NIENTE CALCIO IL 13 GIUGNO. E VOLANO GLI STRACCI BAGNATI TRA I CLUB E TV PER I SOLDI. SI VA IN TRIBUNALE? LA LEGA E LE SOCIETA’ CHIEDONO IL PAGAMENTO INTERO DELLA SESTA RATA- SKY CHIEDE 120 MILIONI DI SCONTI SE IL CAMPIONATO RIPARTIRÀ, 255 IN CASO DI STOP DEFINITIVO ALLE COMPETIZIONI - L'OFFERTA DI 'CVC CAPITAL PARTNERS', INTERESSATO A UNA PARTNERSHIP CON LA LEGA...

-

Condividi questo articolo

Da gazzetta.it

 

PAOLO DAL PINO PAOLO DAL PINO

La riunione non è stata risolutiva ma potrebbe non essere stata l' ultimo atto dello scontro tra club e televisioni.

 

Ieri l' a.d. della Lega di A, Luigi De Siervo, è stato impegnato in una call con i rappresentanti dei due licenziatari tv, Sky e Dazn e con Img, intermediario per l' estero. Non ci sono stati colpi di scena, ognuno resta sulle proprie posizioni ma non si è ancora alla battaglia aperta: società e Lega ribadiscono la necessità di ottenere il pagamento della sesta rata, i broadcaster provvederanno solo se otterranno un prezzo ribassato. Altrimenti niente saldo, che la controparte è invece decisa a ottenere in virtù del contratto blindato che lega i contendenti. De Siervo può rivalersi sulle tv in tribunale: se la Lega non ottiene i pagamenti, l' a.d. ha il mandato conferitogli dall' assemblea per ufficializzare i decreti ingiuntivi.

 

de siervo de siervo

Passerà ancora qualche ora, magari qualche giorno: nel frattempo le parti potrebbero tornare a parlarsi. Ma è solo una delle possibilità: restano alte le chance di procedere direttamente per vie legali. Oggi nella commissione diritti tv se ne discuterà ma le condizioni delle società non cambieranno: senza il pagamento dell' ultima tranche, sarà scontro. Nel dialogo tra le fazioni rientrano le possibilità di ottenere sconti nel futuro prossimo, ma anche in questo caso con una diversa interpretazione: la Lega chiede il rispetto delle scadenze attuali a cui poi potrà seguire un confronto che porti a una decurtazione sui diritti tv del prossimo anno. Sky chiede invece sia fatto subito: 120 milioni di sconti se il campionato ripartirà, 255 in caso di stop definitivo alle competizioni. Proposta che per club e Lega resta irricevibile.

 

Sul tavolo resta l' offerta di Cvc Capital Partners, interessato a una partnership con la Lega: la proposta di cogestione potrebbe prevedere anche la nascita di un nuovo fondo, parzialmente finanziato dalla società britannica, destinato alla costruzione e manutenzione degli stadi italiani.

maximo ibarra 1 maximo ibarra 1 gravina spadafora dal pino gravina spadafora dal pino

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“IL TEST CHE TROVA GLI ANTICORPI NON È SUFFICIENTE PER ESCLUDERE UN ALTRO CONTAGIO” - ALBERTO MANTOVANI, DIRETTORE SCIENTIFICO DI HUMANITAS: “LA SARS DAVA AI GUARITI UN'IMMUNITÀ DI 2-3 ANNI E QUESTO VIRUS GLI È PARENTE. IL PROBLEMA È CHE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE CHE INCONTRA COVID-19 O NON SI AMMALA O LO FA IN MODO BLANDO: IN QUESTO CASO NON SAPPIAMO SE LA RISPOSTA IMMUNITARIA INDOTTA, DI CUI LA PRESENZA DI ANTICORPI È UNA SPIA, SIA DAVVERO PROTETTIVA O SE QUESTE PERSONE RISCHIANO UNA NUOVA INFEZIONE”