TUTTI I “LINK” DELL’INCIUCIO - “LA VERITÀ” TORNA A PARLARE DELLA “LINK CAMPUS”, L’UNIVERSITÀ DI VINCENZO SCOTTI CHE HA SFORNATO DIRIGENTI A 5 STELLE E CHE HA BUONISSIMI RAPPORTI ANCHE CON IL PD - DAI RITARDI SULL'AFFITTO DELLA SEDE, GESTITA DALLA REGIONE LAZIO DI ZINGARETTI, AI LEGAMI CON LA FONDAZIONE DI MINNITI – CON GUERINI ALLA DIFESA SI È RIATTIVATA LA VECCHIA SQUADRA DELLA PINOTTI

-

Condividi questo articolo

Alessandro Da Rold per “la Verità”

 

vincenzo scotti foto di bacco (2) vincenzo scotti foto di bacco (2)

È un rapporto profondo quello tra Pd e Link Campus University, ateneo fondato dall' ex Dc Vincenzo Scotti, fucina della classe dirigente a 5 stelle, dal sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo, all' ex ministro Elisabetta Trenta al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

 

indietro con l' affitto

vincenzo scotti luigi di maio vincenzo scotti luigi di maio

Alla Link insegna anche Massimo D' Alema, ma vale la pena ricordare come dal 2016 la sede dell' università sia l' antico casale San Pio, fiore all' occhiello degli immobili per ciechi e ipovedenti (centro Sant' Alessio) gestiti dalla Regione Lazio del segretario dem Nicola Zingaretti.

MASSIMO D'ALEMA ALLA LINK CAMPUS UNIVERSITY MASSIMO D'ALEMA ALLA LINK CAMPUS UNIVERSITY

 

La sottoscrizione è venticinquennale e la Link è stata scelta tramite procedura pubblica: un articolo del Fatto Quotidiano di febbraio ricordava un ritardo nei pagamenti del canone per circa 840.000 euro. Affitto a parte, è il legame con i nostri servizi segreti il vero motore della Link, uno scambio che va avanti da anni, legittimato dalla legge riforma dell' intelligence del 2007 che istituzionalizzò i rapporti con le università.

CASALE SAN PIO - LINK CAMPUS CASALE SAN PIO - LINK CAMPUS

 

L' ateneo romano - un filo diretto con la fondazione Icsa di Marco Minniti - è anche soprannominato la «Terza parte» e ha un peso non indifferente nella linea politica del nostro comparto sicurezza. E sta diventando un simbolo dei legami dell' attuale governo giallorosso di Giuseppe Conte.

giuseppe conte lorenzo guerini giuseppe conte lorenzo guerini

 

C' è tensione tra gli uffici del nuovo ministero della Difesa targato Lorenzo Guerini. L' insediamento dell' ex sindaco di Lodi, vecchio democristiano ora piddino di ferro, ha riattivato la vecchia squadra che ha governato con Roberta Pinotti il ministero fino al 2018. Se ne è accorto il sito Sassate, che da una settimana bombarda i tentativi di riposizionamento degli uomini della vecchia guardia pilottiana (Pinotti e Luca Lotti).

MICHELE NONES MICHELE NONES

 

 In principio doveva diventare capo di gabinetto Michele Nones, vice presidente Iai (Ististuto Affari Internazionali) e consigliere dell' industria della Difesa, al posto di Pietro Serino. Ora invece ci sono buone probabilità che questo incarico sia assegnato a Carmine Masiello , uscito a luglio dal Dis, dove era vicedirettore generale e mancato vice capo di sStato maggiore dell' Esercito.

FAUSTO RECCHIA, AD DIFESA SERVIZI FAUSTO RECCHIA, AD DIFESA SERVIZI

 

Allo stesso tempo come capo della segreteria politica è arrivato Fausto Recchia, già nello stesso ruolo con la Pinotti, riconfermato per altri tre anni come amministratore delegato di Difesa servizi spa. C' è chi parla di conflitto di interessi, ma il tema non sembra scaldare i 5 stelle. Potrebbe tornare da New York, dove è in forza dentro Fincantieri, anche l' ex portavoce Simone Mazzucca.

 

il gabinetto di gualtieri

CASALE SAN PIO - LINK CAMPUS 1 CASALE SAN PIO - LINK CAMPUS 1

Al ministero dell' Economia sembra confermato come capo di gabinetto Luigi Carbone, ma manca ancora l' ufficialità. Il magistrato «musicista» potrebbe restare per tutto il tempo della legge di stabilità. Anche perché la bozza da cui dovrà partire la nuova squadra di Roberto Gualtieri, l' ha scritta in parte anche lui prima dell' estate con Giovanni Tria.

 

Condividi questo articolo

politica