"BALOTELLI INSEGUIVA LE PERSONE CON ACCENDINI E LACCA PER DARGLI FUOCO" - LA CONFESSIONE DELL'EX COMPAGNO DI SQUADRA AI TEMPI DEL BRESCIA, SIMON SKRABB: "ERA UN TIPO STRANO. NON SAPEVI MAI CHE COSA SI SAREBBE POTUTO INVENTARE, ALL'INIZIO ERA UNA SORTA DI CAPITANO PER LA SQUADRA. POI…" - E’ QUESTO  L’ATTACCANTE CHE SERVE ALLA NAZIONALE? 

-

Condividi questo articolo


Da corrieredellosport.it

 

 

balotelli balotelli

"Balotelli? Era un tipo un po' strano". Parola di Simon Skrabb, che con Supermario ha condiviso l'esperienza di Brescia fino allo scorso anno. Il trequartista finlandese, oggi svincolato, ha confessato alcuni retroscena da spogliatoio davvero incredibili.

 

"A Brescia nessuno parlava inglese e la prima volta ho avuto come interprete Mario Balotelli - ha raccontato a Expressen - Ricordo che all’inizio è stato tutto incredibile. Quando sono arrivato è stato un inverno bellissimo, ho debuttato contro il Milan e ci siamo qualificati con la Finlandia all’Europeo. Poi è arrivato il Covid e tutto è cambiato".

 

Balotelli, Skrabb racconta un incredibile retroscena da spogliatoio

balotelli adana demirspor 1 balotelli adana demirspor 1

"Ho subito pensato che fosse un bravo ragazzo - ha aggiunto il finlandese classe 1995 parlando di Balo - All'inizio era una sorta di capitano per la squadra. Poi è arrivato il lockdown ed è un po’ sparito. Era un po' strano, inseguiva le persone con accendini e lacca per capelli per dargli fuoco. Non sapevi mai che cosa si sarebbe potuto inventare".

balotelli adana demirspor balotelli adana demirspor skrabb skrabb balotelli adana demirspor 7 balotelli adana demirspor 7

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TRAVAGLIO DIXIT: CONTE VUOLE IL VOTO ANTICIPATO – PEPPINIELLO APPULO NON CONTROLLA I GRUPPI PARLAMENTARI E RISCHIA DI NON ARRIVARE AL 2023: È PER QUESTO CHE HA RIFIUTATO LA GENTILE OFFERTA DI LETTA, CHE GLI VOLEVA REGALARE IL SEGGIO DI GUALTIERI ALLA CAMERA – IL DIRETTORE DEL “FATTO” DA MESI SPINGE PER PRESERVARE L’AVVOCATO DI PADRE PIO SOTTO URNA. COSÌ CONTE SI TOGLIEREBBE DALLE PALLE L’ALA GOVERNISTA DEL MOVIMENTO CAPEGGIATA DA DI MAIO – C’È SOLO UN PROBLEMA: BISOGNA SPEDIRE DRAGHI AL COLLE…

business

cronache

sport

“LA DIVERSITÀ NON STA PIÙ TANTO NELLA CORSA MA NELLA QUALITÀ DEI GIOCATORI” – SCONCERTI: “GLI INGLESI SONO PIÙ BRAVI DEI NOSTRI. IL LIVERPOOL TROVA ARMONIE DI SQUADRA ANCHE QUANDO NON CORRE. SONO TUTTI FANTASISTI. NON SBAGLIANO MAI UN APPOGGIO. GIOCANO IN SOSTANZA UN ALTRO CALCIO” – “QUESTI CLUB CLASSICI HANNO GIOCATORI TROPPO DIVERSI E HANNO L'ABITUDINE A QUESTE PARTITE. NON A CASO L'INGHILTERRA PORTA AGLI OTTAVI QUATTRO SQUADRE SU QUATTRO E TUTTE AL PRIMO POSTO. LA SPAGNA NE HA PER ORA DUE SU DUE, LE ALTRE DUE GIOCANO OGGI…”

cafonal

CAFONALISSIMO – SARÀ PERCHÉ LA SERATA ERA SPONSORIZZATA DA ARMANI, SARÀ PERCHÉ (FORSE) ERA L’ULTIMA "PRIMA" DI MATTARELLA, FATTO STA CHE IERI ALLA SCALA NON SI SONO VISTE SMANDRAPPATE NÉ SIGNORE IN CERCA DI VISIBILITÀ CONCIATE COME ABAT-JOUR: LA PAROLA D'ORDINE ERA SOBRIETÀ - GLI UOMINI ERANO TUTTI IN SMOKING, LE DONNE AL MASSIMO HANNO OSATO UN VERDE SPERANZA. LA PELLICCIA DI MANUEL AGNELLI, CRISTINA MARINO SCOLLATISSIMA, BARBARA PALVIN  E GRETA FERRO CASTIGATE, CREMONINI CON LA MAMMA E LAURA MATTARELLA: I MIGLIORI E I PEGGIORI

viaggi

salute