CARA MELONI, IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE HA UN MESSAGGIO PER TE – L’FMI INVITA L’ITALIA A CONTINUARE SULLA STRADA DELLE RIFORME: “AUMENTARE LA PRODUTTIVITÀ, GLI INVESTIMENTI E IL POTENZIALE DI CRESCITA, MA ANCHE PER ACCELERARE LA TRANSIZIONE VERDE. UN’EFFICIENTE ESECUZIONE DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI E LO SLANCIO PER LE RIFORME SARANNO ESSENZIALI PER IL SUCCESSO…”

-

Condividi questo articolo


fmi fmi

1 - FMI, 'PER ITALIA NUOVE SFIDE, RINVIGORIRE TREND CRESCITA'

(ANSA) - "L'economia italiana si è ripresa in modo forte dal Covid" ma ora si trova ad "affrontare nuove grandi sfide". Lo afferma il Fmi nell'Article Iv sull'Italia, sottolineando che assicurare "un'adeguata fornitura di energia è un priorità". "Rinvigorire il trend di crescita è essenziale per rafforzare i conti pubblici in modo da centrare gli obiettivi sociali e climatici", mette in evidenza il Fmi.

 

La crescita italiana è attesa rallentare in seguito alla guerra in Ucraina, la stretta della politica monetaria, le strozzature alle catene di produzione e l'inflazione alta, afferma il Fmi prevedendo per l'Italia una crescita al 3% quest'anno e dello 0,7% il prossimo con un'inflazione attesa al 6,7% nel 2022.

KRISTALINA GEORGIEVA KRISTALINA GEORGIEVA

 

"L'incertezza su queste previsioni è alta e i rischi al ribasso potrebbero materializzarsi e pesare sull'outlook, complicando la riduzione del debito pubblico", mette in evidenza il Fmi.

 

2 - FMI, 'ITALIA CONTINUI SU STRADA RIFORME, ESSENZIALI'

(ANSA) - Il Fmi plaude all'impegno delle autorità italiane per il Pnrr e "raccomanda" di continuare sulla strada per "aumentare la produttività, gli investimenti e il potenziale di crescita, ma anche per accelerare la transizione verde. Un'efficiente esecuzione degli investimenti pubblici e lo slancio per le riforme saranno essenziali per il successo".

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! LA VENDETTA DEL CALTA – DOPO AVER RICEVUTO DUE PORTE IN FACCIA AL TENTATIVO DI CONQUISTARE PRIMA GENERALI E POI MEDIOBANCA, IL COLPO FATALE AI SOGNI DI GLORIA VENEZIANI DI CALTAGIRONE È STATO AFFONDATO DA “FURBIZIO” PALENZONA, CHE HA SPOSTATO CRT E BENETTON A SUPPORTO DI DONNET E NAGEL - CON MILLERI CHE SI SAREBBE RIAVVICINATO A NAGEL, CALTA “HA RIMASTO” SOLO CON FAZZOLARI A TRASTULLARSI COL DL CAPITALI – QUANDO LA MILIARDARIA VENDITA DELLA PRELIOS DI PALENZONA AL PIGNATARO RIMANE INCAGLIATA, PARTE LA VENDETTA DI CALTA. E SUL SUO “MESSAGGERO” DI IERI….

DAGOREPORT! - TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. AVVISATE I CITTADINI ABRUZZESI: IL CICLONE SARDO AVANZA E NON PERDONA - SECONDO L’ULTIMO SONDAGGIO, IL DISTACCO CHE SEPARA IL MELONE MARSILIO DAL CAMPO LARGHISSIMO DI D’AMICO SI È RIDOTTO ALLA MISERIA DELL’1,2% (APPENA QUATTRO MESI FA IN ABRUZZO LA DESTRA GODEVA DI UN VANTAGGIO DI BEN 20 PUNTI) - PARADOSSALMENTE, IN CASO DI DISFATTA, CON DUCETTA RIBASTONATA, PER MATTEO SALVINI POTREBBE ESSERE L’OCCASIONE DI AVER MAGGIOR POTERE NEL GOVERNO (FERROVIE, CDP, AISI) - SE INVECE “FASCIO TUTTO IO!” VINCE CON IL SUO MARSILIO, PER IL CAPITONE SI AVVICINA IL CAPOLINEA - A QUEL PUNTO TUTTO PUO’ SUCCEDERE: ANCHE CHE GLI PARTA L’EMBOLO DI UN PAPEETE2 SFANCULANDO IL GOVERNO MELONI (QUANTI PARLAMENTARI LO SEGUIREBBERO, SAPENDO CHE IN CASO DI VOTO ANTICIPATO, QUELLO SCRANNO NON LO VEDREBBERO PIÙ?)

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…