“BUFFONE, TU CHE CAZZO ESULTI? HA SEGNATO UN NEGRO COME ME” – DOPO IL GOL DEL PARI DEL MILAN IN TRIBUNA SI SCATENA LA FURIA DI GHALI CONTRO SALVINI (DITE AL RAPPER CHE COMUNQUE E’ AUTOGOL DI DE VRIJ) – LA RICOSTRUZIONE DELLO SCAZZO - CHE TRA I DUE NON CORRA BUON SANGUE NON È UN SEGRETO: IN UN BRANO DEL 2019 GHALI DAVA AL CAPITONE DEL FASCIO: “ALLA PARTITA DEL MILAN C’ERA UN POLITICO FASCISTA CHE ANNUSAVA L’AMBIENTE” – SALVINI: “IO INSULTATO DAL NULLA CON ACCUSE SULL’IMMIGRAZIONE” - VIDEO

Condividi questo articolo


 

LA RICOSTRUZIONE DELLO SCAZZO GHALI-SALVINI

Dagonews

SALVINI GHALI 9 SALVINI GHALI 9

Ero seduto dietro a Ghali. Al nostro gol, è saltato in piedi per esultare e quasi immediatamente ha urlato, rivolto a Salvini (a 5 metri alla sua destra): “buffone, tu che cazzo esulti? Ha segnato un negro. Un negro come me, come tanti e come tanti di quelli che tu fai morire in mare! Vergognati!” (Non è un verbatim, ma il senso e la sostanza quelli sono).

 

Salvini è rimasto muto e seduto, e l’invettiva è durata un minuto circa.  Qualcuno in tribuna ha provato a prendere le difese di Salvini, ma pochi ed in modo contenuto; altri hanno urlato “dai Ghali”.

 

È arrivata quindi la sicurezza dello stadio per provare a ridurre la vicenda (non facile, Ghali era davvero furioso) e quindi è venuto persino Maldini a parlargli per provare a tranquillizzarlo. Quindi, subito all’intervallo si è appalesato un nutrito gruppo di poliziotti e Ghali non è tornato al suo posto.

 

 

SALVINI GHALI 2 SALVINI GHALI 2

SCINTILLE SALVINI-GHALI

Da open.online

 

In questo filmato girato ieri a San Siro durante il derby di Milan-Inter si vedono gestacci e scintille tra Matteo Salvini e il rapper Ghali dopo il gol del pareggio dei rossoneri. Entrambi si trovano in tribuna d’onore: si tratta di una vera e propria disputa tra i vip. Ma che tra i due non corra buon sangue non è un segreto: in un brano che risale al 2019 il rapper gli dava del fascista. E proprio nel testo c’era un accenno alle frequentazioni da stadio del Capitano: «Alla partita del Milan ero in tribuna con gente / C’era un politico fascista che annusava l’ambiente».

ghali ghali

 

 

 

Nel pomeriggio la Lega ha mandato una nota alla stampa per raccontare l’accaduto: «Matteo Salvini è stato aggredito verbalmente da Ghali durante il primo tempo di Milan-Inter di ieri sera», scrive l’ufficio stampa del Carroccio. «Il leader della Lega era in tribuna con il figlio, e subito dopo il gol del pareggio gli si è avvicinato il rapper in evidente stato di agitazione. Ghali ha urlato una serie di insulti e di accuse farneticanti a proposito dell’immigrazione, cercando di filmarsi col cellulare, ed è stato subito allontanato, tra lo sconcerto degli altri spettatori. La società rossonera si è scusata con Salvini, che sul momento non aveva riconosciuto Ghali né aveva compreso i motivi della sua alterazione».

salvini milan salvini milan ghali ghali ghali ghali ghali ghali SALVINI GHALI SALVINI GHALI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“ENTRO FINE ANNO AVREMO 10 MILIONI DI ITALIANI A LETTO CON L'INFLUENZA” - IL VIROLOGO FABRIZIO PREGLIASCO: “NEGLI ULTIMI ANNI DI VIRUS NE È CIRCOLATO POCO PER VIA DI MASCHERINE E DISTANZIAMENTO E PER QUESTO ABBIAMO UNA QUOTA MAGGIORE DI POPOLAZIONE PREDISPOSTA AL CONTAGIO - GLI ANTIBIOTICI NON VANNO MAI PRESI, NEMMENO A SCOPO PROTETTIVO PER I PIÙ ANZIANI, COME QUALCHE VOLTA ERRONEAMENTE SENTO DIRE. UNICA ECCEZIONE LA FANNO LE PERSONE CHE SOFFRONO DI BRONCHITE CRONICA O NEL CASO CI SIA UNA CONTEMPORANEA INFEZIONE BATTERICA. È SCONSIGLIATO FARE DA SÉ..."