PER LE PICCOLE CIFRE, UN GOVERNO SERIO DOVREBBE FARE QUESTO. CERTO PRENDERSELA CON LE BANCHE È PIÙ DIFFICILE CHE PRENDERSELA CON IL NEGOZIANTE O IL CONSUMATORE"

IO RESTO GIORGIA (E VE CORCO) – MELONI A TUTTO CAMPO IN UN COLLOQUIO CON “REPUBBLICA”. AI GIORNALISTI CHE L’ACCUSANO DI LIMITARE LA LIBERTÀ D’INFORMAZIONE REPLICA: “NON SONO NERVOSA, NON SONO STRESSATA PER IL NUOVO INCARICO, IO SONO UNA PERSONA CHE PRETENDE RISPETTO. E SE C’È QUALCOSA CHE NON MI STA BENE LA DICO” – SUL PNRR LANCIA UNA NUOVA STILETTATA A DRAGHI: ‘DEI 55 OBIETTIVI DA CENTRARE ENTRO FINE ANNO A NOI NE SONO STATI LASCIATI 30” – E POI L’ABOLIZIONE DEL REDDITO DI CITTADINANZA, I MESSAGGI CON MACRON E I LAVORI DI RESTYLING A PALAZZO CHIGI…