ZANIOLO POI NON SI LAMENTI DEGLI SFOTTO’ E DEGLI INSULTI DEI LAZIALI - “L’INNO BIANCOCELESTE? PORTA ANCHE SFIGA” – LA PROVOCAZIONE DEL TALENTINO GIALLOROSSO SUI SOCIAL FA INFURIARE I TIFOSI DELLA LAZIO – I PRECEDENTI: IN CURVA NORD SI SONO SENTITI SPESSO CORI CONTRO LA MAMMA E DOPO L’INFORTUNIO ANCHE UN “ZANIOLO SALTA CON NOI”. POI LO STRISCIONE IN CUI VENIVA DEFINITO “ZOPPO” - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

zaniolo zaniolo

 

 

Chiara Zucchelli per gazzetta.it

 

 

Lo sfottò è il sale della rivalità sempre viva tra i due club di Roma. Se ieri era stato Francesco Totti a dire: “Per me la Lazio non esiste”, oggi, in assenza di derby giocati, tocca a Nicolò Zaniolo tornare sulla rivalità cittadina. Ripercorrendo un po’ le orme di Totti che è sicuramente un'ispirazione per lui (tra l’altro, è anche il suo proprietario di casa), il centrocampista della Roma, che sta velocemente recuperato dal grave infortunio, ha detto, sorridendo, riferendosi all’inno della Lazio: “Che canzone è? Porta anche sfiga...”.

 

zaniolo zaniolo

Nicolò Zaniolo, attaccante della Roma, in diretta Instagram è stato protagonista di un simpatico siparietto durante una sfida alla Playstation. Il suo amico scherzando ha cantato sulle note dell'inno della Lazio. E lui ha risposto: "Guarda che porta sfiga, ti fa prendere quattro gol in venti minuti!".

 

La storia è questa: da qualche giorno, in diretta Instagram, Zaniolo gioca alla PlayStation con Gaspare Galasso, influencer con la passione per i videogiochi. Quando uno dei due perde deve fare una penitenza, anche questa rigorosamente in diretta social. Ieri sera Galasso ha intonato l’inno biancoceleste e Zaniolo, dopo aver riconosciuto la canzone, l’ha preso in giro: "Porta sfiga, te ne fa prendere 4 in 20’ ". La partita, poi, è stata vinta davvero da Nicolò che come penitenza ha chiesto all’avversario di gattonare live.

zaniolo striscione zaniolo striscione

 

Un appuntamento, quello delle partite virtuali, che da qualche giorno per Zaniolo è irrinunciabile. Lui si diverte, come qualunque ventenne, anche a costo di creare un “incidente diplomatico”, visto che i tifosi della Lazio non hanno preso benissimo, nelle radio e sui social, le sue battute.

 

ZANIOLO ZANIOLO

D’altronde, i precedenti non sono incoraggianti: allo stadio si sono sentiti spesso cori contro la mamma, Francesca, e dopo l’infortunio anche un “Zaniolo salta con noi”. A Trigoria, poi, era stato esposto uno striscione in cui veniva definito “Zoppo”, con tanto di sedia a rotelle e lui stesso aveva messo like a dei video di cori in cui venivano insultate le mamme dei tifosi della Lazio.

 

striscione contro zaniolo striscione contro zaniolo

In attesa della prossima sfida sul campo, il derby di Roma sembra non finire mai, anche se si spera che sia l'ironia e non la malevolenza o peggio l'insulto a risultare vincitrice nel duello tra opposte fazioni.

zaniolo 2 zaniolo 2 ZANIOLO ZANIOLO FRANCESCA COSTA MAMMA ZANIOLO FRANCESCA COSTA MAMMA ZANIOLO udinese roma zaniolo udinese roma zaniolo zaniolo 1 foto mezzelani gmt005 zaniolo 1 foto mezzelani gmt005 francesca costa 2 francesca costa 2 francesca costa 5 francesca costa 5 francesca costa 4 francesca costa 4 francesco costa mamma zaniolo 3 francesco costa mamma zaniolo 3 francesco costa mamma zaniolo 2 francesco costa mamma zaniolo 2 francesca costa mamma di zaniolo francesca costa mamma di zaniolo francesca costa 1 francesca costa 1 francesca costa 3 francesca costa 3 francesca costa mamma zaniolo 1 francesca costa mamma zaniolo 1 francesca costa mamma zaniolo 8 francesca costa mamma zaniolo 8 francesca costa mamma zaniolo francesca costa mamma zaniolo schermata 2019 01 22 alle 10.48.29 schermata 2019 01 22 alle 10.48.29 zaniolo 8 zaniolo 8

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“IL TEST CHE TROVA GLI ANTICORPI NON È SUFFICIENTE PER ESCLUDERE UN ALTRO CONTAGIO” - ALBERTO MANTOVANI, DIRETTORE SCIENTIFICO DI HUMANITAS: “LA SARS DAVA AI GUARITI UN'IMMUNITÀ DI 2-3 ANNI E QUESTO VIRUS GLI È PARENTE. IL PROBLEMA È CHE LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE PERSONE CHE INCONTRA COVID-19 O NON SI AMMALA O LO FA IN MODO BLANDO: IN QUESTO CASO NON SAPPIAMO SE LA RISPOSTA IMMUNITARIA INDOTTA, DI CUI LA PRESENZA DI ANTICORPI È UNA SPIA, SIA DAVVERO PROTETTIVA O SE QUESTE PERSONE RISCHIANO UNA NUOVA INFEZIONE”