INCREDIBILE! MILANO-SANREMO SENZA LA LIGURIA – PERCORSO STRAVOLTO CON IL NO DI 13 SINDACI DEL SAVONESE AL PASSAGGIO DELLA CORSA: I PROBLEMI DELLA VIABILITÀ E PURE IL “CLUSTER” DI CORONAVIRUS CHE HA INTERESSATO SAVONA NEGLI ULTIMI GIORNI SONO STATI MURI INSORMONTABILI - LA CORSA SI SVOLGERA’ ECCEZIONALMENTE L’8 AGOSTO: ANCHE GLI ORGANIZZATORI DI 'RCS SPORT' CI HANNO MESSO DEL LORO. PER RAGIONI TELEVISIVE LA PARTENZA È FISSATA PER MEZZOGIORNO (IL COCCOLONE È IN AGGUATO)…

-

Condividi questo articolo


Pier Augusto Stagi per il Giornale

 

milano sanremo milano sanremo

Nulla sarà più come prima, almeno per quest' anno. Stagione scompaginata, stravolta in tutto e per tutto. C' era una volta la Milano-Sanremo e quest' anno non ci sarà. O meglio, andrà in scena un' altra cosa, con solo i 40 km finali della Classicissima, per il resto di questa edizione storica numero 111 che si correrà eccezionalmente l' 8 di agosto, non è rimasto quasi nulla.

 

Alla fine i 13 sindaci del Savonese, a cominciare da Loano e Savona che avevano guidato la rivolta contro la corsa, hanno imposto il divieto di transito della carovana nei loro comuni. La Sanremo però non si ferma, non abdica, non passa la mano, ma si allarga e si allunga. Cambia strade. Si correrà su un tracciato inedito: muteranno 252 chilometri del 291 originari. La nuova distanza è 299 km.

milano sanremo milano sanremo

 

Non sarà la Milano-Sanremo, visto che il via sarà dato da Corsico (ma da anni ormai anche la Roubaix parte da Compiegne, alla periferia di Parigi), e per quest' anno non sarà nemmeno la corsa di Primavera e del mare.

 

Niente Turchino, niente Riviera, niente Capo Mele, Cervo e Berta: un bel taglio di 127 km liguri. I problemi della viabilità e pure il «cluster» di coronavirus che ha interessato Savona negli ultimi giorni sono stati muri insormontabili. Ieri è arrivato il divieto di transito di 13 comuni su 16.

 

A Milano resta il ritrovo al Castello Sforzesco, la partenza ufficiale sarà a Corsico: quindi si prende la Vigevanese verso Alessandria, si entra in Piemonte: Asti, Alba, si sfiora Fossano, Ceva, prima di salire sul colle di Nava (salita di cinque chilometri, si scollina a 934 metri). In cima mancano 30 km a Imperia.

milano sanremo milano sanremo

 

Discesa attraverso Cesio, Chiusanico e Pontedassio, si arriva a Imperia e da qui si riprenderà il tracciato originario, con la Cipressa a 22 km dall' arrivo e poi il trampolino del Poggio a 10 km dal traguardo in via Roma.

 

Una corsa stravolta, stavolta, che dovrà essere totalmente reinterpretata. Non saranno felici i passisti veloci, come Sagan o Viviani, che sulla carta avranno qualche problema in più a controllare la corsa: il finale è certamente più duro.

 

Da tutta questa vicenda non ne esce bene la Liguria, non ne escono bene i sindaci, ma anche gli organizzatori di Rcs Sport ci hanno messo del loro scegliendo prima di far partire la corsa attorno a mezzogiorno anziché alle 9, per inseguire le esigenze televisive (arrivo ore 18.30), come se oggi le partite o i Gran Premi di F.1 o MotoGp non si possano seguire tranquillamente sui propri cellulari e sotto l' ombrellone.

 

Una scelta scellerata, che in un sol colpo costringe i corridori a stare quasi sette ore in sella sotto il solleone e avrebbe costretto i comuni della Riviera a bloccare le strade proprio nelle ore di punta (attorno alle 17), in cui i turisti lasciano le spiagge per tornare a casa.

milano sanremo milano sanremo

 

Insomma, ognuno ci ha messo del suo. Stravolta la Sanremo, stravolti sindaci e organizzatori: i corridori non li vediamo benissimo.

 

Condividi questo articolo

media e tv

FULVIO ABBATE: “MA LE ANIME BELLE DI SINISTRA CHE SCRIVONO ROMANZI EDIFICANTI DEDICATI AD AMICI MORTI GIOVANI DRAMMATICAMENTE, E PER QUESTO PUNTUALMENTE PREMIATI, GLI STESSI CHE SI SONO RISENTITI PER L’ACCENNO A UNA POSSIBILE PRESENZA DI “POLVERE BIANCA” (FRA L'ALTRO, CITATA NEL LORO GIORNALE DI RIFERIMENTO CULTURALE, "LA REPUBBLICA") NELLA TRAGICA FINE DI LIBERO DE RIENZO, DOV’ERANO QUANDO DELLE NOTTI DI LAPO VENIVA RACCONTATA OGNI POSSIBILE CRUDELE E OSCENA COSA? - A QUESTE PERSONE ANDREBBERO SEQUESTRATI DALLE LORO LIBRERIE PRIVATE ANCHE I...

politica

business

LA SINISTRA RIPARTA DA MARGHERITA AGNELLI – “IL FATTO”: “ORMAI VA DETTO. LA MADRE DI JOHN, LAPO E GINEVRA ELKANN VA ANNOVERATA TRA LE EROINE DEL SOCIALISMO ITALIANO, TIPO ANNA KULISCIOFF O MARIA GOIA. A DIFFERENZA DELLE MADRINE DEL MOVIMENTO, MARGHERITA LAVORA DIETRO LE LINEE NEMICHE, DOVE, CON INCISIVE AZIONI DI SABOTAGGIO, PROVA A MOSTRARE AL PROLETARIATO DI CHE LACRIME GRONDI E DI CHE SANGUE IL POTERE CHE LO OPPRIME E QUALI SIANO I SENTIMENTI E LA MORALITÀ DI CUI SI NUTRONO LE BELLE FAMIGLIE DEL CAPITALISMO ITALIANO…”

cronache

DA UN GRANDE PENE DERIVANO GRANDI RESPONSABILITÀ - AVERE UN AUGELLO DI GROSSE DIMENSIONI NON È SEMPRE UNA COSA BUONA, ANZI, PUÒ PROVOCARE MOLTI PROBLEMI. INFATTI ESISTE UN FORUM DOVE LA GENTE CONFRONTA I PROPRI DISAGI: "QUANDO DA FLACCIDO È PIÙ GRANDE DI UNO MEDIO ERETTO, SEMBRI UNA PERSONA PERVERTITA A PRESCINDERE DA COME TI COMPORTI" - "È DOLOROSO PER CHI NON È ABITUATO A QUALCUNO DELLA MIA TAGLIA E PER ME PERCHÉ QUANDO UN ANO È TROPPO STRETTO MI STRITOLA" - “ALCUNI UOMINI MI CHIEDEVANO DI SCOPARMI LE LORO MOGLI E...”

sport

CI AVETE FATTO DUE PALLE COSÌ – LA SQUADRA DI BASEBALL DI CLEVELAND, GLI “INDIANS”, CAMBIERÀ NOME PER NON OFFENDERE I NATIVI D’AMERICA. VIA ANCHE IL MITICO LOGO CON “CHIEF WAHOO”, CHE AVEVA 95 ANNI DI VITA – LA SQUADRA DA ORA IN POI SI CHIAMERÀ “GUARDIANS”: LA SCELTA È ARRIVATA DOPO UN LUNGO PERCORSO DI “PRESA DI COSCIENZA”, E SOPRATTUTTO DOPO LE MINACCE DEGLI SPONSOR – TRUMP SI INCAZZA: “È UNA VERGOGNA. POSSO ASSICURARE CHE LA GENTE PIÙ ARRABBIATA SONO PROPRIO GLI INDIANI DEL NOSTRO PAESE. PER LORO AVERE UNA SQUADRA COL LORO NOME ERA UN ONORE” – VIDEO

cafonal

viaggi

salute