QUANTO CI METTERA' TEN HAG A CAPIRE CHE RONALDO NON È IL PROBLEMA DEL MANCHESTER UNITED?- ESORDIO AMARO IN PREMIER LEAGUE PER IL PARAGURU EX AJAX: I "RED DEVILS" PERDONO IN CASA 2-1 CONTRO IL BRIGHTON – CRISTIANO RONALDO ENTRA NELLA RIPRESA, MA I COMPAGNI NON SFRUTTANO I SUOI ASSIST – CR7 INCAZZATISSIMO IN PANCHINA: LA SUA FACCIA DICE TUTTO SULLA SUA SITUAZIONE… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


manchester united brighton 5 manchester united brighton 5

Da www.corrieredellosport.it

 

Dopo il pari del Liverpool e i successi di Tottenham e Chelsea arriva il momento dell'esordio anche per il Manchester United, che alla prima gara dell'era Ten Hag cade incredibilmente a Old Trafford contro il Brighton, trascinato dalla doppietta di Gross. Debutto amaro per il tecnico olandese e per Cristiano Ronaldo, dentro solo nella ripresa, così come amaro è stato 'King Power Stadium' l'esordio del Leicester, incapace di portare a casa la vittoria contro il Brentford nonostante il doppio vantaggio (2-2).

cristiano ronaldo 7 cristiano ronaldo 7

 

Esordio da incubo per CR7

Dopo le tensioni dei giorni scorsi e la mano idealmente tesagli da Ten Hag, Cristiano Ronaldo è in lista per il match contro il Brighton ma parte dalla panchina dove si accomoda (dopo essersi comunque riscaldato) con un'espressione tutt'altro che felice. Nel suo 4-2-3-1 il tecnico olandese si affida a Sancho, Rashford e Bruno Fernandes con l'ex interista Eriksen trequartista centrale e il suo United prova a spaventare subito gli ospiti, ma proprio Bruno Fernandes, dopo un bell'aggancio, spreca malamente calciando alto da buona posizione. 

 

manchester united brighton 2 manchester united brighton 2

Scampato il pericolo la formazione ospuite si riorganizza e non si limita a guardare, affidandosi in avanti a Welbeck e Gross che alla mezz'ora sorprendono i 'Red Devils': imbeccata del primo per il secondo che non lascia scampo a De Gea. Doccia gelata per i tifosi a Old Trafford, che si attenderebbero una reazione dalla propria squadra infilata invece nuovamente al 39': a colpire è ancora Gross, più lesto di tutti a insaccare una palla vagante in area. 

cristiano ronaldo 5 cristiano ronaldo 5

 

Nella ripresa arriva così il momento di CR7 (dentro per Fred al 53') ma le palle buone capitano a Rashford, che ne spreca due in pochi minuti. A complicare i piani del Brighton ci si mette però Mac Allister, che al 68' cerca invano di spazzare via un pallone in mischia e infila invece il suo portiere Sanchez con una sfortunata autorete. Un regalo che non basta però a Ronaldo e compagni, incapaci di pungere e di evitare la sconfitta nella prima partita ufficiale dell'era Ten Hag.

cristiano ronaldo 3 cristiano ronaldo 3

 

Leicester rimontato

In contemporanea al match di Old Trafford si è giocato anche quello tra Leicester e Brentford, che ha visto le 'Foxes' di Brendan Rodgers farsi sfuggire la vittoria all'esordio sul prato amico del 'King Power Stadium'. Il doppio vantaggio non è bastato a Vardy e compagni per superare la resistenza ospite: ad aprire le danze nel primo tempo con un colpo di testa è l'ex atalantino Castagne (di Maddison l'assist dalla bandierina al 33'), imitato poi a inizio ripresa da Dewsbury-Hall che raddoppia con un sinistro da fuori area (46'). Gli ospiti infatti non si danno per vinti e prima riaprono la partita al 62' con Toney, poi all'86' trovano il pari con un sinistro di Dasilva.

manchester united brighton 4 manchester united brighton 4 cristiano ronaldo 9 cristiano ronaldo 9 cristiano ronaldo 1 cristiano ronaldo 1 cristiano ronaldo 2 cristiano ronaldo 2 cristiano ronaldo 10 cristiano ronaldo 10 manchester united brighton 1 manchester united brighton 1 cristiano ronaldo 4 cristiano ronaldo 4 manchester united brighton 6 manchester united brighton 6

 

Condividi questo articolo

media e tv

MYRTA MERLINO, CHE CARATTERINO: FA INCAZZARE TUTTI QUELLI CHE LAVORANO CON LEI – IL DURISSIMO COMUNICATO SINDACALE CONTRO LA CONDUTTRICE: “HA COMPORTAMENTI INCIVILI E MALEDUCATI; INFLUENZA LA POSSIBILITÀ DI PROLUNGARE CONTRATTI DI PERSONALE SPECIALIZZATO CHE LAVORA PROFESSIONALMENTE NELLA NOSTRA AZIENDA E CONDIZIONA LE TURNAZIONI DEL PERSONALE INTERNO CON MOTIVAZIONI CHE NON POSSONO ESSERE CONSIDERATE NÉ DI TIPO PROFESSIONALE E NÉ DI TIPO ETICO” – CHI HA LAVORATO CON LEI SNOCCIOLA RICORDI VELENOSI, DAL LANCIO DI UNO SGABELLO AGLI ASSISTENTI DI STUDIO “USATI” PER PRENOTARE LA CERETTA – E C’E’ CHI LE SPALMA LA CREMA AI PIEDI…

politica

DAGOREPORT! - NELLA GIUNGLA DEI SONDAGGI, QUELLO CHE È CERTO È CHE IL CARROCCIO NON TIRA AL NORD COME UNA VOLTA E OGGI SALVINI HA IL SUO BACINO DI CONSENSI NEL CENTROSUD, ABBANDONATO DALLA VECCHIA LEGA DI ZAIA E FEDRIGA - L’ATTIVISMO SFRENATO DEL CAPITONE, CHE TANTO IRRITA SIA LA MELONI CHE IL QUIRINALE, È MOTIVATO DALLA SFIDA CHE VEDE CONTRAPPOSTI ATTILIO FONTANA E LETIZIA MORATTI. L’EROE DEL PAPEETE SA BENISSIMO CHE SE PERDE LA LOMBARDIA, E’ FINITO. IN SOCCORSO DI SALVINI, È SPUNTATO IL MINORINO MAJORINO, APICE DEL TAFAZZISMO DEL PD….

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO NO "PUBLISPEI" NO PARTY! – PER FESTEGGIARE I 50 ANNI DELLA CASA DI PRODUZIONE, FESTONE NEL CAFÉ DI VIA DELLA CONCILIAZIONE A ROMA – CON LINO BANFI, SCORTATO DALLA FIGLIA ROSANNA E DA ELEONORA GIORGI, C'ERA IL TRIO DI TESTE D'ARGENTO CHRISTIAN DE SICA, GIULIO SCARPATI E NINETTO DAVOLI – E POI ARISA CON UN “PAGLIA E FIENO” CHE SI FA A MIAMI DI VERDONIANA MEMORIA E UN INGELATINATO EDOARDO PESCE CON I CALLI SULLE MANI (È TORNATO AL PUB DI SAN LORENZO O FA SOLO BOXE?)

viaggi

salute