ROMA DA MILLE E UNA NOTTE – COME DAGO-DIXIT SI RINCORRONO LE VOCI DI UNA TRATTATIVA TRA I FRIEDKIN E I SAUDITI. DUE SONO I NOMI CHE CIRCOLANO, IL FONDO PIF CHE È LA CASSAFORTE DEL REGNO SAUDITA E TURKI ALALSHIKH, PRESIDENTE DELLA GENERAL ENTERTAINMENT AUTHORITY DELL'ARABIA, CHE CON LO SPONSOR SULLE MAGLIE DELLA ROMA, RIYADH SEASON, HA GIÀ RESPIRATO L’ARIA DI TRIGORIA. I FRIEDKIN AVREBBERO GRADITO UNA PARTNERSHIP ARABA RIMANENDO, PERÒ, AL TIMONE DELLA SOCIETÀ. MA I SAUDITI VOGLIONO IL 100% DELLE AZIONI – L’AS ROMA FA SAPERE CHE NON CI SONO CONTATTI...

-

Condividi questo articolo


Giuseppe Scarpa per repubblica.it - Estratti

 

FRIEDKIN FRIEDKIN

I petrodollari per rilanciare la Roma che oggi parla americano. Le voci si rincorrono da giorni, settimane: si mormora di una trattativa avviata - ma non ancora definita e smentita dalla società dopo la pubblicazione di questo pezzo - tra gli arabi e i Friedkin per la cessione della società. E ogni giorno i rumors si fanno più insistenti. Martedì il capo dell'area legale dei giallorossi era a Riyad, nella Capitale del regno Saudita. Si discuteva dello sponsor, Riyadh Season, stampato sul petto dei giallorossi? 

 

 

Così racconta chi conosce bene le dinamiche di Trigoria, anche ora che la proprietà americana ha messo a tacere le vocine che di solito riportavano quasi in tempo reale quello che accadeva ai vertici della società giallorossa. La presenza di Eric Williamson nell’Urbe non è sfuggita a nessuno. Williamson, membro del board del club, uomo di fiducia di Friedkin, si muove dagli States solo per le grandi occasioni. Per cacciare José Mourinho, tanto per dire. E il fatto che la scorsa settimana fosse di nuovo a Roma ha il suo peso. Qualcosa si sta muovendo e potrebbe rimescolare le carte ai vertici del club.

 

 

TURKI ALALSHIKH TURKI ALALSHIKH

Due sono i nomi che circolano con una certa insistenza, il fondo Pif (Public investment fund) che è la cassaforte del regno Saudita con un patrimonio stimato che sfiora gli 800 miliardi di dollari. Pif, però, è già proprietaria del Newcastle e le norme Uefa, sulla multiproprietà, potrebbero rappresentare un parziale ostacolo, non un impedimento. Probabilmente è anche per questo che, negli ambienti finanziari, circola anche il nome di sua Eccellenza Turki Alalshikh, presidente della General Entertainment Authority dell'Arabia Saudita, che con lo sponsor sulle maglie della Roma, Riyadh Season, ha già respirato l’aria di Trigoria e che per un’eventuale acquisizione, farebbe riferimento alle proprie personali risorse.

 

giovanni malagò e francesco totti foto mezzelani gmt 006 giovanni malagò e francesco totti foto mezzelani gmt 006

Secondo quanto appreso da Repubblica, i Friedkin avrebbero gradito una partnership araba. Rimanendo, però, al timone della società. Ma chi si è spinto a bussare alla porta di Dan e Ryan ha altri piani: l’obiettivo è mettere le mani sul 100% delle azioni. E, visto che tutto ha un prezzo, bisogna solo stabilire quale sia quello della Roma americana dopo essere passati da una due diligence, e anche di questo si mormora nei corridoi di Trigoria.

 

(...) L’As Roma fa sapere che non ci sono contatti e neanche la volontà di riflettere su un’eventuale cessione.

giovanni malagò e francesco totti foto mezzelani gmt 002 giovanni malagò e francesco totti foto mezzelani gmt 002

ARTICOLI CORRELATI

giovanni malagò e francesco totti foto mezzelani gmt 004 giovanni malagò e francesco totti foto mezzelani gmt 004 DAN FRIEDKIN DAN FRIEDKIN

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…