NON CI SONO PIÙ LE PATONZE DI UNA VOLTA - DONALD INGBER, BIOINGEGNERE AD HARVARD, È RIUSCITO A RICREARE UNA VAGINA SU UN CHIP: SE VI SEMBRA UNA STRONZATA CERVELLOTICA, IN REALTÀ, DOVETE SAPERE CHE IL CHIP HA RIPRODOTTO CON SUCCESSO LE CARATTERISTICHE CHIAVE DEL MICROBIOMA VAGINALE – A ADESSO I MEDICI HANNO IN MANO UNO STRUMENTO PER TESTARE LE CURE CONTRO LA…

-

Condividi questo articolo


 

DAGONEWS

 

dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip

Il dottor Don Ingber, bioingegnere ad Harvard, "crea" organi per vivere. Utilizzando pezzi flessibili di silicone intagliati con minuscoli canali, fa crescere tessuti che possono imitare le complesse interazioni fisiche tra cellule e fluidi, creando modelli tridimensionali di organi.

 

Negli ultimi dieci anni ha realizzato più di 15 di questi organi su chip, tra cui quelli che simulano polmoni, fegati, intestini e pelle. Ora ha aggiunto alla lista un organo molto meno studiato: la vagina.

 

La "vagina su chip" è stata realizzata con cellule vaginali donate da due donne. Il modello è stato coltivato all'interno di chip di gomma siliconica delle dimensioni di una gomma da masticare, formando canali che rispondevano alle fluttuazioni dei livelli di estrogeni e dei batteri.

 

dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip

Il chip ha riprodotto con successo le caratteristiche chiave del microbioma vaginale, le comunità di batteri che giocano un ruolo cruciale nella salute dell'organo.

Il chip è più realistico di altri modelli in  laboratorio dell'organo.

 

Lui e altri ricercatori sono ottimisti sul fatto che lo strumento potrebbe offrire un modo migliore per testare i trattamenti per la vaginosi batterica, un'infezione da microbi nocivi nella vagina che colpisce circa il 30% delle donne ogni anno.

dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip

 

«È un grande sviluppo» ha dichiarato il dottor Ahinoam Lev-Sagie, ginecologo dell'Hadassah Medical Center di Gerusalemme che studia il microbioma vaginale.

 

Lo studio, finanziato dalla Gates Foundation, ha utilizzato il chip vaginale per riprodurre il modo in cui una vagina reale risponde agli ambienti batterici buoni e cattivi.

 

I ricercatori hanno dimostrato che il tessuto all'interno del chip ha reagito positivamente a un cocktail di lattobacilli, un tipo di batterio che digerisce gli zuccheri e produce acido lattico, creando un ambiente acido all'interno della vagina umana che la protegge dalle infezioni.

 

dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip

Quando un altro tipo di batterio, associato alle infezioni vaginali, è stato messo in coltura sul chip senza la presenza di lattobacilli, l'infiammazione è aumentata e le cellule sono state rapidamente danneggiate.

 

Questa reazione è simile a quella che si verifica quando si contrae la vaginosi batterica, una condizione in cui i batteri nocivi prendono il sopravvento sul microbioma vaginale, abbassandone l'acidità e talvolta causando prurito e aumento delle perdite.

 

dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip

La vaginosi batterica viene in genere trattata con antibiotici, ma i tassi di ricaduta sono elevati. Se non trattata, la vaginosi batterica aumenta il rischio di infezioni sessualmente trasmissibili e di cancro cervicale.

 

Nelle donne in gravidanza, può aumentare il rischio di parto pretermine o di basso peso alla nascita.

Nonostante questi rischi, la vaginosi batterica e la vagina stessa sono ancora poco studiate.

dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip dr donald ingber vagina on a chip

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

DIFFIDATE SEMPRE DA QUELLI CHE SEMBRANO TROPPO BUONI – CON UNA LUNGA INCHIESTA, “BLOOMBERG BUSINESSWEEK” SPUTTANA “CORE”, LA ONG FONDATA DA SEAN PENN, ACCUSATA DI INEFFICIENZE E GESTIONE SGANGHERATA DEI FONDI – NON SI SA CHE FINE ABBIANO FATTO 1,6 MILIONI DI DOLLARI RACCOLTI LO SCORSO ANNO, DURANTE UNA SERATA A MIAMI, E DESTINATI ALL'EMERGENZA COVID IN BRASILE – I VERTICI DELL'ORGANIZZAZIONE NO PROFIT AVREBBERO ANCHE IGNORATO E INSABBIATO UN CASO DI MOLESTIA SESSUALE 

cronache

MAI FIDARSI DI UN'AMICA ESCORT – LA DONNA CHE A ROMA HA PUBBLICATO ONLINE IL VIDEO DI UNA SCOPATA CON UN'ALTRA DONNA SI CHIAMA ANGELA GABRIELLA PRINCZ, È UNGHERESE E HA 52 ANNI – ORA È ACCUSATA DI REVENGE PORN, ANCHE SE NON C'È STATO NESSUN RICATTO: L'ALTRA DONNA ERA CONSAPEVOLE DI ESSERE RIPRESA A PATTO CHE IL VIDEO RIMANESSE PRIVATO. MA "BLUEANGY” NON HA RESISTITO E CI HA FATTO UN BEL PO' DI QUATTRINI E A RICEVERE UN PO' DI PUBBLICITÀ (QUELLA È GRATIS): "I MIEI CLIENTI? SONO IN GRAN PARTE UOMINI SPOSATI CHE NON..."

sport

cafonal

CAFONALINO CAN CAN! – FRANCESCA PAPPALARDO, L’ESTETISTA CHE SI FA CHIAMARE “LOOKMAKER”, FESTEGGIA I SUOI 40 ANNI CON UNA SERATA A TEMA “MOULIN ROUGE ALLA VACCINARA” – TRA L’OTTANTINA DI AMICHE, CLIENTI E SVIPPATI PRESENTI SUL ROOFTOP DELL’HOTEL VALADIER, AVVISTATI CLIZIA INCORVAIA E UN PAOLO CIAVARRO INQUARTATO, UNA SOLITARIA MANILA NAZZARO, GIACOMO URTIS CON FLUENTE CHIOMA BIONDA E PETTORALI TETTONICI IN BELLA VISTA – OSPITE D’ONORE VALERIONA MARINI, CHE METTE A DURA PROVA LE CUCITURE DEL VESTITINO DI CRISTALLI E PAILLETTES – FOTO BY DI BACCO

viaggi

salute

L'EPIDEMIA DI VAIOLO DELLE SCIMMIE IN EUROPA SI STA SPEGNENDO: SOLO 23 NUOVI CONTAGI - SU SCALA GLOBALE, INVECE, L'OMS HA RILEVATO UN AUMENTO DEI CONTAGI. NELLA SETTIMANA TRA IL 23 E IL 29 GENNAIO SONO STATI REGISTRATI NEL MONDO 403 NUOVI CASI, IL 37,1% IN PIÙ RISPETTO ALLA SETTIMANA PRECEDENTE, DISTRIBUITI IN 20 PAESI NEL MONDO. IL MAGGIOR NUMERO DI CONTAGI È STATO REGISTRATO IN MESSICO (72 NUOVI CASI), REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (69), USA (42), BRASILE (40), GUATEMALA (34)…