MESSI MALISSIMO - TENSIONE ALLE STELLE AL BARCELLONA: LEO VS IL DS ABIDAL - IL DIRIGENTE BLAUGRANA AVEVA MOTIVATO L'ESONERO DI VALVERDE COL MALCONTENTO DEI GIOCATORI. LA DURA REPLICA DELL'ARGENTINO: "FACCIA I NOMI, COSÌ FINISCE PER SPORCARE TUTTI..."

-

Condividi questo articolo

Da gazzetta.it

 

messi abidal messi abidal

Leo Messi non ci sta. Il d.s. del Barcellona Eric Abidal aveva dichiarato al quotidiano Sport: "Molti giocatori non erano contenti e non lavoravano granché - ha detto parlando dell'esonero di Valverde -. Ci sono cose che come ex giocatore sono in grado di annusare.

 

Ho detto al club ciò che pensavo e che bisognava fare qualcosa". Un'accusa ai giocatori neanche velata. Troppo, per Leo. Che sulle stories di Instagram è andato all'attacco, circolettando il passaggio incriminato dell'intervista: "Faccia i nomi, altrimenti così si finisce per sporcare tutti".

 

"Sinceramente non piace fare queste cose ma credo che ognuno debba essere responsabile delle proprie parole e farsi carico delle proprie decisioni - ha scritto Messi -. I giocatori per ciò che succede in campo, e infatti siamo stati i primi a riconoscere quando non abbiamo giocato bene".

 

messi abidal messi abidal

"Però anche i responsabili della direzione sportiva devono assumersi le proprie responsabilità e soprattutto farsi carico delle decisioni che prendono - continua Messi con un chiaro j'accuse alla dirigenza blaugrana -. Da ultimo credo che quando si parla dei giocatori bisognerebbe fare i nomi perché altrimenti si finisce con lo sporcare tutti alimentando cose che si dicono e che non sono vere".

 

 

abidal messi abidal messi abidal messi abidal messi

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

VOLANO GLI STRACCI TRA GOVERNO E REGIONI SUL DIFFONDERSI DEL CONTAGIO DA CORONAVIRUS. J’ACCUSE DI CONTE: "IL FOCOLAIO PERCHÉ UN OSPEDALE NON HA SEGUITO I PROTOCOLLI. PRONTI A INTERVENIRE SUI POTERI DEI GOVERNATORI. NON È POSSIBILE CHE TUTTE LE REGIONI VADANO IN ORDINE SPARSO”. IL PRESIDENTE DELLA LOMBARDIA FONTANA AL CONTRATTACCO: "PAROLE IN LIBERTA’, LE SUE IDEE IRRICEVIBILI E OFFENSIVE". DALLA LEGA: "IL PREMIER DICE COSE DA FASCISTA". SOSPESO IL PAGAMENTO DELLE TASSE NELLE ZONE ROSSE

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute