PARTIRE CON IL “PIBE” GIUSTO – DOMENICO SEPE, L’ARTISTA CHE HA CREATO LA STATUA IN ONORE DI MARADONA, SMENTISCE LE VOCI SUL PRESUNTO ERRORE NEL POSIZIONARE IL PALLONE DAVANTI AL PIEDE DESTRO (MARADONA USAVA IL SINISTRO!): “IL MODELLO ORIGINALE NON PREVEDEVA IL PALLONE. NELL’INSTALLAZIONE DEFINITIVA ALLO STADIO AVRÀ UNA POSIZIONE NEUTRALE. SARÀ LÌ COME ELEMENTO CHE VA A COMPLETARE L’OPERA...”

-

Condividi questo articolo


DOMENICO SEPE STATUA MARADONA DOMENICO SEPE STATUA MARADONA

Da www.corrieredellosport.it

 

Nessun caso sulla statua in onore di Diego Armando Maradona. Nelle ultime ore erano circolate voci secondo cui il pallone era stato posizionato male davanti alla statua, ancora da inaugurare e che verrà posizionata nel piazzale davanti allo stadio del Napoli a lui intitolato. Domenico Sepe, autore dell'opera, ha voluto fare chiarezza sulla questione.

 

STATUA MARADONA DOMENICO SEPE 7 STATUA MARADONA DOMENICO SEPE 7

Statua Maradona, non è il piede sbagliato

È vero che Maradona usava il piede sinistro ma il pallone è posizionato davanti alla statua, come si può vedere dalle foto, in posizione "neutra". "L’opera rispecchia il modello in argilla originale che non prevedeva il pallone - ha spiegato l'autore - Il pallone l’ho fatto perché Maradona è un calciatore e nell’installazione definitiva allo stadio avrà una posizione neutrale. Sarà lì come elemento che va a completare l’opera, tutto qui”.

 

statua maradona domenico sepe 2 statua maradona domenico sepe 2 statua maradona domenico sepe statua maradona domenico sepe statua maradona domenico sepe 5 statua maradona domenico sepe 5 statua maradona domenico sepe 1 statua maradona domenico sepe 1 STATUA MARADONA STATUA MARADONA statua maradona domenico sepe 4 statua maradona domenico sepe 4

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“È IMPROBABILE CHE LA VARIANTE OMICRON SFUGGA DEL TUTTO AI VACCINI” - L’IMMUNOLOGO ALBERTO MANTOVANI: “DAVANTI AD ALTRE VARIANTI PREOCCUPANTI, COME LA SUDAFRICANA BETA E L'INDIANA DELTA, I VACCINI HANNO OFFERTO UNA PROTEZIONE RIDOTTA, MA SIGNIFICATIVA. GUARITI CON DUE DOSI E ALTRE PERSONE CON TRE DOSI PROBABILMENTE AMPLIANO LA RISPOSTA IMMUNITARIA CONTRO TUTTE LE VARIANTI” - “LA TERZA DOSE POTREBBE DARE UNA BUONA PROTEZIONE PER OMICRON E PREDISPORRE MEGLIO A UN'EVENTUALE QUARTA DOSE AGGIORNATA”