SARRI? SORRY! - I CALCIATORI DELLA LAZIO SI SONO STUFATI DEI METODI DA "COMANDANTE" DELL'ALLENATORE? - IL "MESSAGGERO" RACCONTA I MALUMORI: "IL GRUPPO SEMBRA AVERE UNA CRISI DI RIGETTO. I CALCIATORI NON SOPPORTANO PIU' UN GIOCO MONOTONO, CHE NON LI VALORIZZA APPIENO, NE' I TONI COMUNICATIVI FORTI DENTRO LO SPOGLIATOIO. IN QUESTI CASI, A PAGARE IN CORSA, PUO’ ESSERE SEMPRE E SOLO UNO, PRIMA DELLA RIVOLUZIONE DELLA ROSA A GIUGNO..."

-

Condividi questo articolo


sarri sarri

Da www.ilnapolista.it

 

Lazio, i calciatori non sopportano più il gioco ripetitivo di Sarri né i suoi modi bruschi. A scriverlo è Il Messaggero.

 

I giocatori non sopportano più il tecnico “Da una parte lamentano rinnovi promessi e mai firmati, arretrati congelati, i premi per il raggiungimento degli ottavi Champions (vedi il confronto d’Immobile prima di Bergamo), dall’altra ora non sopportano piu un gioco monotono, che non li valorizza appieno ne i toni comunicativi forti di Mau dentro lo spogliatoio. In questi casi, a pagare in corsa, puo essere sempre e solo uno, prima della rivoluzione della rosa a giugno”.

sarri sarri

 

La situazione è di stallo, con la Lazio al nono posto e Lotito che non ha intenzione di esonerare Sarri, ma aspetta un suo passo indietro. Intanto il tecnico conferma di sentirsi al centro del progetto. Tutti sono sotto accusa scrive

 

“A maggio Sarri aveva urlato ai quattro venti che la “vecchia” guardia aveva dato tutto lo scorso campionato, e ora, con uno stato d’animo abbattuto da vicissitudini extra campo (altre due pesanti situazioni familiari, oltre la scomparsa dello zio), non riesce a rianimare un gruppo, che sembra avere una crisi di rigetto”.

 

“Mentre si spegne pian piano la scintilla fra il Comandante e la Lazio, a Formello divampa un incendio”, scrive oggi Il Messaggero. “Tifosi contro il presidente e adesso anche contro il tecnico, per la sua diplomazia sul mancato mercato di gennaio”.

 

maurizio sarri maurizio sarri

LA LAZIO STA SUBENDO UNA CRISI DI RIGETTO 

L’analisi del Messaggero: “Questo blackout sembra un buco nero. Non c’è più la Lazio, è sparito Luis Alberto, Felipe Anderson ha la testa a Torino. Sembra quasi una crisi di rigetto alla mano di Sarri, a sua volta ormai con lo sguardo perso nei suoi pensieri famigliari e nel vuoto. In fondo non è mai esistito questo scontro diretto per la Champions. La Lazio sciupa così la risalita con 4 vittorie e un pareggio, è punto e a capo, sprofonda al nono posto. Sarri insiste sulla qualità, ma viene di nuovo tradito e non trova soluzioni in mezzo“.

 

sarri lotito sarri lotito sarri lazio milan sarri lazio milan IL DITO MEDIO DI MAURIZIO SARRI A UN TIFOSO DEL NAPOLI IL DITO MEDIO DI MAURIZIO SARRI A UN TIFOSO DEL NAPOLI maurizio sarri foto mezzelani gmt 006 maurizio sarri foto mezzelani gmt 006 maurizio sarri foto mezzelani gmt 005 maurizio sarri foto mezzelani gmt 005 maurizio sarri maurizio sarri

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…