EIACU-LAZIO: INTER RIBALTATA, LA BANDA INZAGHI VOLA A MENO UNO DALLA JUVE - DOPO IL GOL AI BIANCONERI, ALTRA RETE PESANTISSIMA DEL "SERGENTE" MILINKOVIC (MIGLIORE IN CAMPO): "LAZIO E' FAMIGLIA, LAZIO E' SQUADRA VERA" – BERGOMI: “LA DIFFERENZA L’HA FATTA LA QUALITA’ DEL CENTROCAMPO DELLA LAZIO E LA FASE DIFENSIVA NON OTTIMALE DELL’INTER”– MARCHEGIANI: “IL RIGORE DEL PAREGGIO E’ STATO UN REGALO DELLA DIFESA DELL’INTER” - LE INCERTEZZE DI PADELLI

-

Condividi questo articolo

Da gazzetta.it

 

 

milinkovic milinkovic

La Lazio non si ferma più. Rimonta l’Inter e rimane nella scia della Juve capolista. nerazzurri in vantaggio con Young a fine primo tempo, poi Immobile (su rigore) e Milinkovic ribaltano tutto.

 

Inizio molto tattico, l’Inter sta attenta a non scoprirsi per non fare il gioco dell’avversario, micidiale in contropiede. Prova a stapparla Milinkovic, il cui tracciante da 25 metri però si stampa sulla traversa. I nerazzurri pendono a destra, dove l’ex Candreva sfrutta le indecisioni di Jony. Attorno al totem De Vrij, i nerazzurri mostrano grande solidità, soprattutto nelle transizioni difensive. Quello che non fa la Lazio a fine tempo, quando i centrocampisti non aiutano e sulla sassata di Candreva respinta di pugno da Strakosha Young mette in porta di destro.

 

 

lazio inter lazio inter

Il pareggio arriva a inizio ripresa con Immobile, che prima si procura (contatto con De Vrij) e poi trasforma un rigore pesantissimo. Anche perché toglie all’Inter la possibilità di agire in contropiede e gasa l’Olimpico. Lazzari e Correa per Jony e Caicedo alzano i giri dei biancocelesti, che la ribaltano al 69’ con Milinkovic, freddo dopo il miracolo di Brozovic, che salva sulla linea su Marusic. Conte prova tardi a cambiare qualcosa: dentro Eriksen e Moses per Brozovic e Candreva. Lautaro segna, ma è in fuorigioco.

lazio inter lazio inter lazio inter coreografia lazio inter coreografia milinkovic milinkovic

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

IL CORONAVIRUS PUO’ VIAGGIARE NELL’ARIA? RISCHIAMO DI ESSERE CONTAGIATI SEMPLICEMENTE RESPIRANDO? L’OMS SOSTIENE CHE NON CI SONO PROVE A RIGUARDO - MA L’ACCADEMIA NAZIONALE DELLE SCIENZE DEGLI STATI UNITI AVVERTE CHE IL VIRUS E’ STATO TROVATO IN CAMPIONI D’ARIA RACCOLTI A OLTRE 1,8 METRI DAI PAZIENTI - PER LA VIROLOGA ILARIA CAPUA “NON POSSIAMO ESCLUDERE IL PROPAGARSI DEL VIRUS DAI CONDIZIONATORI” - GLI STUDI AMERICANI E CINESI, IL RISCHIO LEGATO AGLI AMBIENTI CHIUSI E L’INUTILITÀ DI ALCUNE MASCHERINE…