LA SOTTILE PERFIDIA DI JOHN ELKANN – LA JUVE DI "JAKI" SOSTITUISCE ARRIVABENE A CAPO DELL’AREA SPORTIVA DELLA JUVE CON FRANCESCO CALVO, IL QUALE FU SILURATO DA ANDREA AGNELLI CHE GLI “SCIPPO’” ANCHE LA MOGLIE, LA TURCA DENIZ ALKALIN. CALVO SCOPRÌ TUTTO IN UNA CENA A QUATTRO DIVENUTA TRISTEMENTE NOTA - DOPO LE ESPERIENZA A BARCELLONA E CON LA ROMA, IL MANAGER 44ENNE TORNA ALLA CONTINASSA. IL DIRETTORE SPORTIVO CHERUBINI RISPONDERÀ A LUI...

-

Condividi questo articolo


Da ilnapolista.it

 

francesco calvo francesco calvo

Dopo l’inibizione di Arrivabene, la Juventus ha scelto il nuovo responsabile dell’area sportiva. Si tratta di Francesco Calvo. Per chi non lo ricordasse Francesco Calvo fu ahilui protagonista di una storia d’amore. Deniz Akalin, attuale compagna di Andrea Agnelli, era sua moglie. Calvo scoprì tutto in una cena a quattro divenuta piuttosto nota.

 

Scrive la Gazzetta dello Sport.

“La Juventus ha scelto: è Francesco Calvo il nuovo responsabile dell’area sportiva. La decisione avviene due giorni dopo la sentenza della Procura Federale che ha inflitto ai bianconeri 15 punti di penalizzazione e una serie di inibizioni ai dirigenti. Calvo è ufficialmente il nuovo Chief Football Officer. Il direttore sportivo Cherubini, inibito per 16 mesi, risponderà a lui, come rispondeva a Arrivabene. Francesco Calvo, 44 anni, era entrato nella Juventus nell’ottobre 2011 quale Commercial Director e nel 2014 viene promosso a Chief Revenue Officer. Dal 2015 al 2018 riveste il medesimo incarico di Chief Revenue Officer nel Barcellona, poi va alla Roma come Chief Revenue Officer prima e Chief Operating Officer poi. Dal primo aprile 2022 ritorna alla Juve quale Chief of Staff”.

 

Ricordiamo le inibizioni comminate ai dirigenti della Juventus.

andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin

La Corte Federale di Appello presieduta da Mario Luigi Torsello ha accolto in parte il ricorso della Procura Federale sulla revocazione parziale della decisione della Corte Federale di Appello a Sezioni Unite n. 89 del 27 maggio scorso, sanzionando la Juventus con 15 punti di penalizzazione da scontare nella corrente stagione sportiva e con una serie di inibizioni per 11 dirigenti bianconeri (30 mesi a Paratici, 24 mesi ad Agnelli e Arrivabene, 16 mesi a Cherubini, 8 mesi a Nedved, Garimberti, Vellano, Venier, Hughes, Marilungo e Roncaglio).

 

 

elkann agnelli elkann agnelli andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin ANDREA AGNELLI E DENIZ AKALIN ANDREA AGNELLI E DENIZ AKALIN andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin andrea agnelli deniz akalin deniz akalin andrea agnelli john elkann lavinia borromeo deniz akalin andrea agnelli john elkann lavinia borromeo Andrea Agnelli e Deniz Andrea Agnelli e Deniz juve samp andrea agnelli con deniz john elkann lavinia borromeo juve samp andrea agnelli con deniz john elkann lavinia borromeo ANDREA AGNELLI - DENIZ AKALIN ANDREA AGNELLI - DENIZ AKALIN agnelli allegri elkann agnelli allegri elkann ANDREA AGNELLI FRANCESCO CALVO E DENIZ AKALIN DA CHI -2 ANDREA AGNELLI FRANCESCO CALVO E DENIZ AKALIN DA CHI -2 ANDREA AGNELLI E DENIZ AKALIN DA CHI -1 ANDREA AGNELLI E DENIZ AKALIN DA CHI -1 andrea agnelli emma winter deniz akalin francesco calvo da chi andrea agnelli emma winter deniz akalin francesco calvo da chi ANDREA AGNELLI E DENIZ -- ANDREA AGNELLI E DENIZ --

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute