TAJANI FA IL MODERATO, MA STRINGI STRINGI È SEMPRE AL SERVIZIO DEI SOVRANISTI – SUL CASO ILARIA SALIS, IL MINISTRO DEGLI ESTERI, ALLA CAMERA, HA MINIMIZZATO: “LE SUE CONDIZIONI SONO IN NETTO MIGLIORAMENTO. EVITIAMO DI TRASFORMARE UNA QUESTIONE GIUDIZIARIA IN UN CASO POLITICO. UNA MISSIVA DEL GOVERNO ITALIANO SAREBBE IRRITUALE E IRRICEVIBILE. LA DECISIONE SPETTA AL LEGALE UNGHERESE” - E POI RINCARA LA DOSE: "L'AMBASCIATA NON E'UN LUOGO ADEGUATO AI DOMICILIARI PERCHE'..." -  VIDEO

-

Condividi questo articolo


https://www.ilfattoquotidiano.it/2024/02/08/ilaria-salis-tajani-ambasciata-non-e-adatta-per-i-domiciliari-bagarre-in-aula-poi-attacca-non-si-trasformi-questione-giudiziaria-in-caso-politico/7439077/

 

Estratto dell’articolo di Carlotta De Leo per il “Corriere della Sera”

 

antonio tajani antonio tajani

«Ci siamo adoperati fin dal primo giorno per il caso di Ilaria Salis, ben prima che diventasse oggetto di polemiche politiche». E ora, grazie all’impegno della diplomazia, le condizioni detentive sono in «netto miglioramento» dal punto di vista igienico e sanitario.

 

Lo ha detto ieri il vicepremier e ministro degli Esteri Antonio Tajani in una informativa urgente alle Camere sulla vicenda dell’attivista in carcere in Ungheria da un anno che ha provocato duri attacchi dell’opposizione. «Evitiamo di trasformare una questione giudiziaria, regolata da norme nazionali ed europee, in un caso politico che non fa il bene della signora Salis», la linea del responsabile della Farnesina. che poi ha ribadito: la richiesta dei domiciliari spetta al legale ungherese.

 

ilaria salis - diario del primo anni in carcere a budapest 3 ilaria salis - diario del primo anni in carcere a budapest 3

Una «missiva del governo italiano per chiedere misure alternative al carcere» sarebbe «irrituale e irricevibile». «La decisione sullo stato di libertà dell’indagato compete solo al giudice ungherese» ha detto Tajani.

 

E ha chiarito che «l’unica via percorribile per un reato commesso in uno stato membro dell’Unione europea è quella delle regole»: quindi, prima Salis ottiene i domiciliari in Ungheria, e poi si può chiedere che li sconti in Italia.

 

ILARIA SALIS ILARIA SALIS

L’ambasciata d’Italia, poi, «non è un luogo adeguato» ai domiciliari perché «ci sono documenti riservati» e «servirebbero lavori per creare un’apposita area di detenzione e un incremento dei carabinieri».

Insomma, «è una questione di sicurezza nazionale» ha spiegato.

 

Parole che non sono piaciute all’opposizione e hanno provocato scintille in Aula come l’acceso botta e risposta con il deputato dem Peppe Provenzano: «Quali sarebbero i problemi di sicurezza? Avete paura ci siano neonazisti in ambasciata?» ha chiesto provocatoriamente Provenzano.  […]

ILARIA SALIS ILARIA SALIS ROBERTO E ILARIA SALIS ROBERTO E ILARIA SALIS ROBERTO SALIS - PADRE DI ILARIA SALIS ROBERTO SALIS - PADRE DI ILARIA SALIS FRANCESCO LOLLOBRIGIDA E ILARIA SALIS - VIGNETTA BY VUKIC FRANCESCO LOLLOBRIGIDA E ILARIA SALIS - VIGNETTA BY VUKIC ILARIA SALIS ILARIA SALIS Carmen Giorgio - ex compagna di cella di ilaria salis Carmen Giorgio - ex compagna di cella di ilaria salis LA DETENZIONE DI ILARIA SALIS - VIGNETTA BY ELLEKAPPA LA DETENZIONE DI ILARIA SALIS - VIGNETTA BY ELLEKAPPA antonio tajani antonio tajani ilaria salis - diario del primo anni in carcere a budapest 2 ilaria salis - diario del primo anni in carcere a budapest 2 ILARIA SALIS ILARIA SALIS ilaria salis - diario del primo anni in carcere a budapest 4 ilaria salis - diario del primo anni in carcere a budapest 4 antonio tajani antonio tajani antonio tajani foto di bacco (6) antonio tajani foto di bacco (6) umberto vattani antonio tajani foto di bacco umberto vattani antonio tajani foto di bacco ANTONIO TAJANI ANTONIO TAJANI antonio tajani carlo nordio antonio tajani carlo nordio antonio tajani carlo nordio antonio tajani carlo nordio

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGONEWS – COME MAI IL NUOVO ROMANZO DI CHIARA VALERIO, “CHI DICE E CHI TACE”, È STATO PUBBLICATO DA SELLERIO E NON, COME I PRECEDENTI, DA EINAUDI? SCREZI? LITI? MACCHÉ: È TUTTA UNA STRATEGIA PER VINCERE IL CAMPIELLO, PREMIO LAGUNARE PRESIEDUTO DA WALTER VELTRONI – LA VALERIO, SCRITTRICE CON LA PASSIONE PER LE SUPERCAZZOLE (E L’AGLIO, OLIO E PEPERONCINO), È UNA DELLE FIRME PIÙ AMATE DA ELLY SCHLEIN: SE VINCESSE IL CAMPIELLO, SAREBBE UNA FESTA GRANDE PER UOLTER E PER LA SEGRETARIA MULTIGENDER…

SCOOP! GAME OVER FRA CHIARA FERRAGNI E FEDEZ. IL RAPPER, DOMENICA SCORSA, SE NE È ANDATO DI CASA E NON È PIÙ TORNATO. DAL SANREMO DELL’ANNO SCORSO, LA STORIA D’AMORE TRA I DUE S’ERA INCRINATA MA L’INFLUENCER AVEVA RIMANDATO QUALSIASI DECISIONE PER STARE VICINA AL MARITO MALATO. NEL MOMENTO IN CUI LEI SI È TROVATA IN DIFFICOLTÀ, INVECE, FEDEZ SI È MOSTRATO MENO GENEROSO, RINFACCIANDOLE CHE I SUOI PROBLEMI GIUDIZIARI AVESSERO EFFETTI NEGATIVI ANCHE SUI SUOI AFFARI - COSI' FINISCE L'EPOPEA DEI "FERRAGNEZ"

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO