“MI DICONO CHE SIA IL PEGGIOR INIZIO DI CAMPIONATO DELLA ROMA. PERÒ RICORDO ANCHE CHE CON ME, PER LA PRIMA VOLTA, LA ROMA HA GIOCATO DUE FINALI EUROPEE DI FILA” – MOURINHO NON MOLLA E PASSA UNA NOTTE INSONNE PER RIVEDERE LA RACCAPRICCIANTE PARTITA CONTRO IL GENOA - NONOSTANTE L’INIZIO DA INCUBO IN CAMPIONATO (5 PUNTI IN 6 GIORNATE), LA ROMA NON VALUTA (ANCHE PERCHE’ GLI COSTEREBBE UNO SPROPOSITO) L’ESONERO DEL PORTOGHESE, IL CUI CONTRATTO SCADRÀ A FINE STAGIONE..

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Luca Valdiserri per il Corriere della Sera

 

mourinho mourinho

Si dice spesso che un allenatore in scadenza di contratto ha poca forza nella gestione dello spogliatoio. L’accordo tra José Mourinho e la Roma scadrà a giugno 2024 — come quelli del general manager Tiago Pinto, di Rui Patricio e Spinazzola, mentre Lukaku è in prestito secco dal Chelsea e Dybala ha una clausola facilmente scalabile — ma era difficile pensare che bastassero sei giornate di campionato per far scoppiare la crisi del terzo anno. La sintesi è comunque che i Friedkin non hanno intenzione di esonerare Mourinho e che Mourinho non ne ha di dimettersi. Se non succedono altri disastri – il calendario aiuta: Frosinone in casa e Cagliari in trasferta nelle prossime due giornate — si andrà avanti fino alla naturale scadenza. Poi, sarà quel che sarà.

 

 

Obiettivo Champions, ma così è lontana

MEME SULLO SPOT DELL ESSELUNGA E LA SCONFITTA DELLA ROMA CON IL GENOA - MEME SULLO SPOT DELL ESSELUNGA E LA SCONFITTA DELLA ROMA CON IL GENOA -

Da qui a giugno, però, ci sono sei mesi da gestire bene per non buttare tutto all’aria, aggravando ancora conti in sofferenza e prospettive di calciomercato. Ma a questo punto i piani della presidenza giallorossa e quelli dello Special One rischiano di non essere più comuni. La Roma ha bisogno della qualificazione alla prossima Champions League, ancora più ricca perché chi vi partecipa giocherà ancora più partite. La classifica, dopo un calendario che era ritenuto facile, è però deprimente: con 5 punti in 6 partite, la Roma è già a -10 da Inter e Milan, -8 dalla Juve, -7 dall’Atalanta, -6 da Napoli e Fiorentina. Ha subito 11 gol e solo Sassuolo (12) e Empoli (13, ma 7 presi tutti insieme proprio contro i giallorossi) hanno difese peggiori.

 

mourinho mourinho

Le parole di Mourinho dopo l’1-4 subito contro il Genoa neopromosso, però, disegnano un altro scenario: «Mi dicono che sia il peggior inizio di campionato della Roma ed è anche il mio peggior inizio in carriera. Però ricordo anche che con me, per la prima volta, la Roma ha giocato due finali europee di fila».

 

(...)

 

 

La notte insonne a Trigoria

Mourinho, dopo la disfatta di Marassi, ha parlato ai canali ufficiali del club: «Devo parlare con i giocatori. Devo arrivare a Trigoria e invece di dormire devo rivedere la partita e analizzare ogni dettaglio. Lavoreremo con i giocatori e, se non possiamo farlo sul campo, perché siamo in accumulo di partite e di stanchezza, dobbiamo analizzare. Dopo queste partite non mi piace entrare nello spogliatoio emozionato, parlare di cose giuste o meno giuste.

 

Preferisco parlare a freddo. Lavoreremo per cercare di tornare a vincere. Il messaggio è questo: tutti insieme cercheremo di cambiare. Se guardi la classifica, ovviamente, vedi che è brutta. Abbiamo paura di stare lì? No, perché arriveremo davanti, non resteremo lì. Ovviamente però dobbiamo lavorare per vincere più partite».

bayer leverkusen mourinho bayer leverkusen mourinho mourinho friedkin mourinho friedkin

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…