ZINGA NON PERDONA! SEMBRA CERTO CHE MARCUCCI VERRÀ SOSTITUITO A BREVE - "ORMAI È UN CAPIGRUPPO DELEGITTIMATO. NON PUÒ PIÙ RESTARE", SPIEGA UN SENATORE DEL PD VICINO AL SEGRETARIO. FRA L'ALTRO, L'USCITA DEL CAPOGRUPPO HA DI FATTO OSCURATO E RESA PIÙ DIFFICILE LA RICHIESTA DEL "CAMBIO DI PASSO" AL GOVERNO DICHIARATA A GRAN VOCE DA ZINGARETTI NELLA SCORSA DIREZIONE DEL PD…

-

Condividi questo articolo

Marco Antonellis per affaritaliani.it

 

marcucci zingaretti marcucci zingaretti

 Nel Pd tiene ancora banco la vicenda Marcucci. Dal Nazareno ufficialmente stemperano la questione, ma sembra certo che il capogruppo verrà sostituito a breve, quando gli echi di questa polemica saranno sopiti. "Ormai è un capigruppo delegittimato. Non può più restare", spiega un senatore del Pd vicino al Segretario.

 

Fra l'altro, l'uscita del capogruppo ha di fatto oscurato e resa più difficile la richiesta del "cambio di passo" al governo dichiarata a gran voce da Zingaretti nella scorsa direzione del Pd. Nel Partito democratico sono molto critici sull'efficacia dell'azione dell'esecutivo, "ma dopo quello che ha detto Marcucci, e che ci ha costretto a difendere Conte senza se e senza ma, come faremo ora a tornare a chiedere al governo un cambio di passo?" spiega un autorevole deputato dem. Ecco perché al Nazareno, nonostante le smentite di prassi, cresce ancora di più l'irritazione verso Marcucci.

nicola zingaretti paolo gentiloni graziano delrio andrea marcucci nicola zingaretti paolo gentiloni graziano delrio andrea marcucci paolo gentiloni nicola zingaretti andrea marcucci graziano delrio paolo gentiloni nicola zingaretti andrea marcucci graziano delrio nicola zingaretti arriva al quirinale nicola zingaretti arriva al quirinale zingaretti marcucci zingaretti marcucci

 

Condividi questo articolo

politica

LA PACCHIA E' FINITA, CONTE INGOIA IL PRIMO MAXI-ROSPO: ADDIO ALLA GESTIONE IN SOLITUDINE DEL RECOVERY FUND - CON LA LAMA SUL COLLO, “GIUSEPPI” VIENE COSTRETTO A UNA GESTIONE COLLEGIALE DEI FINANZIAMENTI UE: LA GESTIONE SARA' NELLE MANI DI UNA CABINA DI REGIA FORMATA DAL MES DI GUALTIERI, DAL MISE DI PATUANELLI E DA AMENDOLA: 2 DEL PD E UNO DEL M5S, CHE SCEGLIERANNO SEI MANAGER, POI COADIUVATI DA UNA TASK FORCE DI 300 PERSONE - IN ATTESA DI UNA PANDEMIA PIATTA E VACCINATA CHE PERMETTA DI LIQUIDARLO, IL PREMIER PER CASO VIENE "COMMISSARIATO" DAI PARTITI DI GOVERNO

QUI C’È PUZZA DI PATRIMONIALE - SCATENA IL PUTIFERIO L’EMENDAMENTO ALLA MANOVRA DI BILANCIO DI FRATOIANNI E FIRMATA DALLA SINISTRA PD (TRA CUI ORFINI) CHE INTRODURREBBE UNA PATRIMONIALE OLTRE 500MILA EURO – SE PER FORZA ITALIA E' UNA “RAPINA DELLA SINISTRA'', NEL PD REGNA L’IMBARAZZO. POI  ARRIVA DI MAIO E BLOCCA TUTTO: "NIENTE PATRIMONIALE, VIA PICCOLE TASSE..." - DAGO: LA PATRIMONIALE SAREBBE UN COLPO PESANTE PER L'ECONOMIA, GIA' A PEZZI COL COVID, E UN SUICIDIO PER I PARTITI AL GOVERNO VISTO CHE FRA POCHI MESI SI ANDRA' A VOTALE PER I SINDACI DI MILANO, ROMA, NAPOLI, TORINO...

I POLIZIOTTI PESTANO UN ''NERONE'', MACRON PESTA UN MERDONE - VIDEO: IL PRODUTTORE RAP MICHEL ZECLER VIENE PICCHIATO SELVAGGIAMENTE DA 4 AGENTI. ''MI DICEVANO 'SPORCO NEGRO'''. POTEVA ESSERE LA SUA PAROLA CONTRO LA LORO, MA LE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA HANNO CONFERMATO LA SUA VERSIONE - MACRON HA PROPOSTO UNA LEGGE CHE LIMITI LA DIFFUSIONE DELLE IMMAGINI DI INTERVENTI DI POLIZIA, CHE SI COMPORTA A VOLTE IN MODO VIOLENTO CON GILET GIALLI E MANIFESTANTI. ORA IL PRESIDENTE È NEI GUAI