CON CHI CE L’HA MATTARELLA? “LA PALLAVOLO ITALIANA ESEMPIO DI RISPETTO E CORRETTEZZA, MICA COME ALTRI SPORT…” - IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA HA RICEVUTO AL QUIRINALE L'ITALVOLLEY CHE IERI SERA SI LAUREAVA PER LA QUARTA VOLTA CAMPIONE DEL MONDO MENTRE A TORINO ANDAVA IN ONDA LA “SOLITA” SERIE A TRA CAOS ARBITRALE E RISSE IN CAMPO – LA BATTUTA DEL CAPO DELLO STATO:  “LASCIARE IL PRIMO SET ALLA POLONIA È STATO UN BEL GESTO” – VIDEO

-

Condividi questo articolo


Da ilnapolista.it

 

mattarella italvolley mattarella italvolley

Mentre la Nazionale di pallavolo vinceva il suo quarto titolo Mondiale, a Torino andava in onda la “solita” Serie A, tra caos arbitrale e risse in campo. Due spaccati di sport nazional-popolare sottolineati dal Presidente della Repubblica nel suo discorso all’Italvolley, ricevuta al Quirinale. A Mattarella è bastata una frase, attentamente messa lì con un po’ di sarcasmo, tra un complimento e l’altro:

 

“Ieri sera vi ho visti dalla prima battuta fino all’ultima messa in rete dai polacchi. Aver consegnato il primo set ai polacchi è stato un bel gesto di cortesia per lo sportivissimo popolo polacco. E’ un tratto tipico della pallavolo, questo: la correttezza, il rispetto reciproco. Un esempio per tutti gli altri sport, alcuni dei quali hanno questi tratti, altri ne hanno in verità un po’ meno…“.

 

mattarella italvolley mattarella italvolley

 

Mattarella ha anche lodato un altro tratto distintivo del successo della pallavolo: la serenità del ct Fefè De Giorgi

 

“Vincere tre Mondiali da giocatore è un’impresa ma vincerne uno guidando da fuori campo la squadra è ancora più impegnativo. Ho molto ammirato il modo in cui si è rivolto alla squadra durante le partite. Ho visto ct di altre nazionali che esprimevano disappunto e gesti di rimprovero, con atteggiamenti imperiosi… la sua tranquillità ha contribuito a dare serenità alla squadra“.

mattarella italvolley mattarella italvolley mattarella italvolley mattarella italvolley

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute