CRISTIANO RONALDO SI È GIÀ ROTTO DELL'ARABIA SAUDITA? - A MENO DI SEI MESI DAL SUO TRASFERIMENTO ALL'AL-NASSR, IL PORTOGHESE VORREBBE TORNARE A GIOCARE IN EUROPA - IL "MUNDO DEPORTIVO": "IN QUESTO PERIODO CR7 SI È RESO CONTO DELLA REALTÀ DEL CLUB SAUDITA E DELLA SITUAZIONE ESISTENTE NEL PAESE DOVE LE INFRASTRUTTURE SONO LONTANE DALLA SOCIETÀ MODERNA" - MA C'È UN PROBLEMA: SE DECIDESSE DI ANDARSENE PRIMA DELLA FINE DEL SUO CONTRATTO, RISCHIA DI...

-

Condividi questo articolo


CRISTIANO RONALDO CRISTIANO RONALDO

Da www.ilnapolista.it

 

Cristiano Ronaldo non ne può più in Arabia Saudita. Nemmeno sei mesi dopo il suo trasferimento nel paese arabo, fonti vicine al portoghese iniziano a lamentare un certo malcontento del giocatore, stanco di vivere lontano dalla società moderna europea.

 

Lo scrive el Mundo Deportivo che racconta il malessere di Ronaldo ma anche i profondi ostacoli ad un eventuale sua partenza dall’Al-Nassr.

CRISTIANO RONALDO CRISTIANO RONALDO

 

“In questo periodo il portoghese si è reso conto della realtà del club saudita e soprattutto della situazione esistente nel Paese dove le infrastrutture sono molto lontane dalla società moderna. Quindi, il loro ambiente immediato sta iniziando a dichiarare pubblicamente questa situazione con il chiaro obiettivo di poter partire e tornare in Europa o cercare altri mercati“.

cristiano ronaldo cristiano ronaldo

 

Diciassette partita nel campionato saudita, due in Coppa del Re e una in Supercoppa. Tredici reti in totale fin qui che però non hanno portato a Ronaldo la felicità sperata. Gli ostacoli di cui si accennava riguardano un risarcimento all’Al-Nassr e l’impossibilità a prendere parte a partite ufficiali per quattro mesi.

 

“Se Cristiano Ronaldo decidesse di andarsene senza giusta causa, dovrebbe risarcire il club per i restanti due anni di contratto come stabilito dal Regolamento sullo Statuto dei Trasferimenti di Calciatori Fifa. Un indennizzo che sarà calcolato tenendo conto della legislazione nazionale, delle caratteristiche dello sport e di altri criteri oggettivi. Il regolamento prevede sanzioni sportive nei confronti del calciatore che rescinde il contratto. Nel caso del portoghese la sanzione consisterà in una limitazione di quattro mesi alla sua idoneità a giocare in qualsiasi partita ufficiale“.

CRISTIANO RONALDO CON GLI ABITI TRADIZIONALI SAUDITI CRISTIANO RONALDO CON GLI ABITI TRADIZIONALI SAUDITI

 

Considerata l’età di Ronaldo, 37 anni compiuti, quattro mesi possono essere un’eternità. Con il Manchester United, questo “fermo” non ci fu perché c’era un accordo con il club inglese.

CRISTIANO RONALDO CON GLI ABITI TRADIZIONALI SAUDITI CRISTIANO RONALDO CON GLI ABITI TRADIZIONALI SAUDITI CRISTIANO RONALDO SI ARRABBIA CON L'ARBITRO CRISTIANO RONALDO SI ARRABBIA CON L'ARBITRO CRISTIANO RONALDO CON GLI ABITI TRADIZIONALI SAUDITI CRISTIANO RONALDO CON GLI ABITI TRADIZIONALI SAUDITI cristiano ronaldo cristiano ronaldo

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO

DAGOREPORT: IL DELITTO PAGA SEMPRE (PURE IN VATICANO) - IL DUO BERGOGLIO-PAROLIN AVEVA DEPOSTO MONSIGNOR ALBERTO PERLASCA DA RESPONSABILE DELL'UFFICIO ECONOMICO DELLA SEGRETERIA DI STATO, ALL’INDOMANI DELLO SCANDALO DELLA COMPRAVENDITA DEL PALAZZO LONDINESE. ACQUA (SANTA) PASSATA: IL TESTIMONE CHIAVE DEL PROCESSO BECCIU, IN OTTIMI RAPPORTI CON FRANCESCA CHAOUQUI E GENOVEFFA CIFERRI, E’ STATO RINOMINATO PROMOTORE DI GIUSTIZIA AGGIUNTO AL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA, CHE FUNGE ANCHE DA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO PER TUTTA LA CHIESA - DOPO IL CARDINALE BECCIU, CHISSÀ A CHI TOCCHERÀ...